Di questo film non vi scorderete mai più

Il 2017 è stato l’anno in cui ho visto più film in assoluto: ben 112. Posso dirvelo con questa precisione perché tengo un elenco dei film visti nella mia posta elettronica: nei commenti condividerò con voi la lista del 2017.
A Dicembre, quando ho capito che per la prima volta avrei raggiunto quota 100 film in un anno, capii anche che come centesimo titolo non potevo scegliere un film qualunque. Ci voleva qualcosa di forte, di unico, che mi sarebbe rimasto impresso anche di lì a 5 anni. La scelta venne spontanea: Scappa – Get Out. Avevo intuito prima ancora di vederlo che sarebbe stato un film fuori dall’ordinario, ma non mi sarei mai aspettato una sceneggiatura così geniale, e soprattutto così originale: questo è forse il più bel complimento che si possa fare ad un film, dato che adesso la maggior parte delle storie che vediamo sul grande schermo sono una mera rimasticatura di altri film già visti in passato.
Di conseguenza, sono STRAFELICE che Scappa – Get Out abbia ottenuto una vagonata di nomination pesanti ai prossimi Oscar: hanno annunciato le candidature proprio oggi, e ovviamente questo non è stato l’unico spunto interessante.
Ho notato con piacere, ad esempio, che tra gli attori candidati ci sono molti nomi di grande talento: tra gli attori non protagonisti in particolare ci sono Willem Dafoe, Woody Harrelson e Sam Rockwell, 3 artisti a cui sono molto affezionato. Per i primi 2 vi potrei citare un’infinità di film che me li hanno fatti amare (tra di essi anche il recentissimo Seven Sisters); il terzo invece l’ho visto una volta sola ma in un film gigantesco, Stanno tutti bene. E’ uno dei miei film preferiti in assoluto, e quindi sono eternamente grato a chiunque ci abbia lavorato, foss’anche soltanto per portare il caffé a De Niro. Se vincesse uno di questi 3 attori (ed è probabile, dato che Rockwell è il gran favorito) sarei molto contento.
Sempre in quella categoria, leggo la candidatura di Christopher Plummer in Tutti i soldi del mondo come una chiara volontà di infierire su Kevin Spacey. Che ci fosse questo disegno lo avevo intuito già quando Plummer era stato candidato ai Golden Globes. In quel caso la frecciata era ancora più evidente, perché quelle nomination furono annunciate quando lui aveva finito di rigirare le scene di Spacey da pochi giorni: dubito fortemente che in così poco tempo i giurati dei Golden Globes abbiano avuto l’occasione di ammirare la sua performance, e quindi è chiaro che lo candidarono a scatola chiusa, per il puro gusto di fare un dispetto a Spacey. Lungi da me la volontà di difendere l’indifendibile, ma non mi è mai piaciuto colpire un uomo già a terra, e quindi leggo questa nomination come una stucchevole caduta di stile.
Positiva al massimo invece la decisione di candidare Baby Driver: tra l’altro è uno dei pochi film nominati che ho visto. Gli altri sono il già citato Scappa – Get Out, Dunkirk e Blade Runner 2049: di questi 3, il primo è l’unico che mi è piaciuto davvero.
Tra i film candidati che non ho visto invece mi ispirano molto The Post e Mudbound: il primo perché ci ha lavorato tutta la Hollywood che conta (un po’ come accadeva nei grandi kolossal degli anni 50), il secondo perché mi interessano molto i film sul razzismo.
Anzi, a pensarci bene mi ispira anche Kong: Skull Island: in parte perché non mi perdo un film di John Goodman, in parte perché me l’hanno descritto come un film tamarro a più non posso, e quindi non posso perdermelo. : ) Tra l’altro, dopo l’exploit di Suicide Squad l’anno scorso, questa è la seconda volta di fila che un film pataccone viene nominato agli Oscar: apprezzo molto quest’inversione di tendenza, perché anche in dei film senza pretese come questi è possibile trovare della qualità e perfino della bellezza, e quindi è giusto che l’Academy non li snobbi per principio.
Per la miglior sceneggiatura non originale tiferò a tutto spiano per 2 grandi registi nominati nella categoria sbagliata, James Ivory e James Mangold: il primo ci ha regalato Camera con vista (un altro dei miei film preferiti) e il secondo Cop Land, che considero uno dei migliori polizieschi di sempre.
Sempre in quella categoria riesce ad ottenere un posticino The Disaster Artist, che sembrava poter raccogliere molte più nomination: stupisce in particolare che non sia stato candidato per il miglior attore, dato che James Franco aveva addirittura vinto il Golden Globe. Anche qui temo fortemente che abbiano influito le accuse di molestie all’attore.
Per quanto riguarda le categorie principali, fino a poche settimane fa la lotta per il miglior film sembrava ristretta a 2 titoli: The Post e Chiamami col tuo nome. Poi nelle ultime settimane ha compiuto una clamorosa rimonta Tre manifesti a Ebbing, Missouri, e a questo punto mi sento di indicarlo come il favorito. Anche perché The Post è stato “bruciato” già adesso: era assolutamente imprevedibile che questo film ottenesse la miseria di 2 candidature, e questa bocciatura è stata forse la più grande sorpresa di queste nomination.
Non ingannino invece le 13 candidature di The Shape of Water: è un film di fantascienza, e questo è un genere che i giurati dell’Academy evitano come le cacche per strada. Potrebbe tuttavia vincere per la miglior regia: come vi ho detto prima, l’Academy è in vena di dispetti, e premiare un regista messicano sarebbe l’ennesima bordata a Trump da parte di Hollywood.
Non mi vengono in mente delle esclusioni particolarmente clamorose: sì, potevano candidare Wonder Woman e Assassinio sull’Orient Express, ma era chiaro che questi film non avrebbero comunque avuto grosse chances di vittoria. Questo mi fa pensare che almeno a livello di nomination la selezione dell’Academy sia stata oculata.
Tirando le somme, direi che queste candidature mi hanno soddisfatto: hanno nominato 2 film che ho apprezzato molto (Scappa – Get Out e Baby Driver), e anche tra gli attori ho diversi beniamini in lizza per il premio. E voi per chi tiferete alla prossima notte degli Oscar?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

131 risposte a Di questo film non vi scorderete mai più

  1. Menti Vagabonde ha detto:

    Trasmetti sempre entusiasmo per il cinema. Io credo invece di avere un record negativo, nel senso che ho visto decisamente pochi film…devo recuperare, magari uno di quelli citati

    • wwayne ha detto:

      Spero che questa lista dei film che ho visto nel 2017 ti dia degli spunti:

      Fino a qui tutto bene
      Recoil – A colpo sicuro
      Café Society
      By the gun
      Ex machina
      Hell or high water
      Lo stagista inaspettato
      The Machine
      The Colony
      Bastardi senza gloria
      Wanted – Scegli il tuo destino
      La famiglia Bélier
      The Sessions
      The Nice Guys
      Silence
      La La Land
      Il sesto senso
      Suburra
      Split
      A United Kingdom
      Sleepless – Il giustiziere
      Woman in Gold
      L’ultima parola
      Pompei
      Autobahn – Fuori controllo
      La battaglia di Hacksaw Ridge
      I predoni
      The Danish Girl
      Trainspotting
      Trainspotting 2
      Moonlight
      La legge della notte
      The Amazing Spider – Man 2 – Il potere di Electro
      Dredd – La legge sono io
      In dubious battle
      Loving
      3 colpi di Winchester per Ringo
      La tarantola dal ventre nero
      17 anni (e come uscirne vivi)
      Uomini di parola
      Life – Non oltrepassare il limite
      Codice Magnum
      2019 – Dopo la caduta di New York
      E vennero in quattro per uccidere Sartana!
      Nonno scatenato
      Whiskey Tango Foxtrot
      L’eccezione alla regola
      Romeo & Juliet
      Ghost in the Shell
      Classe Z
      Ultimi della classe
      Poveri ma ricchi
      Pelé
      Alien: Covenant
      Coppia diabolica
      I guerrieri della notte
      La principessa e l’aquila
      Rullo di tamburi
      Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra
      Milionari
      Verso la fine del mondo
      Breaking Dance
      Una doppia verità
      Spider – Man: Homecoming
      Cane mangia cane
      Dredd
      Vicky Cristina Barcelona
      Il duello
      Atomica Bionda
      Passengers
      Baby Driver – Il genio della fuga
      L.A. Confidential
      Quel momento imbarazzante
      L’ultima caccia
      V per Vendetta
      Come ti ammazzo il bodyguard
      Verso Sud
      Madre!
      Jukai – La foresta dei suicidi
      Blade Runner 2049
      Blade Gen
      Il destino sotto l’albero
      School of Rock
      L’uomo di neve
      Il buono, il brutto e il morto
      IT
      Saw – Legacy
      Borg McEnroe
      La ragazza nella nebbia
      La signora dello zoo di Varsavia
      Seven Sisters
      Betty Love
      The Birth of a Nation – Il risveglio di un popolo
      Black Jack
      La vita è un sogno
      40 pistole
      L’ultimo pellerossa
      The wolf of Wall Street
      Il nemico alle porte
      Scappa – Get Out
      Dunkirk
      The Promise
      L’uomo del giorno dopo
      Studio 54
      The Lady in the Van
      Harry ti presento Sally
      Il soldato di ventura
      La fuga di Logan
      Serpico
      Viale del tramonto
      Perché quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer?
      Ballata selvaggia

      Sono elencati nell’ordine in cui li ho visti. Come puoi vedere, è una lista decisamente variegata: si passa da Woody Allen a Dolph Lundgren, dal western alla fantascienza, dagli anni 50 all’altroieri. Il mio podio è:

      Medaglia di bronzo: L’eccezione alla regola
      Medaglia d’argento: A United Kingdom
      Medaglia d’oro: La famiglia Bélier

      Menzione speciale per The Promise: mi ha regalato oltre 2 ore di puro incanto, ma si è rovinato proprio sul finale, e quindi non me la sono sentita di dargli una medaglia.
      Incanto è un termine perfetto per descrivere anche L’eccezione alla regola: non a caso l’anno scorso, quando ero in preda ai dolori atroci di una bruttissima influenza, pensavo di continuo proprio a questo film per avere un po’ di sollievo almeno mentale.
      Dato che La famiglia Bélier è più vecchio del 2017, il mio film dell’anno è A United Kingdom: l’ho rivisto di recente su SKY, e mi ha regalato le stesse identiche emozioni della prima volta.
      Ci sono poi 4 film che non ho preso in considerazione per il podio, ma ricordo comunque con tantissimo affetto: Breaking Dance e Studio 54 perché traboccano di puro amore per la musica, Lo stagista inaspettato e Harry ti presento Sally perché sono dei feel good movies semplicemente perfetti. Molto bello anche Viale del tramonto, ma questo è scontato.
      Già che ci sono condivido anche la lista del 2018:

      I due volti di Gennaio
      Sette orchidee macchiate di rosso
      I corpi presentano tracce di violenza carnale
      Jimmy Dean, Jimmy Dean
      Non entrate in quel collegio
      Diplomacy – Una notte per salvare Parigi
      Sette note in nero
      Classe mista 3A
      Come ti ammazzo l’ex
      Good Bye, Lenin!
      Cosa avete fatto a Solange?
      Lo squartatore di New York
      5 bambole per la luna d’Agosto
      La tortura della freccia
      Zootropolis
      La schiava degli apaches
      La coda dello scorpione
      Morte sospetta di una minorenne
      Hardware – Metallo letale
      La carica degli apaches
      Free State of Jones
      Effetto notte
      Endgame – Bronx lotta finale
      Uomini violenti
      Notturno selvaggio
      Il giuramento dei Sioux
      Shark
      Good Kill
      La corta notte delle bambole di vetro
      Il terzo delitto
      La casa del corvo
      La morte accarezza a mezzanotte

      Di questi 32 film il più bello è sicuramente il quarto, “Jimmy Dean, Jimmy Dean.” Tra l’altro puoi vederlo su Youtube, completo e in italiano. Anzi, ti lascio proprio il link:

      Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

      • La famiglia Bèlier è piaciuto anche a me! 🙂

      • wwayne ha detto:

        Ti ringrazio moltissimo per il commento, e soprattutto per il tempo che mi hai dedicato nel leggere per intero questa mia lunghissima replica. Riguardo a La famiglia Bélier, che dire, un film straordinario. Mi fa molto piacere che anche tu l’abbia apprezzato! : )

      • Della tua lista ne ho visti pochi, ma ho apprezzato molto anche Lo stagista inaspettato, Il sesto senso, The Danish Girl ( altro capolavoro: di questo attore ho apprezzato anche il film su Stephen Hawking), Poveri ma ricchi, The wolf of Wall Street ( geniale 😀 )…. Come vedi, ben pochi rispetto alla tua lunga lista 😀

      • wwayne ha detto:

        Mi fa molto piacere che abbiamo le stesse opinioni su tanti film! : ) Su Lo stagista inaspettato ho anche scritto un post: https://wwayne.wordpress.com/2017/05/07/nessuno-come-lui/. Spero che ti piaccia! : )

