Niente può fermarci

Quando penso alla mia infanzia, tutti i miei ricordi più belli sono legati alle mie vacanze estive in Romagna. Ricordo ogni minimo particolare delle giornate che ho passato lì: le mattine in cui mi svegliavo presto, e aspettavo con impazienza che si alzassero anche i miei genitori per andare sotto l’ombrellone; i pomeriggi trascorsi a passeggiare senza mai allontanarsi troppo dalla spiaggia, perché altrimenti non avrei più sentito l’odore del mare; le serate in cui mi meravigliavo ogni volta di quanto fosse vitale la Romagna, una terra in cui la notte era uguale al giorno, e anzi di notte le persone sembravano perfino più allegre.
Uno in particolare era il mio momento preferito: la pausa lettura. I miei genitori mi facevano pranzare all’una, e ovviamente mi impedivano di fare il bagno fino alle quattro: così avevo 3 ore da dedicare a quello che è tuttora il mio passatempo preferito, i fumetti. Fu grazie a quelle giornate romagnole che mi innamorai dei supereroi Marvel, molti anni prima che li scoprisse anche il resto del mondo: sembra incredibile, ma a quei tempi nessuno sapeva chi era Black Panther, e perfino Iron Man era un personaggio di nicchia.
Un’altra folgorazione arrivò quando lessi il mio primo Diabolik: per la prima volta scoprii che si può tifare anche per il cattivo, che il villain non è sempre un odioso malfattore da detestare, ma anzi può perfino risultare simpatico. Anche se, va detto, neanche al suo meglio Diabolik risulta simpatico quanto gli squinternati protagonisti de La truffa dei Logan.
Questo film ruota attorno a 3 fratelli: Jimmy, Clyde e Mellie. Il primo è stato licenziato per questioni burocratiche, il secondo è un militare in congedo e la terza è insoddisfatta del proprio lavoro come parrucchiera. Tutti e 3 sentono il bisogno di cambiare in meglio la propria vita, e Jimmy ha un’ideuzza niente male per svoltare: organizzare una rapina al circuito automobilistico di Charlotte, North Carolina. E ovviamente questa rapina non dovrà avvenire in un fine settimana qualunque: i 3 hanno scelto di fare il colpo durante l’evento più danaroso dell’anno, la Coca Cola 600 Motor Race.
Se nel primo tempo La truffa dei Logan bada soprattutto a presentarci i personaggi (che sono uno più figo dell’altro), nel secondo si concentra soprattutto sulla rapina, ed è qui che il film dà il meglio di sé: i colpi di scena si susseguono ad un ritmo forsennato, e lo spettatore rimane a bocca aperta più e più volte, perché la sceneggiatura ha delle trovate davvero geniali ed imprevedibili.
Sono andato a vedere questo film per puri motivi ormonali: nel cast c’era Hilary Swank, la cui bellezza mi fa sciogliere le ginocchia soltanto a pensarci. Qui interpreta una detective intelligentissima, un ispettore Ginko in gonnella che con il suo intuito rischia seriamente di rovinare i piani dei protagonisti. Chi avrà la meglio, la mia Hilary o i simpaticissimi fratelli Logan? Non posso dirvelo, naturalmente. Posso solo consigliarvi di vedere La truffa dei Logan: ne sarete deliziati.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

111 risposte a Niente può fermarci

  1. lapinsu ha detto:

    Avevo appuntato questo film tempo fa, perchè il cast è veramente eccezionale.
    Oltre alla Swank, infatti, c’è Channing Tatum, attore il cui talento è spesso ignorato ma il suo eclettismo (alterna commedie e drammi con una naturalezza disarmante) dovrebbe far ricredere i più. E poi c’è Adam Driver, che sarà pure antipatico come un manico di scopa, però è bravo. E poi Daniel Craig, che nonostante l’invidia perchè ha sposato la mia RAchel è pur sempre una ttore coi controcosi.

    Anche il comparto gnocca non è male: Riley Keogh (già nota per Mad Max, ma ammirata anche nella serie The Girlfriend Experience) e poi Katie Holmes.

    Infine c’è Crononberg, che col suo realismo ora ironico ora serafico (a seconda delle occasioni) fa realizza sempre bei film, anche quando non dà il meglio di sè.

    Sapere che questa sua ultima produzione ti ha convinto, è motivo di piacere per me: sicuramente lo vedrò quanto prima!!!!

    Ciao amico, e buona domenica!!!!

