Sorpresone!

christoph waltz

Non poteva mancare il mio commento sulla notte degli Oscar, che anche quest’ anno ho seguito in diretta. Quest’ edizione mi ha ricordato molto da vicino quella del 2006, in cui vinse il magnifico Crash – Contatto fisico:

1) Come quell’ anno, i 6 premi più “vistosi” (film, regia e i 4 attori) sono stati dati a 6 film diversi;
2) Come quell’ anno, i 2 Oscar più prestigiosi, solitamente assegnati allo stesso titolo, sono stati ripartiti tra 2 diversi lungometraggi;
3) Come Crash – Contatto fisicoArgo é stato premiato come miglior film, miglior sceneggiatura e miglior montaggio.
La vittoria di Argo é arrivata al termine di un avvincente duello con Lincoln, una sfida durata mesi e ricca di sorpassi e controsorpassi. Alla fine ha prevalso l’ idea iniziale di premiare il film di Ben Affleck, mentre quello di Spielberg é stato un notevole flop, in quanto ha ricevuto soltanto 2 premi (su 12 nomination!) e soprattutto ha mancato quello che sembrava avere in cassaforte, l’ Oscar alla miglior regia. Non solo ha perso il primo premio, ma non porta a casa nemmeno il premio di consolazione. Oltre al danno la beffa, che Spielberg ha comunque incassato con grande classe.
Personalmente ho adorato questa edizione degli Oscar per 2 motivi. Il primo é il più ovvio, i colpi di scena: nessuno avrebbe scommesso un euro sulla vittoria di Ang Lee, ad esempio, ma anche altri premi sono stati decisamente inaspettati, come quello (comunque meritatissimo) di Christoph Waltz. Ho letto un articolo in cui si diceva che quest’ ultimo probabilmente non avrebbe vinto, perché l’ Academy difficilmente avrebbe dato 2 Oscar in 3 anni allo stesso attore. Questa, concedetemelo, é una colossale cavolata: prima di tutto gli Oscar a breve distanza, o addirittura consecutivi, non sono affatto rari; in secondo luogo, se un professionista merita il premio gli va dato punto e basta, negarglielo per un motivo così futile sarebbe stata un’ enorme ingiustizia.
Il secondo motivo per cui ho apprezzato tantissimo quest’ edizione é proprio il fatto che i premi siano stati “spalmati” su un ampio numero di titoli. Ho sempre provato molto fastidio nel vedere un film vincere una quantità esagerata di Oscar, perché trovo irrealistico che un film sovrasti tutti gli altri in ben 10 o più categorie. E poi, quando questo succede, inevitabilmente gli altri film patiscono le conseguenze di questa eccessiva sviolinata, e tornano a casa con le mani più vuote del dovuto o addirittura a bocca asciutta.
Un altro dato che ho rilevato con piacere é il fatto che il regista e i 4 attori premiati hanno tutti un notevole spessore artistico. Dovrebbe essere scontato, visto che si tratta di un premio prestigioso come l’ Oscar, ma troppe volte in passato l’ ho visto in mano a dei professionisti ai quali stava già larga la nomination.
Ci sono stati degli anni in cui tutto era già scritto, e non c’era quasi gusto a seguire la cerimonia: quest’ anno invece é stata un’ edizione thrilling, ed é quindi logico e coerente che a vincere sia stato un thriller. I verdetti vi hanno soddisfatto?
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Sorpresone!

  1. Philip R. Whigham ha detto:

    So, your analysis of the of the award distribution (which I think is spot-on, by the way) aside, which film did you think was objectively better- Lincoln or Argo?

    • wwayne ha detto:

      I didn’t see either of them, because I’ve been very busy in the last period. Anyway, both Spielberg and Affleck are great directors, so I’m sure that both their movies had a really high quality and deserved to be covered with awards.
      Thank you for your compliments and, most of all, for reading and commenting my post. As usual, it’s been hugely appreciated. : )

  2. lapinsu ha detto:

    Credo che quest’anno la qualità dei film in concorso sia stata un po’ bassina. Parlo per deduzione, però, poichè ho visto il solo Argo: il film di Affleck mi è piaciuto senza però entusiasmarmi, di conseguenza gli altri (da Lincoln in giù) dovrebbero essere meno belli.
    Detto questo, la statuetta per me più importante è quella per la “miglior sceneg. originale” (sono orfano di Billy Wilder io…) e mi ha fatto piacere che a vincerla sia stato Tarantino, che ho sempre considerato più bravo come sceneggiatore che come attore.
    Detto questo, ho anche lanciato una provocazione per un film secondo me lasciato ingiustamente fuori da nomination e premi, ma per quello ti rimando al post sul mio blog.
    Ciao e complimenti per il pezzo!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...