      • Menti Vagabonde ha detto:

        Aiuto non ce la farò mai a mettermi al passo. Comunque alcuni film li ho visti alcuni anni fa ;). Devo cercare la Fuga di Logan poiché avevo letto il libro quando ero ragazzina. Altri non credo mai li vedrò, non mi attira il genere quindi devo fare posto ad altri. Mi sono piaciuti sia la medaglia d’argento e d’oro

      • wwayne ha detto:

        Allora hai degli ottimi gusti! : ) Riguardo a “La fuga di Logan”, devi assolutamente vederlo: è uno dei pochi film di fantascienza ad essere invecchiato bene, insieme al mitico “Il mondo dei robot.” Buone visioni! : )

    • ilblogvuoto ha detto:

      Wow, Wwayne, in un anno praticamente io e te abbiamo visto lo stesso film solo una volta, ossia Spider-Man Homecoming. Molti di questi film li ho visti prima del 2017, ad ogni modo

      • wwayne ha detto:

        In effetti è strano che di 112 film tu ne abbia visto soltanto uno “in contemporanea” rispetto a me. Da quello che hai scritto deduco che ti sei perso Ghost in the Shell: recuperalo, è un film visivamente e narrativamente bellissimo! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        Ho visto che hai guardato Zootropolis a Gennaio. Io in Autunno, quindi tecnicamente sono due

      • wwayne ha detto:

        L’ho guardato per un motivo molto particolare: il 23 Gennaio il mysky avrebbe cancellato la registrazione di quel film (con alcuni titoli mette una scadenza, non so perché), e quindi, dopo averlo lasciato lì ad ammuffire per mesi, sono stato infine costretto a vederlo. Come era già successo con I guardiani della notte e altri bei film che ho lasciato nel cassetto del mysky anche per anni, mi sono dato dello stupido per averlo ignorato per tutto quel tempo! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        Aspetta un attimo, ma uno dei primi film che hai visto è stato Ex Machina. Ho visto anche quello nel 2017, ed è stato uno dei migliori film di fantascienza visti l’anno scorso

      • ilblogvuoto ha detto:

        Come fai a tenere dei film registrati per anni?! O – O

      • wwayne ha detto:

        Miracoli del mysky! : ) Comunque hai ragione, Ex machina è un bellissimo film, anche se a differenza tua non lo metterei tra i migliori che ho visto l’anno scorso. Dovessi fare una Top 10, sarebbe questa:

        1) La famiglia Bélier
        2) A United Kingdom
        3) L’eccezione alla regola
        4) The Promise
        5) Breaking Dance
        6) Studio 54
        7) Harry ti presento Sally
        8) Lo stagista inaspettato
        9) Viale del tramonto
        10) Ghost in the Shell

        Spero che anche quest’altra mini – lista ti dia degli spunti per le tue visioni future! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        Harry ti presento Sally era la prima volta che lo vedevi? Tu sei uno che guarda e riguarda un film spesso?

      • wwayne ha detto:

        Era la prima volta che lo vedevo, e mi capita molto di rado di rivedere un film: preferisco piuttosto vederne un altro per la prima volta. Soprattutto in un periodo come questo, in cui sono pieno fino al collo di film da vedere. Quando li avrò esauriti tutti, ti farò sapere se ne ho trovato almeno uno interessante! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        Anch’io ho classici che, a sorpresa, non ho mai visto. Alcuno potrebbero sorprenderti, viste le mie passioni. Adesso, mi accingo a scrivere un articolo in inglese

      • wwayne ha detto:

        Come al solito mandami il link, per favore! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2018/01/25/the-culture-behind-a-megazord-today-shotaro-ishinomori-would-have-turned-80/ ok ma ho i miei dubbi che tu sia appassionato alle sue opere. Perlomeno, penso che tu sappia chi siano Tezuka e Go Nagai

      • wwayne ha detto:

        Corro a commentarlo! : )

  2. Daniele Artioli ha detto:

    Anche per me sono state piuttosto prevedibili, cosí come la politicizzazione dei premi che continua imperterrita. Io continuerò a difendere Spacey a spada tratta finchè non verrà giudicato colpevole in maniera legale, per cui sono d’accordo con quello che dici su Plummer: ovviamente è stato bravissimo in Tutti i soldi del mondo, che mi è piaciuto da impazzire, ma la scelta di nominarlo è politica e basta. Come è politica secondo me anche Get Out, che, vado controtendenza, a me proprio non è piaciuto; al massimo lo trovo nella media, ma per me proprio non da Oscar. Tra l’altro, e poi chiudo la parentesi, spero non diano seguito alla frecciata della Portman sui registi ai Golden Globe, perchè è stato veramente ingiusto nei confronti degli artisti candidati.
    Meryl si prende la sua prevedibile candidatura, speravo che Blade Runner 2049 ne prendesse di piú, e sono contentissimo per il nome italiano tra i Miglior Film, sarebbe davvero un bel colpo!
    Anche a me ne mancano tantissimi, devo iniziare a mettermi sotto e cominciare a guardarli tutti!
    PS. Io ho iniziato quest’anno a tenere il conto dei film che vedo usando Letterboxd, una app di cinema: ho creato una lista dove inserisco tutti i film che vedo quest’anno per la prima volta ed è molto comoda come cosa.

    • wwayne ha detto:

      Non siamo d’accordo su Scappa – Get Out, ma anche a me è capitato molte volte di disprezzare un film amato da critica e pubblico. Mi è successa altrettanto spesso la cosa opposta, ovvero apprezzare un film che il resto del mondo aveva odiato. L’anno scorso questo scollamento tra i miei gusti e quelli della massa si è fatto più evidente che mai, perché ci sono stati almeno 3 film che hanno amato tutti tranne me: infatti oltre ai 2 citati nel post (Dunkirk e Blade Runner 2049) rientra sicuramente nella categoria anche La La Land, che ritengo un film molto sopravvalutato. L’ho sparata grossa, lo so. : ) Grazie mille per la dritta su Letterboxd e per il ricchissimo commento! : )

  3. A me fa molto piacere che “Logan” abbia ottenuto la candidatura come miglior sceneggiatura non originale.

    Non vincerà, ma è un ottimo riconoscimento per un film che eleva di molto qualitativamente gli standard del suo genere di appartenenza.
    E se non sbaglio dovrebbe essere il primo Marvel della storia ad ottenere una Nomination in una categoria non tecnica.