    • wwayne ha detto:

      Di tutti gli attori che hai citato, quelli a cui sono più affezionato sono senza dubbio Daniel Craig e Katie Holmes: il primo per la sua partecipazione allo splendido “Defiance – I giorni del coraggio”, la seconda perché ha fatto Dawson’s Creek, che è stato un teen drama davvero eccezionale.
      A proposito di prodotti adolescenziali, ieri ho visto un altro film che entrambi aspettavamo da tempo: “Tuo, Simon”. Chiariamo: nel prendere ispirazione (anche pesantemente) da un film già fatto non c’è niente di male. Anzi, se la scarsa originalità fosse un motivo sufficiente per stroncare un film, allora avrei bocciato il 99% dei film che ho visto negli ultimi anni. “Tuo, Simon” però va decisamente oltre: è una spudorata fotocopia di Noi siamo infinito, con un protagonista gay anziché etero. Su imdb gli ho dato 7 lo stesso, ma ritengo che Berlanti avrebbe potuto sforzarsi di più (anche perché, a quanto mi dici tu, il cervello e l’inventiva non gli mancano).
      Su imdb ho dato invece addirittura 8 al primo film che ho visto questo mese, il fighissimo Gringo. Non voglio anticiparti nulla: ti dico solo che lo trovi su tantifilm, purtroppo solo in versione sottotitolata.
      Chiudo con questo delizioso video di Anne Hathaway, che riesce ad essere carinissima anche quando l’intervistatore la importuna:

      Beato suo marito! : ) Grazie per il commento! : )

      • lapinsu ha detto:

        Se tu, che sei molto meno sensibile di me difronte ai romanticoni, hai dato addirittura 7 a Tuo, Simon, io poteri addirittura arrivare a dargli 8. A questo punto non vedo proprio l’ora di vedermelo!!!!!!

        La Hathaway è sempre gnocca, c’è poco da fare. Ultimamente l’ho vista in COLOSSAL: film carino, il suo personaggio non è male. Se ti capita di aver due ore, guardalo perchè credo potrebbe piacerti.
        per quanto riguarda GRINGO, invece, aspetto che esca in versione italiana: non sopporto più vedere i film sottotitolati 😦

      • wwayne ha detto:

        Proprio ieri ho visto un film sullo stesso genere di Gringo, ovvero un action con venature comiche: C’era una volta a Los Angeles. Possiamo definirlo anche come un buddy movie, perché in alcuni punti i miei idoli Bruce Willis e John Goodman duettano meravigliosamente. Come avrai intuito, anche quest’altro film lo considero riuscitissimo: sono convinto che piacerebbe molto anche a te.

      • lapinsu ha detto:

        per caso il titolo del film è “Once upon a time in Venice”? perchè se è questo, l’ho visto proprio oggi!!!
        E ovviamente mi è piaciuto: oltre a Bruce e John, c’è Momoa più truzzo che mai, una sempre incantevole Famke Janssenn, per non parlare della modellona ninfomane…

        un autentico gioiellino: nulla di memorabile, sia chiaro, ma comunque un film godibilissimo!

      • wwayne ha detto:

        Esatto, il film era proprio quello! Come sai non mi perdo un film di John Goodman, ma questo era doppiamente imperdibile, perché al suo fianco c’era un altro mito come Bruce Willis.
        Come hai detto tu, oltre ai protagonisti e alle gag un altro pregio di questo film è l’ottimo parterre di comprimari. Momoa e la ragazza ninfomane svettano su tutti: il primo per la sua tamarraggine, la seconda per la sua sensualità senza pari. Ce ne fossero di film così! : )

  2. walterfabia ha detto:

    Bene lo scaricherò e vedrò!!!

    • wwayne ha detto:

      Ottima decisione! Io invece l’ho visto al cinema, e ci sono rimasto di stucco nel trovare la sala quasi vuota: eravamo soltanto in 8.
      Anche ieri sono andato al cinema, a vedere “Tuo, Simon”: paradossalmente il film era peggiore, ma gli spettatori erano molti di più. Forse anche per merito della stupenda Alexandra Shipp:

      Grazie per il commento! : )

      • walterfabia ha detto:

        Per una serie di motivi al cinema ci vado pochissimo… Eheh guarderò sicuramente

      • wwayne ha detto:

        Io invece vado a periodi: ci sono dei mesi in cui non ci vado neanche una volta, e altri in cui praticamente metto la tenda davanti alla biglietteria del cinema. Dipende molto dalla programmazione. Ad ogni modo, generalmente guardo al cinema soltanto i film che mi attirano troppo per aspettare l’uscita in dvd. A presto! : )

