Un film completamente folle

la grande scommessa

Mi ha sempre attirato la figura dell’outsider. In molte storie c’è un personaggio sottovalutato, al quale nessuno darebbe una lira, e che invece si rivela essere il più furbo di tutti: ecco, io per questi personaggi con l’asso nella manica ho sempre provato una simpatia smisurata.
E’ per questo che ho apprezzato così tanto La grande scommessa: perché la storia ruota attorno ad alcuni uomini (realmente esistenti) che riuscirono a prevedere la crisi economica del 2008, e su questa intuizione scommisero tutto: i loro soldi, la loro credibilità, la loro intera vita. All’inizio furono derisi, ma alla lunga le loro sensazioni si rivelarono fondate, e questo ebbe le ripercussioni più diverse sulle loro esistenze: non ve le anticipo per ovvi motivi.
Di questo film ho adorato non solo la storia, ma anche lo stile particolarissimo con cui viene raccontata. I personaggi usano molti termini tecnici, ma questo non ostacola affatto la comprensione dello spettatore, perché dalle loro azioni si capisce sempre perfettamente la sostanza di ciò che stanno dicendo. E le poche volte in cui non si capisce, ecco il colpo di genio del regista: un personaggio a turno rompe l’illusione scenica, e rivolgendosi direttamente allo spettatore gli spiega in parole povere ciò che sta succedendo, ironizzando lui per primo sull’eccessivo tecnicismo del linguaggio finanziario (“Avete mai sentito parlare di mutui sub – prime? Ecco, è il modo in cui noi chiamiamo la merda di cane.”) Talvolta la rottura dell’illusione scenica avviene in modo ancora più giocoso, perché il momento “spiegone” viene affidato ad una sventola da urlo, con effetti esilaranti: in sala, davanti a Margot Robbie che parlava del sistema bancario ammiccando in una vasca da bagno, siamo scoppiati a ridere fino alle lacrime!
E le follie de La grande scommessa non finiscono qui. Il regista, evidentemente un appassionato di pop art, ha riempito il film di continui riferimenti alla cultura di massa: così capita che un personaggio accenda la tv e si metta a seguire un’intervista a Britney Spears, oppure che in un momento topico del film si sentano i Gorillaz in sottofondo. La grande scommessa è un film strapieno di citazioni, battute, trovate di regia e stimoli visivi, e tutti questi dettagli te li tira fuori dal cilindro ad un ritmo vorticoso, praticamente un colpo di genio al minuto. Così al termine della visione avresti voglia di rivederlo da capo, per gustarti quelli che ti sono piaciuti di più e cogliere i riferimenti che ad una prima visione ti erano sfuggiti. E’ anche da questo che si riconosce un grande film.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

104 risposte a Un film completamente folle

  1. I'll be right back ha detto:

    L’ho visto anche io due sere fa, mi ha fatto ridere ma anche riflettere molto! Il fatto che si tratti di una storia vera lo rende un film un po’ agrodolce.

  2. papworld ha detto:

    Da come lo hai descritto mi hai fatto venire in mente le regie alla Ken Russell. Oggi forse manca quello stile anticonformista tipico degli anni settanta.

    • wwayne ha detto:

      Hai centrato il punto: il regista è chiaramente un nostalgico degli anni 70. Non a caso la parte iniziale del film è ambientata in quel periodo: e, cosa ancor più deliziosa, quella parte è stata girata con le telecamere di quegli anni (lo si può intuire dalla leggera sgranatura e dai colori saturi). Adam McKay ha davvero una creatività straordinaria. Grazie per il commento! : )

  3. Viaggiando con Bea ha detto:

    Ho in programma di andarlo a vedere e la tua recensione mi ha fatto venir voglia di correre al cinema. Opps le sale sono ancora chiuse aspetterò oggi. E che mi dici del cast!? Sono tutti attori meravigliosamente bravi, insomma non vedo l’ora. Graziee Bea

    • wwayne ha detto:

      Hai messo in rilievo un altro pregio importante del film: lo straordinario talento di molti dei suoi attori. Nonostante lo scarso minutaggio, tra di essi spicca nettamente Brad Pitt: non soltanto per la sua bravura, ma anche per la bellezza del personaggio (non a caso lo sceneggiatore ha affidato a lui quasi tutte le battute più significative). Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  4. Anubi ha detto:

    Mi piacciono i film di questo genere! Lo scarico subito 😀

  5. stellazzurra ha detto:

    Curiosissima di vederlo! Aspetto sempre questo periodo dell’anno in cui al cinema troviamo i film più “succulenti”!