    • wwayne ha detto:

      Può darsi: mi viene in mente solo un altro cinecomic che ha ottenuto quel tipo di nomination (Il cavaliere oscuro), ed era un film della DC.
      Anche questa non è stata un’esclusione clamorosa, ma sarei stato contento se avessero trovato un posticino anche per Spider – Man: Homecoming. Se fosse stato un film “normale”, una nomination per la sceneggiatura e un’altra per Michael Keaton le avrebbe ottenute a mani basse. Grazie per il commento! : )

  4. lapinsu ha detto:

    Ho visto Get-Out qualche mese fa e, complici le opinioni ultraentusiaste che avevo raccolto in giro, sono rimasto un tantino deluso.
    Intendiamoci, è un gran bel film ma non mi ha convinto fino in fondo. Temo di essere stato vittima del condizionamento, come spesso accade quando senti tante persone parlarti bene\male di un film.
    Comunque, al di là di tutto, mi ha stupito sia stato inserito nel gruppetto dei miglior film dove, permettimi di sottolinearlo, l’assenza di Logan grida vendetta.

    Passo ora a elencarti brevemente le mie “speranze”, dettate più dal tifo becero che altro, giacchè ho visto pochissimi dei film in lizza.
    MIGLIOR FILM: chiamami col tuo nome. Sarebbe troppo bello vedere un’italiano vincere questo premio

    MIGLIOR ATTORE: tutti gli indizi portano a Oldman ma francamente mi piacerebbe vedere Day-Lewis alzare un’ultima stautetta con il suo ultio lavoro

    MIGLIOR ATTRICE: Meryl è sempre Meryl… al più solo la Robbie, almeno alziamo l’asticella della gnocchitudine.

    MIGLIOR REGISTA: Nolan o Del Toro, lo meritano entrambi per il lavoro fatto

    MIGLIOR SCENEGGIATURA: ecco che qui l’originalità di GET OUT avrebbe un suo perchè

    MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: Logan (cazzo, questo film non può non vincere manco un oscar…)

    Cosa ne pensi di queste mie speranze?

    • wwayne ha detto:

      Penso che la categoria miglior regista sia quella dove puoi trovare più soddisfazione: come ho scritto nel post, l’occasione di punzecchiare Trump premiando un regista messicano è davvero troppo ghiotta.
      Nolan rimarrebbe quindi stritolato dalle logiche politiche, ma in questo caso lo ritengo un bene: a mio giudizio Dunkirk è stata una battuta d’arresto nella sua carriera, e l’ennesimo mancato Oscar gliene farebbe prendere coscienza. Se invece lo premiassero proprio per il suo film più brutto, a quel punto Nolan penserebbe di essere nel giusto, e quindi continuerebbe sulla strada dei film sperimentali e mal riusciti. No, lui deve tornare a fare film “classici”, e abbandonare subito questa deriva “autorale” che ha intrapreso con Dunkirk.
      Riguardo a Daniel Day – Lewis, non ci credo mica tanto a sta storia del ritiro. L’aveva già fatto negli anni 90, andando a lavorare come calzolaio proprio qui a Firenze: in pratica una vacanza allungata, dato che cedette presto al richiamo delle sirene di Hollywood. Qui puoi trovare tutta la storia: https://www.vanityfair.it/people/mondo/13/01/29/daniel-day-lewis-calzolaio-firenze-bottega.
      Riguardo a Margot Robbie, avevo intuito il suo talento e il suo carisma già in Suicide Squad, quindi non mi stupisce affatto che sia arrivata fino alla nomination all’Oscar. Questa donna è sesso allo stato puro, quindi il rischio di rimanere intrappolata nei ruoli da oggetto sessuale era altissimo; tuttavia lei ha saputo mettere in mostra anche altre doti, e adesso questi meriti le vengono riconosciuti.
      Colgo l’occasione per dirti che, dopo settimane di duri sforzi, sono finalmente riuscito a scrivere un post su “Jimmy Dean, Jimmy Dean.” E’ stato difficile trovare il modo di rendere giustizia ad un film così bello e così particolare, quindi ho provato grande soddisfazione quando finalmente ne sono venuto a capo. Se vuoi guardare questo film, lo trovi su Youtube, completo e in italiano. Anzi, ti metto qua il link:

      • lapinsu ha detto:

        Grazie per il link, amico!!!!
        Per quanto riguarda le previsioni, credo tu abbia ragione: Del Toro è favorito perchè il suo essere messicano peserà tantissimo. E comunque lo meriterebbe lo stesso, giacchè è un regista geniale.
        Anche, come te, spero che Nolan non vinca la statuetta con Dunkirk perchè, pur reputandolo un bel film, non lo consideor minimamente alla pari con altri suoi capolavori come Dark Knight o Interstellar, ed è a questo genere di film che deve dedicarsi in quanto uno dei pochissimi registi in grado di fare “blockbuster d’autore”.
        Incrociamo le dita, anche per la passerosissima Margot!!
        (ma tu l’hai visto I Tonia? Ho sempre pensato fosse una cagata, ma questa candidatura mi ha indotto un po’ a ricredermi).

      • wwayne ha detto:

        Che io sappia I, Tonya non è ancora uscito in Europa, quindi credo che non l’abbia ancora visto nessuno. Comunque è un classico film “da Oscar”: ogni anno ci sono sempre un film storico (L’ora più buia), uno sul razzismo (Mudbound) e uno biografico (I, Tonya). Io non penso che vedrò quest’ultimo film: Margot Robbie mi interessa quando interpreta dei ruoli “scostumati”, non quando prova a fare l’attrice impegnata. : )
        Come ho scritto nel post, credo che quest’anno dei film candidati vedrò solo Mudbound e The Post. Il primo posso vederlo quando voglio, perché è in rete da tantissimo; per il secondo invece devo aspettare ancora una settimana, e se mi piacerà abbastanza gli dedicherò il mio post di Febbraio. In caso contrario, potrò sempre tirare fuori dal cassetto il mio post su “Jimmy Dean, Jimmy Dean”, oppure quello su Blood Drive! : )

      • lapinsu ha detto:

        hai visto blood drive, la serie intendo?
        l’ho scaricata tempo fa e tenuta nel cassetto perchè mi convinceva poco: un tuo parere potrebbe essere propellente sufficiente ad una immediata visione 🙂

      • wwayne ha detto:

        Allora guardala subito: è una serie pataccona al massimo, con personaggi che spaccano e trovate narrative geniali in ogni singola puntata. Non puoi perderla! : ) Corro a commentare il tuo ultimo post (https://lapinsu.wordpress.com/2018/01/25/denial-la-verita-negata/)! : )

      • lapinsu ha detto:

        bene bene bene
        da come la descrivi è una serie perfetta da vedere mentre mi alleno!!!

        mi mancano due puntate per finire Designated Survivor e poi attacco subito con questa!!!!