  3. Liza ha detto:

    Tanta robba… a vedere il trailer nn ero troppo convinta .. 😊

    • wwayne ha detto:

      Generalmente i trailer rispecchiano fedelmente il valore di un film, e infatti da quel minuto e mezzo di girato riesco quasi sempre a capire se il film mi piacerebbe oppure no. In questo caso però anch’io non ero rimasto troppo convinto, e infatti (come ho scritto nel post) sono andato a vederlo soltanto per Hilary Swank. Ebbene, non avrei potuto sbagliarmi in modo più clamoroso: La truffa dei Logan è davvero un film adorabile. Grazie per il commento! : )

  4. annaritaverzola ha detto:

    Lo abbiamo visto ieri sera e io mi sono divertita molto, immagino ci sarà un seguito con quell’accattivante cliffhanger finale!

    • wwayne ha detto:

      Il film è costato 29 milioni e ne ha incassati 47 (fonte Box Office Mojo): insomma, è stato un moderato successo, ma non so se i produttori sono rimasti abbastanza soddisfatti da mettere in cantiere un sequel. Ad ogni modo, questo film ha una trama che può venire sviluppata all’infinito (esattamente come Diabolik), e poi sarebbe un peccato sfruttare per un solo film dei personaggi così ben riusciti: per questi motivi, anch’io spero che Soderbergh decida di dare un seguito a La truffa dei Logan. Grazie per il commento! : )

  5. kasabake ha detto:

    Che bello svegliarsi la domenica mattina, in una giornata splendida di sole e ricevere come prima notifica sul proprio smartphone l’avviso che un tuo blog amico e stimato ha appena postato un nuovo articolo e poi oltretutto scoprire che quell’articolo parla di un film che hai visto poche sere fa e che ti è piaciuto moltissimo! Ma di questo parlerò più avanti…

    Volevo prima sottolineare come, ancora una volta (perché questo è il tuo stile, ormai collaudato e perfettamente funzionante anche a livello di followers), hai trovato il modo di parlare di un film che ti è piaciuto e di condividere quindi le tue emozioni, raccontando tranche de vie personali e questo mi ha fatto riflettere, perché in tutte le tue non-recensioni (termine che ho coniato per l’amico Lapinsu e che ti si adatta perfettamente) non è MAI il film La cosa importante, tanto che non lo metti nemmeno nel titolo del tuo articolo e spesso anche le foto sono fuorvianti, come se cercassi di nascondere gli indizi oppure come se (giustamente) volessi spostare l’attenzione dal l’opera artistica al fattore umano: insomma, chi ti vuole leggere (e sono tamtissimi) non lo fa perché stai parlando di un film in particolare (tutti noi, te compreso, quando cefchiamo informazioni su un film, facciamo ricerche sul web e su WordPress partendo dal titolo o dal regista) ma parli di te e di ciò che ti piace.

    Mi rendo conto che sono chiacchiere domenicali e che lasciano il tempo che trovano (oggi dovrebbe essere un giorno dedicato alle pause di riflessione e non al lavoro), ma insisto: la cosa buffa è che malgrado (come mi sembra di ricordare), tu non sia affatto un frequentatore di altri social network, come Facebook, Instagrama o Twitter, gestisci di fatto il tuo blog come un moderno influencer, raccontandoi ai tuoi tanti followers cose che ti sono piaciute e cose che ti hanno dato fastidio, senza preoccuparti di dare troppe specificazioni, ma chiedendo solo agli altri simpaticamente e garbatamente di commentare… Per questo le vere critiche estetiche ad un film o ad un libro nel tuo blog le si trova solo nei commenti e io penso che questa mancanza di dirigismo, questo tenere sempre la porta aperta da parte tua a chiunque parli in modo educato (purché non sia un flamer o un hater, chiaramente), sia il motivo del tuo successo. Si, l’ho detto tante volte: sei una bella persona ed il tuo sito ti rispecchia.

    Parliamo del film, adesso, perché Logan Lucky è un film bellissimo, una vera sorpresa e soprattutto una di quelle pellicole che non potranno mai essere definite di Serie B per la presenza di divi di prima grandezza, ma che hanno la spensieratezza e l’impulsività dei film di basso budget e che semplicemente adoro, film che rendono il cinema un’arte viva e che si contano sulle dita di una mano: a questa particolarissima categoria (che vorrei chiamare “B-Movie Plus o Extra“) l’anno scorso sono usciti ad esempio vere perle come What Happened to Monday di Tommy Wirkola, Atomic Blonde di David Leitch o Baby Driver di Edgar Wright.