    • wwayne ha detto:

      Hai ragione, spesso il periodo migliore dell’anno per i film è proprio quello tra Dicembre e Gennaio: a Dicembre perché la gente va più volentieri al cinema sotto Natale, a Gennaio perché escono i film “Oscarizzabili.” Grazie per il commento! : )

  6. Alessio Ilari ha detto:

    L’ho visto ieri sera e concordo in pieno con quanto hai scritto. Anche per me è stato veramente un bel film, uno dei più belli visti negli ultimi anni. Ne sono rimasto molto colpito, tanto che anche io ho deciso di farci una recensione 🙂

  7. dermudetod ha detto:

    Concordo sulla tua analisi del film ed è interessante come hai ricalcato i riferimenti alla pop art. Infatti il dinamismo e, a volte, l’irrequietezza di questa pellicola sono perfettamente in linea con i tempi moderni. Opinioni complementari alle tue e altri punti di vista li ho espressi sulla mia recensione de La Grande Scommessa, https://dermudetod.wordpress.com/2016/01/11/la-grande-scommessa/

    • wwayne ha detto:

      Anche la tua recensione è molto bella e interessante, come lo sono le riflessioni che hai condiviso sul mio blog. Grazie mille per il tuo ottimo intervento! : )

  8. ehipenny ha detto:

    L’ho visto anche io, bellissimo sia il film sia la tua recensione, la condivido 😉
    Buona domenica!

  9. GramonHill ha detto:

    Gran bella sorpresa questo film. In alcuni momenti ho riso di gusto. l’ho trovato davvero geniale. Volevo fare una recensione ma non sono ancora riuscito. Dopo ci provo.

  10. Gintoki ha detto:

    Ne ho sentito parlare ma sinceramente non mi ci sono accostato. Condivido il giudizio sugli outsider, è una figura che mi ha sempre esaltato, il tipo non considerato che tira fuori dal cilindro il colpo a sorpresa.

    • wwayne ha detto:

      E qua di colpi a sorpresa ce ne sono a sfilze! : ) Ti dirò che anch’io all’inizio ero freddo riguardo a questo film, ma poi è venuta fuori la mia anima da fan di White Collar che mi ha fatto dire “Perché no?” Insomma, andare a vederlo è stata una decisione d’istinto, e per fortuna l’istinto non mi ha tradito. Grazie per il commento! : )

  11. koredititti ha detto:

    non l’ho ancora visto, ma ci andrò. ottimo suggerimento

  12. pizzaDog ha detto:

    Visto appena uscito e sono rimasto piacevolmente sorpreso. Tutto mi sarei aspettato tranne che un film così “caotico” [viste le continue interruzioni di clip, immagini, didascalie, spiegoni da parte di celebrità ecc] ma allo stesso tempo dannatamente chiaro! Il cast poi è tutto ottimo [Carell su tutti, mi spiace molto che non sia stato nominato agli OScar].

    Davvero un gran bel film, sicuramente diverso da qualsiasi altro.

    • wwayne ha detto:

      Esatto. E sappiamo bene quanto sia difficile trovare qualcuno che abbia voglia di rischiare e provare a fare qualcosa di nuovo e diverso, in un contesto dove ormai quasi tutti i film sono sequel, prequel, reboot, remake e tutti gli altri nomi che hanno inventato come sinonimo di rimasticatura. Grazie per il commento! : )

  13. Barney Panofsky ha detto:

    E’ un film da vedere, assolutamente.
    La sarabanda di stilemi di quegli anni e’ funzionale al racconto dell’epoca, serve a contestualizzare la storia che e’ -ricordiamocelo- tutta vera.
    Mi ha stupito piacevolmente come si sia potuto fare un film senza un attore principale. Il main character e’ la storia, gli attori sono dei comprimari necessari; questo spiega la candidatura di Bale solo come attore non protagonista, ma io sfido chiunque a dire CHI e’ l’attore protagonista in questa storia: Carell? Gosling? Pitt (no, dai: Pitt no!)?
    Grandissimo cinema, mi spiace solo che molta gente andra’ solo perche’ c’e’ scritto “Brad Pitt” sul cartellone. E pensera’ di avere visto uno spettacolo, non uno scampolo di verita’…
    Consiglio la visione -per chi non l’ha mai visto- di “Margin call” subito dopo “The big short”: i due film sono complementari.