  5. lali1605 ha detto:

    Grande grandissimo, anch’io una volta ero come te. Adesso ho visto Coco, che ti dirò merita…ho pianto. Volevo vedere l’ora più buia ma da noi i film al venerdì li proiettano o prestissimo o tardissimo….scandaloso. Per cause di forza maggiore dovrò vedermi Made in Italy, magari mi stupirà ma Accorsi mi fa innervosire a pelle…

    • wwayne ha detto:

      Anch’io probabilmente vedrò Made in Italy, e anche nel mio caso sarà per cause di forza maggiore: una mia amica è una fan sfegatata di Ligabue, e quindi è sicuro al 100% che ci proporrà di andare a vederlo.
      Riguardo a Coco, sai che anche a me una volta è capitato di piangere per un film? Ne ho parlato in questo mio post: https://wwayne.wordpress.com/2015/01/15/vi-devo-confessare-una-cosa/. Spero che ti piaccia! : )

      • lali1605 ha detto:

        Come te, ci penseremo…mio marito per Ligabue ammazzerebbe…a me piace la sua musica. Ma il tour dopo l’operazione scandaloso. No dico, vengo a vederti cantare e tu cosa fai mi fai vedere 10 minuti di film? Basta. Ripeto poi Accorsi più mi irrita più fa film…madò, na’ congiura. Poi che rottura aveva già girato da zero a 10, e cosa c’entra Riko con l’altro personaggio? bah. POi leggo il link…e ti dico…

      • wwayne ha detto:

        Grazie per l’attenzione! : )

  6. Fairylove ha detto:

    Della lista che hai messo del 2017 ne ho visti 18 di quella del 2018 solo zootropolis 😉 e sono tentata di vedere Scappa- Get Out però non sono molto convinta…

    • wwayne ha detto:

      Ti capisco: è un film molto particolare, e quindi può benissimo non piacere.
      Riguardo alle mie liste, ti ringrazio moltissimo per il tempo che mi hai dedicato nel leggerle, e ti consiglio caldamente un altro splendido film che ho visto nel 2018: “Jimmy Dean, Jimmy Dean.” Lo trovi su Youtube, completo e in italiano. Anzi, ti metto qua il link:

      Spero che ti piaccia! : ) Grazie per il commento! : )

  7. Vincenzo ha detto:

    Scappa – get out l’ho messo al secondo posto dei miei film top del 2017, non so se avevi visto. Hai ragione, una gran sceneggiatura.
    Non tiferò nessuno in particolare, ma sono ansioso di vedere La forma dell’acqua, il film che ha ricevuto 13 candidature!!

    • wwayne ha detto:

      Avevo visto il tuo post collettivo sui migliori film del 2017, e metto qua il link nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://lultimospettacolo.wordpress.com/2018/01/04/i-nostri-top-flop-2017/.
      Riguardo a La forma dell’acqua, non sono un grande appassionato di fantascienza, quindi temo che neanche le 13 candidature siano uno stimolo sufficiente per convincermi a vederlo. Potrei prendere in considerazione invece il film dei Tre manifesti: mi puzza di film autorale e depresso, ma un blogger di cui mi fido (il grande https://ierioggidomaniblog.com/) l’ha raccomandato caldamente, e lui non parla mai per dare fiato alla bocca. Grazie per il commento! : )

      • Giuseppe Causarano ha detto:

        Troppo gentile! 😀 Comunque su “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri” posso garantire eheh 🙂

      • wwayne ha detto:

        E infatti è proprio la tua raccomandazione che mi ha indotto ad aggiungere il film alla mia watchlist: se tu non ne avessi parlato bene, ti confesso che non l’avrei neanche preso in considerazione. Ti farò sapere come l’ho trovato! : ) Grazie per il commento! : )

      • Vincenzo ha detto:

        grazie a te…
        il film di Del Toro dovrebbe essere più fantasy che fantascienza…. il che per me è anche peggio, perché amo la fantascienza ma un po’ meno il fantasy… però ha pure vinto il Leone d’Oro, bisognerà pur dargli una chance 😉
        magari è il film che ci farà ricredere su quel genere…
        Tre manifesti è nella mia lista dei film da vedere a brevissimo, spero di farcela la prossima settimana… ciao

      • zivkoinwonderland ha detto:

        Anche a me Tre manifesti è piaciuto, non l’ho trovato per nulla depresso o deprimente, anzi è il ritratto di quella America lontanissima da La la Land…

      • wwayne ha detto:

        L’America è un paese molto grande e molto variegato, e questo dà la possibilità di raccontarla sotto moltissimi punti di vista, da quello patinato al massimo di La La Land a quello spartano dei film indipendenti come Tre manifesti. Più tutte le sfumature che ci sono nel mezzo tra questi due estremi, ovviamente! : ) Grazie per il commento! : )

  8. ilblogvuoto ha detto:

    Quando si parla di Scappa, tendo sempre a pensare a come Jordan Peele sia famoso per far parte di un duo comico, eppure ha tirato fuori uno degli horror migliori degli ultimi anni.
    Non vedo l’ora di leggere la tua lista! Io pensavo di fare la lista dei film che ho visto nell’estate del 2017, ma è in bozza da mesi! Invece ora a poco a poco menziono sul mio blog i film che vedo in questo 2018.

  9. luigicalisi ha detto:

    Dei film candidati finora ho visto soltanto “Dunkirk” e “Tre manifesti a Ebbing, Missouri” e mi sono piaciuti entrambi, anche se in maniera diversa. Sam Rockwell – che ho visto per la prima volta proprio in Tre manifesti – bravissimo.

    (Ti consiglio caldamente “Kong: Skull Island”: nomination a parte, è stata una delle sorprese del 2017 per me. Ovviamente va visto con un approccio scanzonato e nel giusto stato d’animo!)