    Solo 40 giorni di riprese ed un budget limitato, per una versione scanzonata e quasi parodistica di un sotto-genere che lo stesso Steven Soderbergh ha creato! Capito la genialità di questo cineasta che personalmente amo moltissimo? Ha fatto un film in cui di fatto prende per i fondelli i caper movie o heist movie di genere glamour come i suoi stessi Ocean’s ElevenOcean’s Twelve ed Ocean’s Thirteen!!! Lui, un uomo che ha saputo “giocare” con Hollywood e le sue star più acclamate e desiderate (attori ed attrici famosi, bravi e sexy) ha creato un film alternativo alla stessa Hollywood… Semplicemente geniale, una presa per il sedere che diventa cifra stilistica, come l’elemento musicale del film di Wright, che è ritmo sonoro che diventa ritmo nel montaggio o il gioco del villain cinico e spietato che diviene amico e martire e l’eleganza spaventosa di una donna matura che sventola la sua parrucca bionda mostrando il mascara che cola sul sangue e le tumefazioni del viso di Charlize Therone ed il faccione da uomo buono di Goodman usato per fare un boss delle operazioni sporche della Cia ed infine l’eleganza dei combattimenti dove ognuno delle sorelle di Monday si comporta in modo diverso e questo solo per il piacere dello spettatore, perché alla fine è lui che con il suo biglietto paga lo stipendio a tutti!

    Un’ultima notazione: piacciano o non piacciano, ci sono ad Hollywood due registi che ancora adesso, indipendentemente dal successo commerciale dei loro film, quando chiamano grandi star a lavorare per loro, basta che schiocchino le dita ed i divi accorrono, sempre! Parlo di Terence Malick (ripeto, non è questo il luogo per discutere della deriva che ha fatto questo genio del cinema, introiettando le sue visioni e sfornando ogni anno film così personali che sembrano quasi delle masturazioni solitarie) e del nostro Steven Soderbergh… I loro film dovrebbero costare miliardi solo per i grossi nomi del cast ed invece sono sempre low budget, quasi che per le star sia una specie di atto d’amiciza recitare per loro, come una comparsata tra amici!

    Guardiamo assieme questi cast che sembrano dei dream team..

    Song to Song, USA, 2017, di Terence Malick

    Ryan Gosling
    Michael Fassbender
    Rooney Mara
    Natalie Portman
    Cate Blanchett

    Solo per citare i più famosi….

    Logan Lucky, USA, 2018 di Steven Soderbergh

    Channing Tatum
    Adam Driver
    Daniel Craig
    Katie Holmes
    Katherine Waterston
    Sebastian Stan
    Hilary Swank

    Per non parlare dei camei di artisti irriverenti come il Seth MacFarlane dei Griffin

    Ecco perché ho parlato per questi film (quelli citati sopra) di B-Movie Plus, perché nessuno vero regista di serie B potrebbe mai permettersi simili star, ma sono anche film che come i veri B-Movies parlano ad Hollywood mostrando le chiappe, ridendo, ridendo, ridendo.

    Buon Domenica, amico.

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: anche il tuo commento è davvero molto bello e ricco di spunti.
      Ho visto i “B – movies di lusso” che hai citato, e mi trovi perfettamente d’accordo: sono tutti e 3 dei film che non vogliono assolutamente “darsi un tono”, ma che poi finiscono per risultare molto più riusciti di tanti altri film decisamente più ambiziosi.
      Di questi 3 film hai citato tutte le scene migliori, tranne una: quella in cui Charlize Theron mena/spara/ammazza al ritmo di “Father Figure” di George Michael. Per chi se la fosse persa, eccola qua:

      E rimanendo in tema di Youtube, non posso fare a meno di segnalarti la bellezza abbacinante della nostra Mia Ceran:

      Riguardo a Song to song, l’ho visto il mese scorso, e ho tirato un sospiro di sollievo: continuo a considerare Terrence Malick un paziente lontano dalla guarigione, ma almeno questa sua ultima fatica è un film guardabile. Inoltre, dal punto di vista estetico ci sono tante inquadrature mozzafiato, che rendono Song to song una vera gioia per gli occhi. Per la mente decisamente no, perché la sceneggiatura è una ciofeca sulla quale è meglio stendere un velo pietoso.
      Riguardo ai “film di rapina”, generalmente non mi piacciono, e infatti se non fosse stato per Hilary Swank probabilmente non avrei mai visto La truffa dei Logan. Tra l’altro mi fa molto piacere che abbia ricominciato a lavorare con dei registi famosi (Soderbergh ne La truffa dei Logan e Danny Boyle in Trust): nonostante i 2 Oscar, la sua carriera si era inabissata non poco negli ultimi anni, e non se lo meritava assolutamente. Speriamo che si mantenga su questi livelli. Buona Domenica anche a te, e grazie per il commento! : )

      • kasabake ha detto:

        Grazie a te!