    • wwayne ha detto:

      Hai perfettamente ragione, la presenza di Brad Pitt è un plateale caso di stunt – casting. Che tra l’altro ha funzionato: mentre ero in fila per comprare il biglietto avevo davanti due donne che si consultavano su quale film vedere, e alla fine hanno scelto La grande scommessa proprio perché c’era Brad Pitt.
      Molto acuta anche la tua considerazione sul fatto che la storia sia il vero protagonista.
      Riguardo a Margin Call, se è complementare a La grande scommessa devo assolutamente vederlo: ti farò sapere. Grazie per il commento! : )

  14. kasabake ha detto:

    Ho appena finito di commentare una recensione analoga alla tua che il nostro amico Dave ha pubblicato sul suo blog ed entrambi i vostri pezzi sono concordi nel sottolineare soprattutto la grande originalità narrativa su come il regista e lo sceneggiatore abbiamo deciso di raccontare la vicenda, di per sé teoricamente intricata e potenzialmente noiosa.
    Come dicevo con Dave, andrò questo week-end al cinema con mia moglie saprò essere più preciso con entrambi nel dirvi la mia opinione: per ora complimenti al pezzo, a mio avviso un po’ più cinematografico del tuo solito, più attento alla tecnica di quanto tu non lo sia abitualmente, quando in questo tipo di film tendi di regola a privilegiare, nella tua esposizione, un giudizio sulla storia e sulla recitazione, mentre in questo caso sembri essere stato più colpito dal modo di parlare che non dal suo stesso contenuto.
    Una piacevole sorpresa, come deduco sarà anche il film.

  15. Gabriella ha detto:

    La tua recensione mi ha incuriosita molto. Lo dovrò vedere!

  16. francyshopping ha detto:

    Quindi nomination all’Oscar meritata? Non sono ancora riuscita ad andare a vederlo, ma direi che dopo la tua recensione sale in cima alla lista! 🙂

    • wwayne ha detto:

      Direi che tutte le nomination ottenute da questo film sono ampiamente meritate: la regia e la sceneggiatura sono molto creative, il montaggio riesce nella difficile impresa di intersecare 4 storie diverse senza confondere lo spettatore, e Bale è come al solito perfetto. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  17. banzai43 ha detto:

    Direi che mi hai convinto. Lo vedrò certamente. Buon proseguimento e buon fine settimana.
    banzai43

  18. Stefano ha detto:

    Avevo proprio in mente di andarlo a vedere! Ti farò sapere!

  19. Verena ha detto:

    Gran film. Serio, divertente ed originale.

    • wwayne ha detto:

      Hai perfettamente ragione: La grande scommessa riesce nell’impresa di essere, oltre che originale, anche serio e divertente al tempo stesso. Per la maggior parte della sua durata è divertente (e anche tanto), poi diventa più serio nel finale, quando Brad Pitt e Steve Carell pronunciano i dialoghi moralmente più significativi dell’intero film. Grazie per il commento! : )

  20. tachimio ha detto:

    Un film attualissimo i cui interpreti sono una garanzia. Da vedere assolutamente sia per la storia in sè che per ridere anche un pò.. Bravissimo come sempre. Grazie. Un abbraccio. Isabella

  21. siciliamara ha detto:

    Vorrei andare a vederlo. Mi hanno detto che si tratta di un film molto particolare.
    Hai una cultura cinematografica impressionante. Complimenti! Ti ringrazio per essere passato/a da me! Buona notte!

  22. Dania ha detto:

    Ho visto anche io questo film, mi piace molto come lo hai descritto, hai colto nel segno! Ottimo cast e bellissima regia, personalmente ho avuto qualche difficoltà con i termini tecnici.. ma questo è un mio limite!