    Comunque, a proposito di liste: recentemente ho scoperto Letterboxd, un sito che permette di crearsi un account e “archiviare” i film visti (anche in forma di diario). Devo dire che è molto utile, oltre a essere ben organizzato. Dacci un’occhiata 😉

  10. Giuseppe Causarano ha detto:

    Intanto congratulazioni per la cifra dei film, non è semplice! A proposito di “Stanno tutti bene”, ti consiglio, se non lo hai visto, il film originale del 1990 di Tornatore. Per quanto riguarda le candidature, direi che abbiano rispettato le attese e qualche novità non manca. Personalmente tiferò per “Dunkirk”, per l’Oscar alla regia per Christopher Nolan, per Frances McDormand, Sam Rockwell e uno tra Hans Zimmer e Carter Burwell alla colonna sonora. 😉

    • wwayne ha detto:

      Su Frances McDormand e Sam Rockwell vai praticamente sul sicuro: i loro Oscar, così come quello di Gary Oldman, sono praticamente blindati. Un po’ più di incertezza tra le attrici non protagoniste: categoria che andrebbe ribattezzata “Saranno famose”, visto che le candidate sono perlopiù delle illustri sconosciute. Su imdb hanno fatto un po’ di polemica in particolare per la nomination di Lesley Manville: è stata praticamente un coniglio dal cilindro, dato che negli altri premi cinematografici non aveva ottenuto neanche la candidatura (fatta eccezione per il BAFTA, che comunque non ha vinto). Ma in fondo gli Oscar sono belli anche per questo, per i colpi di scena che ci riservano ogni anno sia alle nomination che alle premiazioni! : )
      Ti rimando al link di imdb che ti citavo prima, e che riassume tutte le decisioni più sorprendenti dell’Academy (esclusioni comprese): http://www.imdb.com/oscars/2018-oscars-snubs-and-surprises/ls021360258/mediaviewer/rm3749848576. Grazie anche per il consiglio sul film di Tornatore, voglio assolutamente vederlo! : )

  11. musicaamezzaria ha detto:

    E Lady Bird?? E’ stata una grande sorpresa e Greta Gerwing è un’attrice fantastica…sono curiosa di vederla nei panni di regista. Per di più ho letto che sono almeno 8 anni che non viene nominata una donna nella categoria Miglior Regia. Ho visto il trailer del film e non vedo l’ora che esca nelle sale!

    • wwayne ha detto:

      Il bello è che quest’anno potevano esserci perfino 2 registe candidate: infatti anche Mudbound è diretto da una donna. Mi veniva da dire “Sarà per la prossima volta”, ma poi ho capito che probabilmente non ci saranno mai 2 donne candidate in quella categoria. È stata sprecata un’occasione unica. Grazie per il commento! : )

  12. diserieZero ha detto:

    Quando ti leggo capisco che esistono due tipi d’invidia: 1) L’invidia malsana e denigrante che, grazie al cielo, non mi appartiene. 2) L’invidia riguardosa ed ammirevole, che provo sempre nei confronti di chi sa buttarsi a capofitto nelle proprie passioni, come fai tu. Un’ “anima e core” cinematografico da pelle d’oca che mi rende orgogliosa di leggerti, anche se non informata nell’ambito quanto lo sei tu. Ma si legge e si impara, si riflette e si assimila, ci si compiace e si stima. Sempre bravo e coinvolgente. Bravo! Buona giornata wwayne 🙋

  13. szandri ha detto:

    Caspita, che lista! Io guardo pochissimi film, solo ultimamente mi sono “forzata” e mi ritaglio il tempo per andare a vedere film in lingua originale una volta al mese. Ho iniziato a segnarmi i titoli di alcuni film che mi ispirano, ne ho presi un pochi anche dalla tua lunga lista. 🙂

    • wwayne ha detto:

      Ti ringrazio moltissimo per il tempo che mi hai dedicato nel leggere la mia sterminata lista, e mi fa molto piacere che scorrendola tu abbia trovato degli spunti per le tue visioni future. Grazie ancora per il tuo graditissimo commento! : )

      • szandri ha detto:

        Grazie e te. Leggerti è stimolante, è bello vedere/leggere/ascoltare qualcuno parlare delle proprie passioni.

      • wwayne ha detto:

        Anch’io trovo molto stimolanti le nostre chiacchierate. Spero di farne presto un’altra, sul mio blog o sul tuo! : )

  14. luisa zambrotta ha detto:

    Che bella lista hai suggerito! Grazie

  15. fulvialuna1 ha detto:

    Grazie per questa bella recensione, ho messo in lista il film.

  16. Fairylove ha detto:

    Ciao, alla fine ho visto Scappa – Get Out. Che dire è allucinante ma bello. Mi ha tenuta con il fiato sospeso per tutto il tempo e il finale è stato sconvolgente. Pensavo peggio invece mi è piaciuto…

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere che anche tu abbia apprezzato il film, e mi lusinga il fatto che tu abbia deciso di vederlo grazie alla mia raccomandazione. Spero di darti presto altri spunti per le tue visioni future. Grazie mille per avermi fatto conoscere il tuo parere! : )

  17. Bellissima e interessante lista complimenti!

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente. Grazie mille per i complimenti, per il commento e per il tempo che mi hai dedicato nel leggere la mia lista! : )

  18. GramonHill ha detto:

    Scappa – Get out l’ho visto proprio qualche giorno fa. Non ho gridato al capolavoro ma è stato molto interessante. Più che altro perché è finito esattamente come speravo XD

    P.s. Voglio assolutamente leggere una tua recensione sul film E vennero in quattro per uccidere Sartana 🙂

    • wwayne ha detto:

      Mi è già capitato in passato di recensire un film western: quel post (https://wwayne.wordpress.com/2016/10/02/ti-amo-ancora-wendy/) ebbe un successo clamoroso, quindi non escludo di ripetere l’esperienza. Tuttavia, non credo che il prossimo western a venire recensito sarà il film che hai citato: non tanto per il suo valore artistico (che meriterebbe in pieno di venire celebrato), quanto piuttosto perché è introvabile, e quindi non avrebbe senso raccomandare un film che nessuno potrebbe vedere.
      Non ci crederai, ma purtroppo questa situazione mi è capitata molto spesso: mi sono ritrovato per le mani un film bellissimo, avevo anche delle idee su come recensirlo, ma alla fine ho dovuto mollare tutto perché mi sono accorto che era introvabile.
      Ti ringrazio moltissimo per il commento, e soprattutto per il tempo che mi hai dedicato nel leggere per intero la mia sterminata lista di film! : )

  19. Elena ha detto:

    Vedo che te lo hanno già consigliato ma… anche io dalle primissime righe del tuo post ho subito pensato che Letterboxd fosse perfetto per te! Anzi, strano che non lo conoscessi già! Da quando l’ho scoperto non posso più farne a meno! 😀
    Se mai lo farai vorrò seguirti anche lì. Ti lascio il link del mio: https://letterboxd.com/anelena/

  20. natipervivereblog ha detto:

    Carissimo, scusami se scrivo solo oggi, ma sto uscendo da un periodo di convalescenza a seguito di un intervento chirurgico.
    Che dirti?
    Sei una miniera di pura ricchezza, dalla quale io posso solo attingere e ringraziarti infinitamente
    Un grazie infinito
    Adriana

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi fanno sempre un enorme piacere. Riguardo alla tua salute, mi dispiace molto che tu abbia dovuto affrontare un intervento chirurgico, e mi auguro di cuore che tu torni presto al massimo della forma. Grazie a te per il tuo apprezzatissimo commento! : )

  21. bluebird90 ha detto:

    Devo ammettere che mi fai sempre venire voglia di vedere i film che recensisci, quindi credo che con calma inizierò a guardarne alcuni della tua lista dopo aver spuntato quelli già visti. Devo ammettere che durante queste due influenze del nuovo anno mi sono data molto allo schermo e alla visione di generi di film che non sapevo mi piacessero. Grazie!