      • kasabake ha detto:

        Tra l’altro, volevo anche aggiungere, ma che regalo ha fatto il mondo degli stunt-man (altre figure essenziali per Hollywood e spesso ignote) facendo diventare regista uno di loro? Si, perché il bravissimo David Leitch con soli tre film è diventato subito un punto di riferimento del cinema action meglio fatto, senza paura di sporcarsi le mani e sopratrtutto di menarle: John Wick (su WikiPedia non c’è scritto, ma Leitch ha diretto entrambi i capitoli assieme all’amico ed ex-collega stuntman Chad Stahelski), Atomic Blonde e Deadpool 2!!!

      • wwayne ha detto:

        John Wick non l’ho visto: la mia anima cinofila mi ha impedito di proseguire la visione appena ho capito che il beagle avrebbe fatto una brutta fine. Gli altri 2 invece li ho visti, e concordo con te: sono una vera figata. Soprattutto Deadpool 2: Atomica bionda ha una sceneggiatura un po’ troppo cervellotica, invece l’ultimo film Marvel è facilmente comprensibile dalla prima all’ultima scena, pur avendo anch’esso una sceneggiatura molto intelligente.
        Vale lo stesso discorso anche per “Solo: A Star Wars Story”, e infatti mi dispiace molto che stia facendo flop (costato 250 milioni, ne ha incassati ad oggi 210): è davvero un fumettone coi fiocchi, e alcune sequenze, come quella del treno, a mio giudizio sono tra le migliori scene action mai girate.
        Corro dal mio amico Serenate Cinematografiche: anche lui ha recensito La truffa dei Logan (https://serenatecinematografiche.wordpress.com/2018/06/02/la-truffa-dei-logan/), e anche nel suo caso la parte migliore sono i commenti. Se quel post ti è sfuggito, te ne consiglio vivamente la lettura! : )

      • kasabake ha detto:

        Concordo su tutto, specie su Solo, forse il meglio riuscito dei nuovi capitoli della saga di Star Wars.
        Vado anch’io a commentare da Serenate…

      • wwayne ha detto:

        Speravo che tu me lo dicessi, manchi solo tu per far diventare strepitoso il dibattito! : )

  6. Sara Provasi ha detto:

    Non conoscevo il film!!
    Le vacanze romagnole sono mitiche, come dicevamo 😊

  7. tachimio ha detto:

    Guarda un po’ che feeling ! Diabolik…quanti fumetti ho letto. L’ultimo un mese fa. Adoro tutti i personaggi che fanno di quel fumetto il mio preferito. E che dire del film ? Che gli attori promettono bene senz’altro ma che la tua recensione invoglia ancor di più a vedere il film. Bravo come sempre mio caro. Certo è che pure aver dato al tuo blog il nome ” wwayne” è una garanzia. Bacio, bacione e baciotto. Isabella

    • wwayne ha detto:

      Cara Isabella, più ti conosco e più scopro che siamo sempre sulla stessa lunghezza d’onda: condividiamo perfino la passione per Diabolik! : ) Come puoi intuire, per i fan di questo fumetto La truffa dei Logan è davvero l’ideale, quindi sono contentissimo di averti convinta a vederlo. Come sempre, ti lascio una canzone (“I hate you, I love you” di Gnash e Olivia O’Brien):

      Questa canzone ha un testo davvero molto profondo, quindi sono convinto che la apprezzerai anche tu. Grazie per il commento, e un bacione anche da parte mia! : )

      • tachimio ha detto:

        Lo scopro anch’io e con molto piacere mio caro amico. Mi attira il film. Vedrò se qui in giro lo fanno. Grazie per la canzone che vado a sentire. A presto con gioia, sempre, carissimo. Isabella

      • tachimio ha detto:

        Sempre stupenda musica mi lasci. Per ricambiare stavolta voglio lasciarti una poesia che mi pare proprio in tema. Spero tu gradisca. Ti abbraccio ringraziandoti tanto. Eccola qui :

        Odio e amo

        Odio e amo.
        Ti chiederai forse
        perché io lo faccia.
        Non so,
        ma sento che accade
        e mi tormento.
        CATULLO

        Amo.
        Non posso esimermi
        dal farlo.
        Brucia
        in me
        la passione.
        Forte
        mi consuma.
        Amo le tue mani
        quando mi cercano,
        le tue labbra,
        che voglio unite
        alle mie.
        Odio
        quando te ne vai
        e mi lasci sola.
        Odio
        la pioggia che scende
        improvvisa
        e cancella
        le tue orme.
        Odio
        questo amore
        di alti e bassi.
        E mi tormenta
        il silenzio,
        il non sentire
        la tua voce,
        il non averti qui.