    • wwayne ha detto:

      Ma no, anch’io ho avuto lo stesso problema! Via via però ho preso confidenza con il linguaggio del film, e mi sono trovato perfettamente a mio agio. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  23. BarTini@blog ha detto:

    Avevo già voglia di vederlo ma ora ancora di più!

  24. lapinsu ha detto:

    Non so come e perchè ma questo tuo post me l’ero perso.
    Ultimamente le notifiche di WP fanno veramente schifo.
    Leggendoti è inoltre cresciuto in me il rammarico per essermi perso questo film: dal multisala l’hanno già tolto e ora mi toccherà aspettare il dvd… mannaggia a me…

    • wwayne ha detto:

      Forse è un bene: per film di questo tipo ci vuole una certa concentrazione, e quindi la comodità di casa tua è senza dubbio una location migliore rispetto alla sala cinematografica. Grazie per il commento! : )

      • lapinsu ha detto:

        In realtà però la sala ha un fascino particolare e talvolta riesce a donare a film di per sè scialbi un fascino particolare.
        Vabbè, tanto ormai il treno è perduto, ho poco da fare se non aspettare il dvd 😦

  25. paroleinarmonia ha detto:

    Film bellissimo, l’ho semplicemente adorato!
    Mi ha colpito il modo in cui il regista è riuscito a mandare un messaggio così forte senza farlo sembrare troppo pesante durante la visione! Geniale gli intermezzi delle famose celebrità, magistrali Christian Bale e Steve Carrell! E bella anche la tua recensione, mi è piaciuta un sacco. 🙂

  26. giap79 ha detto:

    La tua ottima e interessante recensione, mi ha convinto a vedere questo film, sul quale, devo dire, ero inizialmente un po’ scettico. Ne approffito per complimentarmi conte per il bellissimo blog e per le cose che ci scrivi: complkimenti davvero. A presto

  27. tommy1704 ha detto:

    Ti lascio una piccola recensione di “Noi e la Giulia” che io stesso reputo un film che non ha riscosso tanto quanto si era preposto di meritare.
    Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi. Grazie.
    https://wordpress.com/post/tommasoallegri.wordpress.com/29

  28. SilviaGironi ha detto:

    Bel film, sono rimasta a pensare per almeno tre giorni dopo averlo visto! :’)

  29. shotbythewindows ha detto:

    Non ne avevo mai sentito parlare… mi incuriosisce!

  30. polissena ha detto:

    Ciao Wwayne, lo so che io qui non c’entro niente, ma non volevo scriverti sul blog. Tu sei una persona simpatica e gentile e ammiro come tu riesca a trovarti a tuo agio con persone che eufemisticamente definirei sgradevoli.
    Un abbraccio forte e…continua così.
    Paola
    Ah, il mio film preferito di Natale, e non solo di Natale, è Love actually. L’ho visto così tante volte!

  31. cinski ha detto:

    Ciao l’ho visto oggi pomeriggio dopo che me l’hai consigliato tu. Ottimo film! Christian Bale non delude mai

    • wwayne ha detto:

      Mi lusinga profondamente che tu abbia deciso di andare a vedere il film basandoti su una mia recensione. E ovviamente, mi fa molto piacere che anche tu l’abbia apprezzato. Grazie mille per il commento e per la fiducia! : )

  32. Ibizabynight ha detto:

    e comunque- anche se non sono un grande esperto di cinema- questo luogo mi fa sentire a mio agio, e ci tornerò con piacere 😉

  33. idiosincrasieblog ha detto:

    Sarà strano ma ho apprezzato questo film anche più di “Il caso spotlight”, entrambe storie vere. Non è facile stare dietro a tutti i dettagli e termini tecnici riguardanti il mondo delle speculazioni finanziarie, ma se fosse facile capire queste cose ci arricchiremmo tutti subito, giusto?
    Grazie per essere passato nel blog che sto iniziando: idiosincrasieblog.wordpress.com
    Se vuoi puoi passare in un altro mio blog riguardante, come il tuo, il mondo del cinema e della tv, che ho un po’ abbandonato per mancanza di tempo: schedefilm.blogspot.it
    Ciao wwayne e complimenti per questo bell’articolo.