    • wwayne ha detto:

      Vale lo stesso per me: come era già successo lo scorso anno, ho approfittato delle vacanze di Natale per vedere dei film che stavano ammuffendo sui miei scaffali da anni e anni. Per fortuna erano quasi tutti belli, quindi ho speso decisamente bene quei giorni di vacanza! : ) Grazie mille per i complimenti, per il commento e soprattutto per il tempo che mi hai dedicato nel leggere la mia sterminata lista! : )

  22. Sara Fabian ha detto:

    wow tantissimi film :O

    • wwayne ha detto:

      Eh, devo dire che l’anno scorso mi sono sforzato un bel po’! : ) Se vuoi sapere quali sono i 112 film che ho visto nel 2017, trovi la lista completa tra i primissimi commenti a questo post. Grazie per essere intervenuta sul mio blog! : )

  23. Luca ha detto:

    Ciao, come promesso sono passato a trovarti! 😉 Non ho mai avuto un buon rapporto con il cinema; se non vado errato, l’ultimo film che ho visto dev’essere stato The Danish girl – tralasciando vari Star Wars, saga che seguo fin da quando ero bambino. Ho visto le liste che hai proposto, e di tutti quegli innumerevoli film che hai suggerito, di sicuro quelli che ho visto li puoi contare sule dita di una mano. Ti auguro una felice giornata.

  24. mikitazzi ha detto:

    Che gusto leggere così tanta cultura cinematografica. Mi rimetti la voglia di andare al cinema e cmq concordo il pieno su “Scappa”

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e mi fa molto piacere di averti risvegliato la passione per il cinema: è uno dei luoghi più densi di magia e di fascino che ci siano al mondo. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  25. Mirta ha detto:

    Anche io, come te, ho molto apprezzato Scappa-Get out. L’ho trovato geniale, per niente scontato e ricco di spunti molto interessanti. C’è una cura nei particolari che lo rende davvero un film speciale.
    Per il resto le nomination agli Oscar le ho trovate molto bizzarre. Parliamo di The Post, per esempio, che pur con una penuria di nomination comunque resta un film che ho apprezzato molto. E’ un film autorevole, con nomi autorevoli e che racconta una storia importante. Io poi amo Meryl Streep, di un amore che è un’arma a doppio taglio perché se da un lato mi precipito a guardare ogni film in cui recita, dall’altro la sua grandezza in qualche modo offusca un poco quello dei suoi personaggi.
    Di fronte al poco considerato The Post poi c’è Tre manifesti a Ebbing, Missouri che è stato unanimamente considerato il film dell’anno. Infatti si è beccato una vagonata di nomination mentre io, che avevo iniziato a guardarlo con grandi aspettative, sono rimasta davvero malissimo. Ecco, probabilmente non ho saputo cogliere quello che dovevo cogliere ma credo che sia proprio tanto sopravvalutato.
    Dunkirk invece l’ho proprio adorato. Per moltissime ragioni. E il mio tifo più grande va proprio a Nolan.
    Per quanto riguarda Guillermo del Toro, invece, c’è da fare un discorso a parte secondo me. Non vedevo l’ora di guardare The shape of water, che come quasi tutti i film, ho guardato in lingua e mi sono sorpresa piacevolmente del fatto che abbia apprezzato questo film al di sopra delle mie aspettative. Sono quasi convinta, a differenza tua, che prenderà un sacco di premi se non proprio la statuetta per miglior film esattamente per le ragioni per cui secondo te non vincerà. Premiare un messicano, in piena atmosfera Trump, con un film fantascientifico che essenzialmente parla di amore, riscatta il “diverso” e omaggia il Cinema è moooolto academy awards style. Tutto molto al posto giusto, come dire!!!! Quando 12 anni schiavo strappò la statuetta a The wolf of Wall Street in uno scroscio di applausi non mi meravigliai per niente sebbene secondo me The wolf of Wall Street meritasse cento statuette, una gigante per Di Caprio. Va bè, si è capito che tifavo The wolf of Wall Street 😉
    Comunque ci siamo quasi. Staremo a vedere. Ho guardato anche Lady Bird, in lingua ovviamente. Bellissima Saoirse Ronan. Io continuo a tifare per Dunkirk, sebbene mi resta ancora da guardare L’ora più buia e Il filo nascosto. Potrei ricredermi. 🙂
    Ho guardato la lista dei tuoi film 2017. Per me il 2017, come avrai avuto modo di capire se hai seguito un po’ il mio blog, è stato un anno pieno di primi passi, pappe, pannolini e molto altro e anche se ho visto molti film, non quanti avrei voluto, non ho avuto modo di dedicarmi al blog come si deve.
    Nella tua lista ho trovato molti film che ho visto anche io. Per esempio Danish girl, che sebbene sia un film lentino, ho gradito molto. Ho trovato Pompei nella tua lista. Quello di Anderson, giusto? Dimmi cosa ne pensi. Quello l’ho guardato che ero in Australia. Me lo ricordo come fosse ieri e sono rimasta maliiiiisssssimo. Penso che sia uno dei film più inverosimili e brutti che abbia mai visto.
    Ah, quasi dimenticavo Mother di Aronofsky. L’hai guardato anche tu, ho letto. Ecco, per me Mother è stato un capolavoro.Questo è il link del mio post a riguardo. https://recensionieco.wordpress.com/2018/02/13/mother-darren-aronofsky/
    Il grande escluso da tutto. E’ stato anche candidato ai Razzie. Cioè, parliamone! Credo che Aronofsky abbia fatto un atto di coraggio a girare un film che non stravolge la sua poetica e la sua idea di arte. Tu cosa ne pensi?