        Isabella Scotti ottobre 2017
        testo : copyright legge 22 ottobre 1941 n° 633
        Dopo aver letto Odi et amo di Catullo

      • wwayne ha detto:

        Sai bene quanto amo le tue poesie, quindi è un vero onore poterne “ospitare” una nel mio blog! Grazie mille per avermi fatto questo regalo! : )

      • tachimio ha detto:

        Come sei caro. Ti voglio bene e tu lo sai. Isabella

      • wwayne ha detto:

        Anch’io te ne voglio tantissimo! A presto amica mia! : )

      • tachimio ha detto:

        A presto mio caro wwayne , amico mio.

  8. natipervivereblog ha detto:

    Queste tue parole, questo tuo mosaico nato dal racconto della tua infanzia, mi ha particolarmente emozionato per quel “senso della meraviglia” che vibra, che palpita, dentro a tuoi dolcissimi ricordi.
    Poso anch’io lo sguardo e decido di fermarmi su una tua melodia” Non avrei più sentito l’odore del mare”….improvvisamente, mi ritrovo di fronte alla grande finestra della mia casa, a Lido di Venezia, affacciata al mare, rimango incantata ad osservarlo e a viverlo. Con le tue parole, sono nel mondo magico della mia infanzia, in quel mondo in cui lo sguardo è il magico sguardo delle meraviglie.
    E allora proseguo, divento una piccola ” Alice nel paese delle meraviglie” ,mi faccio prendere per mano dalle tue parole.
    Anch’io prendo il mio fumetto, anzi i miei fumetti: Paperino, Topolino, Diabolik, Alan Ford e vivo avventure strabilianti! Mentre leggo, decido che una parte di Alice, quello sguardo incantato, rimarrà per sempre! Diventerò adulta ma con lo sguardo di un bambino….
    E’ una fortuna che rimarrà per sempre! Ora esploro una trama scritta abilmente” La truffa dei logan” e quel piano, che ricorda un po’ Diabolik, di una rapina al circolo automobilistico di Charlotte.

    In volo, posso solo ringraziarti perché solo chi è in grado di vivere la vera essenza vitale della sua infanzia, sa scrivere così profondamente
    Un caro saluto e un augurio di una felice domenica
    Adriana

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere di averti risvegliato dei piacevoli ricordi, e ricambio i tuoi complimenti: anche tu hai saputo descrivere la tua infanzia in modo davvero suggestivo.
      Riguardo a La truffa dei Logan, sono d’accordo, la trama di questo film potrebbe benissimo essere condensata in un numero di Diabolik. E hai ragione anche nel definire questo fumetto una continua avventura strabiliante: dura da oltre 50 anni, e spero di cuore che non si interrompa mai. Grazie a te per questo bellissimo commento, e buona Domenica anche da parte mia! : )

  9. ilblogvuoto ha detto:

    Mi hai fatto venire in mente come io abbia conosciuto Diabolik prima di molti supereroi Marvel. Ma va anche detto che un po’ tutti i supereroi erano di nicchia fino a qualche anno fa. A meno che non eri un’icona della cultura pop (Batman, Superman, Wonder Woman, Spider-Man, X-Men, Fantastici Quattro e via dicendo), nessuno ti conosceva.
    In effetti, mi sembra stranissimo vedere come tutto il web si focalizzi su personaggi che, dieci anni prima, nessuno conosceva, se non i veri appassionati.
    Concludo con una chicca su Hilary Swank: sapevi che uno dei suoi primi film è quello su Buffy? Nel cast fanno alcune comparsate anche Ben Affleck e David Arquette, ma il cast principale comprende anche Rutger Hauer.

    • wwayne ha detto:

      Ricordo che guardai quel film per 2 motivi: il primo (e il principale) era lei, l’altro era Luke Perry, al quale sono affezionatissimo per la sua lunga militanza in Beverly Hills 90210. Nonostante questi solidi argomenti, il film di Buffy non mi è piaciuto: pensa che non sono neanche riuscito a finirlo. Mi consigli di dargli una seconda chance?