  34. ettoremar ha detto:

    L’ha ribloggato su "Strane cose", il blog di Ettoree ha commentato:
    Ho visto al Cinema Politeama “La grande scommessa” ieri sera, 3 marzo, per i Giovedì d’autore, e il film mi è piaciuto tantissimo, per tanti motivi…

  35. La trovata dei personaggi “esterni alla storia” la reputo una genialata pazzesca. Avevo il timore che la gente in sala potesse non capire molti aspetti di questa storia vera ed intricatissima, invece il regista ha reso il tutto molto comprensibile.

    • wwayne ha detto:

      E infatti si è preso un meritatissimo Oscar. Ti dirò che anch’io avevo lo stesso timore, e infatti sono stato a lungo indeciso se vederlo o meno. Alla fine, come è successo con The Hateful Eight, i miei scetticismi si sono rivelati completamente infondati. Grazie per il commento! : )

  36. davidecuni ha detto:

    Appena esce lo streaming in HD su cineblog lo guardo

    • wwayne ha detto:

      Se ti va, poi fammi sapere come l’hai trovato. Se invece non dovessi più sentirti, per me avertelo fatto scoprire è già una grande soddisfazione. Grazie per il commento! : )

  37. foxinafatamistyca ha detto:

    Mi hai incuriosito… devo assolutamente vederlo… anche se avevo visto il trailer e mi era piaciuto un sacco.

  38. Fittybee ha detto:

    Visto proprio ieri per la seconda volta, per me é uno dei film meglio riusciti degli ultimi anni, veramente bellissimo.

  39. Alissa ha detto:

    La grande skommessa è un grande film! Naturalmente, Adam Mсkay è un genio. Si guarda a suo precedente film “Anchorman – La leggenda di Ron Burgundy” ( http://www.altadefinizione.one/3818-anchorman-la-leggenda-di-ron-burgundy-2004.html ) !!

    • wwayne ha detto:

      Adesso sto guardando la prima stagione di Daredevil, ma quando l’avrò finita seguirò senza dubbio il tuo consiglio di vedere Anchorman. Grazie mille per il commento e per il link! : )

  40. laruotalibera ha detto:

    Interessante, penso che guarderò presto il film!

    • wwayne ha detto:

      Se ti va, poi fammi sapere come l’hai trovato. Se invece non dovessi più sentirti, per me avertelo fatto scoprire è già una grande soddisfazione. Grazie per il commento! : )

  41. Cris ha detto:

    ecco io questo è un altro che mi sono persa: adesso basta, lo devo guardare anche io! Grazie della recensione!

  42. Erik ha detto:

    questo è sicuramente uno di quei film che fanno per me, me lo segno e conto di vederlo quanto prima…

  43. giovannibrilli ha detto:

    Stupendo! Lo vidi qualche mese fa! Mi ha coinvolto un sacco, mi sono trovato letteralmente a tifare per i protagonisti mentre facevano la loro “grande scommessa” contro il sistema!

    • wwayne ha detto:

      Hai perfettamente ragione: questo film ti carica a molla, e ti spinge a fare un tifo sfegatato per i suoi personaggi. In particolare per quello di Brad Pitt, che pur apparendo in un ruolo secondario è forse il vero “eroe” del film. Grazie per il commento! : )

  44. gabrielesbattella ha detto:

    Non l’ho mai visto … vedrò di colmare questa mia lacuna

  45. Grazie ancora per la segnalazione. Ricordo che in passato me ne avevi fatta un’altra e quest’estate conto di mettere in pratica i tuoi consigli. Diciamo che dalla trama pare che tutto stia per ripetersi: il neoliberismo mare USA si basa su 2 criteri, la cancellazione dei diritti sul lavoro che è perennemente precario e sottopagato; la continua compressione dei salari. Ciò si compensa con i debiti, cioè i soldi che le banche prestano senza garanzie sapendo che all’arrivo della crisi gli stati, via austerità e tagli, restituiranno gli azzardi agli speculatori. Come avrai intuito è il modello che impera con l’euro e che via austerità farà collassare gli stati europei e mondiali in una crisi dalle conseguenze devastanti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...