    • wwayne ha detto:

      Penso che i nostri gusti sul cinema siano radicalmente diversi: a differenza tua non ho apprezzato Dunkirk e Madre!, mentre mi è piaciuto abbastanza Pompei.
      Siamo d’accordo invece su The Post e il film dei Tre manifesti: il primo meritava molte più nomination, il secondo invece fa così schifo che l’ho mollato per il disgusto dopo soli 20 minuti. Un concentrato di depressione fine a se stessa con pochi eguali nella storia del cinema. Ma l’Academy ama i film “tristoni” come questo, quindi non mi stupisce affatto che abbia delle ottime chances di vincere l’Oscar più importante.
      Non sapevo che fossero uscite le nomination ai Razzie Awards: appena ho letto il tuo commento mi sono fiondato a consultarle su Wikipedia, e mi sono accorto con un certo disappunto che hanno candidato anche Autobahn – Fuori controllo. Ora, va bene che ha una sola candidatura e neanche così importante (miglior attore non protagonista), ma questo è un action movie coi fiocchi, scritto benissimo e girato ancora meglio. Non c’era un motivo al mondo per affibbiargli questo marchio d’infamia. Ma forse era un modo per lanciare un messaggio ad Anthony Hopkins: negli ultimi anni ha fatto mille camei in altrettanti film che un tempo non avrebbe neanche preso in considerazione, e i giurati dei Razzie volevano suggerirgli di tornare a fare soltanto film di serie A. Io invece non sono così snob: al contrario, ritengo che sia un segno di grande umiltà se un attore pluripremiato e super – famoso decide di prestare il suo talento anche a dei film “di genere” come Autobahn.
      Ti ringrazio moltissimo per aver condiviso sul mio blog un commento da 10 e lode, e soprattutto per aver avuto la pazienza di riscriverlo da capo: in molti non mi avrebbero mai dedicato così tanto tempo. Sei stata bravissima in tutti i sensi! : )

      • Mirta ha detto:

        Grazie per aver risposto cosi velocemente. Sono contenta di aver trovato qualcuno che la pensa come me su Tre manifesti a Ebbing, Missouri. È sempre un piacere leggere il tuo blog e conversare di cinema. Comunque spero di “completare il quadro” molto presto con L’ora piu buia e Il filo nascosto. Almeno per le candidature al miglior film. Ti farò sapere cosa ne penso.

      • wwayne ha detto:

        Attendo tue notizie allora! A presto! : )

  26. Mirta ha detto:

    Finalmente ho guardato Il filo nascosto di P.T. Anderson. Tu lo hai visto? Passa dal mio blog e troverai il mio post a riguardo.

  27. Sara Provasi ha detto:

    Scappa Get Out lo voglio vedere!!
    Seven Sisters è bellissimo! Anche se, estremismi a parte, un po’ la cattiva la capivo xD

    • wwayne ha detto:

      In effetti Glenn Close è così brava che ti fa quasi venir voglia di tifare per lei. Anzi, è l’intero cast di Seven Sisters ad essere in stato di grazia: Willem Dafoe è insospettabilmente tenero nella parte del nonno, e Noomi Rapace riesce ad essere credibile in ben SETTE parti molto diverse tra loro. E’ un film straordinario anche per questo. Grazie mille per il tuo graditissimo ritorno sul mio blog! : )

      • Sara Provasi ha detto:

        Figurati, grazie a te! ^_^ Non mi arrivano sempre tutti gli articoli sul reader, perciò ogni tanto faccio qualche giretto 😀
        Davvero, mi è piaciuto un sacco! Anche l’ambientazione è fantastica!!
        Sulla cattiva è anche perché in parte, secondo me aveva anche ragione… siamo in troppi, prima o poi bisognerà trovare delle soluzioni! Magari meno estreme, ecco xD

      • wwayne ha detto:

        Sono totalmente d’accordo con te: lo spazio e soprattutto le risorse sono quello che sono, quindi presto o tardi ci troveremo davvero a dover prendere delle decisioni difficili su questo argomento. In effetti è proprio questo uno dei lati più belli della fantascienza: la sua capacità di anticipare i problemi della società futura. Pensa che sul tema del sovraffollamento esiste un film di fantascienza ancora più lungimirante di Seven Sisters, perché è stato fatto addirittura negli anni 70: si chiama “Un mondo maledetto fatto di bambole”, si trova in dvd e te lo raccomando ad occhi chiusi. Buone visioni, fantascientifiche e non! : )

      • Sara Provasi ha detto:

        Wow, va cercato! °-° Grazie della dritta!
        Già, adoro la fantascienza anche per questo!
        In tal senso mi piace un sacco anche Black Mirror, alcune puntate sono allucinanti *_*

      • wwayne ha detto:

        A proposito di serie tv fantascientifiche, ci pensi che tra un mese esatto su SKY Atlantic riparte Westworld? Non sto già più nella pelle! : )

      • Sara Provasi ha detto:

        Uuuh, bello, la vedrò!! *-*
        Ammetto che non è tra le mie preferite in assoluto perché l’ho trovata un po’ difficile da seguire, almeno in certe parti… però è bellissima e sicuramente la continuo! 😀
        Un’altra serie fantascientifica che ho ADORATO e che sto aspettando è The O A 🌌

      • wwayne ha detto:

        Allora la guarderò anch’io! A presto! : )

      • Sara Provasi ha detto:

        Te la consiglio! ^_^ Ciaoo 🙂

  28. maicomequellavolta ha detto:

    Non ho ancora visto questo film, ma é nella mia lista. Direi che ora non vedo l’ora di vederlo (anche io tengo una lista di film ma solo di quelli da vedere e la maggior parte sono candidati agli oscar per qualche motivo, adoro gli oscar sebbene i premi siano un po’ strani tra i candidati spuntano sempre dei titoli magnifici).

  29. terramatta ha detto:

    Bella idea quella della lista. Ne trarrò spunto 😁

  30. ortensia ha detto:

    Mi piace l entusiasmo con cui parli di cinema e film.
    P.s
    William Dafoe,Woody Harrelsoon and Kevin Spacey sono tra i miei attori preferiti…..talento e’ talento scandali a parte😎

    • wwayne ha detto:

      Sono totalmente d’accordo, sia sul talento dei 3 attori in questione che sulla necessità di rendergli merito a prescindere dalla vita privata. Certo, per molti è difficile scindere il giudizio sull’artista da quello sulla persona, ma per fortuna qualcuno che ha la lucidità e l’obiettività di farlo c’è ancora.
      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: anch’io ho apprezzato molto i tuoi numerosi e ottimi interventi, e spero che tu ne lasci altri in futuro. Grazie mille per averli condivisi sul mio blog! : )

  31. Chef V. ha detto:

    Mi sono appena sparato Get Out: FAN-TA-STI-COOO! Sei un grande grazie davvero per i consigli nei tuoi post!😜👊

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere che tu abbia deciso di guardare questo film grazie a me, e soprattutto che ti sia piaciuto: come hai detto tu, è davvero una cannonata. Grazie a te per il commento! : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...