      • ilblogvuoto ha detto:

        Non è invecchiato benissimo, e si nota che il problema del film è che l’idea di base richiede qualcosa di molto più lungo di un film per essere raccontato. Non a caso, pensa alla Serie TV derivata.

      • wwayne ha detto:

        Forse anche per La truffa dei Logan sarebbe stata meglio una serie tv: come ho scritto in un altro commento, questa sceneggiatura ha un’idea di base che può venire sviluppata all’infinito, esattamente come Diabolik, e quindi poteva venirne fuori anche un telefilm da 10 stagioni. Come appunto Beverly Hills 90210. : )
        Come sempre, ti lascio una canzone:

        Grazie per il commento! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        Io ricordo quando ero avevo 9 anni (era il 2002) e parlavano di un film di Diabolik nel 2006. Allora pensavo “mamma mia, 4 anni, tantissimo tempo!”. Non solo mi sbagliavo, ma sto ancora aspettando

      • wwayne ha detto:

        Anche il secondo cinecomic su Spawn era entrato in un development hell dal quale sembrava destinato a non uscire mai, e invece proprio questa settimana c’è stato un annuncio a sorpresa: non solo hanno trovato il protagonista, ma a interpretare Spawn sarà nientepopodimeno che Jamie Foxx. Sono super eccitato all’idea di vederlo indossare quel fighissimo mantello! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        Io ho adorato la serie animata, ma conosco poco di Spawn. Diciamo che Jamie Foxx mi basta e avanza per non vedere l’ora che arrivi il film.

      • wwayne ha detto:

        Mi fa molto piacere che tu condivida la mia febbrile attesa per Spawn. Corro a risponderti nel tuo post (https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2018/05/22/dc-extended-universe-ma-quali-sono-i-film-della-fase-2/)! : )

      • ilblogvuoto ha detto:

        Perché linkare il post? Ricevo comunque la notifica, non c’è problema

      • wwayne ha detto:

        Lo faccio nella speranza che ci clicchino sopra i miei lettori: mi fa sempre piacere fare pubblicità ai blog che lo meritano. Ancora una volta, corro a risponderti anche di là! 🙂

  10. annikalorenzi ha detto:

    belli i ricordi d’infanzia

  11. Paola ha detto:

    Che bello……credo di aver visto anche il film….verifico

  12. Ehipenny ha detto:

    Ci penserò perché non è tanto il mio genere 😅

  13. musicaamezzaria ha detto:

    Piadina, Balera e Hilary Swank!

  14. alessandracampli ha detto:

    Un saluto a te carissimo un abbraccio

  15. GramonHill ha detto:

    Sei partito da un ricordo d’infanzia per poi arrivare al film, la cosa mi è piaciuta un sacco.
    Il cinema di Sodebergh non sempre l’ho gradito, però questo ha tutte le premesse per piacermi. Ho sentito un’intervista a Channing Tatum e Adam Driver nella quale dicevano che questo è un genere che Steven sta cercando a tutti i costi di mantenere vivo, nonostante i produttori non siano interessati e spesso si rivela poco remunerativo. Spero vivamente che il film guadagni abbastanza per far sì che la fiducia nel regista venga rinnovata.
    p.s. Ho deciso che comprerò la maglietta di Adam Driver, quella con su Bob Seger.

    • wwayne ha detto:

      Il film è stato un moderato successo: costato 29 milioni, ne ha incassati 47. Insomma, Soderbergh non dovrebbe avere problemi nel trovare i finanziamenti per il suo prossimo film (soprattutto se continua ad accontentarsi di budget così risicati).
      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: anche tu sai trovare sempre delle ottime idee per i tuoi post. Ad esempio, il nuovo ciclo di articoli sulle videocassette Disney mi sta piacendo da morire. Grazie per il commento! : )

  16. Emma Saponaro ha detto:

    Non conosco il film e non mi interesseró di cinema fino a che torni freddo buio e pioggia. Ma mi hai fatto venire in mente i fumetti che leggevo: Eureka, Linus e Sturmtruppen. Ciaooo!

  17. fabioricci ha detto:

    metto in lista! grazie

  18. Daniele ha detto:

    Che splendidi ricordi. Pensa che quando ho parlato del ricordo di mio padre, parlavo proprio di Gabicce dove il momento migliore era fuori dalla calca, a fine giornata, rimanendo noi due soli. Per vedere il cielo farsi rosso e sentire lìodore del mare. E quei pomeriggi di cui parli, per me erano Zagor. Un abbraccio carissimo e complimenti. Viaggiamo in parallelo…

  19. Miharu Kudo ha detto:

    Ho visto il trailer al cinema, quando sono andata a vedere Deadpool 2, e ho pensato che dovevo assolutamente vederlo! Grazie per avere confermato la mia sensazione!

  20. teddyboys8284 ha detto:

    la riviera romagnola è mitica la conosco benissimo visto che sono a poca distanza

    • wwayne ha detto:

      Beato te! : ) Io invece non ci vado da qualche anno: nelle ultime Estati ho preferito la Liguria, anch’essa una splendida regione. Grazie per il commento! : )

      • teddyboys8284 ha detto:

        bellissima anche la Liguria, visitata un paio di volte

      • wwayne ha detto:

        Mi fa molto piacere che tu condivida il mio giudizio entusiastico sulla Liguria: è una regione molto significativa per me, perché lì ho avuto il mio primo lavoro e ho stretto tante splendide amicizie. I liguri non sono espansivi quanto i romagnoli, ma una volta che sei riuscito ad entrarci in confidenza danno anche loro delle grandi soddisfazioni. Provare per credere! : )

  21. alessandracampli ha detto:

    Ciao carissimo un abbraccio

  22. auryskitchen ha detto:

    ma che coincidenza!!!anche io ho passato la mia infanzia al mare in romagna 😀 ahhhhhh quanti bellissimi ricordi!le prime cotte adolescenziali,la prima comitiva…grazie per questo tuffo nel passato!!! ^_^

  23. cocoon1975 ha detto:

    Ok, ammetto la mia ignoranza nel non conoscere libro e film da te nominati. Per il film ho una giustificazione: non vado matto per Hilary Swank: nonostante sia una delle attrici più talentuose di Hollywood, mi risulta indigesta

  24. maxilpoeta ha detto:

    è sempre bello pensare al proprio passato, spesso si rivivono momenti unici, non sempre la nostalgia va vissuta solo negativamente 😉

  25. Emozioni ha detto:

    Diabolik. Che bei ricordi!
    Guardavo i fumetti, con la mia amica, nascoste nel sottoscala, per sbirciare con curiosità adolescenziale, cosa succedesse tra lui e Eva😊( lei aveva tre fratelli maschi più grandi che li compravano).
    Beh, la Swak, a me piace un casino.
    Io e mia figlia abbiamo riguardato più e piu volte “ P.S. I love you “.
    Ma mi è piaciuta anche in “ I segni del male”.
    È bravissima ma anche molto, molto bella.
    Ho annotato il titolo del film.
    Lo guarderò in streaming.
    Grazie per le dritte.😉

  26. cantidellebalene ha detto:

    Non ho mai visto quel film anche se sembra del mio genere! Penso che ci farò sicuramente un pensiero grazie 🙂

  27. Matteo ha detto:

    Hilary Swank…so bene di cosa parli. orrei dipingerla dentro una cattedrale con colori oro argento.

    • wwayne ha detto:

      Che immagine suggestiva! Renderesti davvero giustizia alla sua particolarissima bellezza. Grazie per il commento! : )

      • Matteo ha detto:

        Scrivendo dal mobile ho dimenticato la V* Comunque si. E’ bellissima. E anche io, come te, ho passato le mie estati in Romagna. Bei ricordi. Apparte le catenine al collo con il nome per non farci smarrire. E il mullett dei tedeschi. :))

      • wwayne ha detto:

        I tedeschi bislacchi ci sono tuttora, ne sono convinto! : ) Non posso appurarlo di persona però, perché negli ultimi anni mi sono spostato in Liguria per le mie vacanze: ci ho lavorato per un anno, e da allora ci torno ogni Estate per mantenere le amicizie che ho stretto là. A proposito, buone vacanze! : )

      • Matteo ha detto:

        Ora ci sono tanti russi…Hanno soldi in tasca e vodka in corpo. Se si fumano una sigaretta esplodono :)) Buone vacanze a te*

  28. annaraviglione ha detto:

    Mi sono immersa nelle tue righe e ho respirato la tua Romagna. Grazie e complimenti anche a te!

  29. ela28 ha detto:

    Il modo in cui scrive invoglia i lettori a seguire i suoi consigli. Se prima non avevo il minimo interesse a vedere questo film ed anzi, quando lo pubblicizzavano in tv cambiavo canale, ora andrò a vederlo certamente.

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che ha speso per me mi lusingano profondamente, e mi fa molto piacere che il mio post l’abbia convinta a vedere il film. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...