Ti amo ancora Nova

Da molti anni viviamo in una sorta di gigantesco fast food. Intendo dire che, così come al McDonald’s avrai i tuoi panini 5 minuti dopo averli ordinati, allo stesso modo la nostra società è diventata così veloce che adesso siamo abituati a ottenere tutto e subito. Se devo comprare qualcosa, lo ordino su Amazon e il corriere me lo porta nel giro di 3 giorni; se ho bisogno di orientarmi, vado su Google Maps e scopro all’istante che percorso devo fare e tra quanto sarò a destinazione; se ho necessità di contattare qualcuno, gli scrivo su Whatsapp e lui potrebbe rispondermi subito anche se fosse dall’altra parte del mondo.
Tuttavia, esistono ancora dei traguardi per i quali dobbiamo aspettare a lungo, e anche sudare tanto. Ad esempio, per vincere il campionato di basket dell’NBA una squadra deve giocare prima le 82 partite della stagione regolare, poi una decina di partite per i playoff e infine altre 5 o 6 per le finali. E anche se superi tutti questi ostacoli e arrivi in fondo alla centesima partita, non hai nessuna garanzia che tutti i tuoi sacrifici siano serviti a qualcosa: infatti nelle finali NBA c’è sempre una squadra che vince e un’altra che perde, e tu puoi solo sperare di finire dalla parte giusta della barricata.
Tutto questo Maddox Lee lo sa bene, perché sta lottando per vincere l’NBA con i Golden State Warriors. E’ un giocatore perfetto per queste occasioni, perché ha la rara capacità di rimanere lucido anche quando è sotto pressione. L’importanza della partita, l’incitamento o l’ostilità del pubblico, la stanchezza fisica e mentale sono dettagli che possono mandare in crisi i suoi compagni, ma non lui: Maddox rimarrà sempre freddo e concentrato, qualsiasi cosa succeda.
I suoi compagni lo apprezzano molto per questa sua dote, e anche lui vuole molto bene a tutti loro. Proprio per questo non ha ancora trovato il coraggio di dargli la notizia: comunque vada a finire il campionato, quelle potrebbero essere le sue ultime partite con i Golden State Warriors. Vuole lasciare una delle squadre più forti dell’NBA per andare a giocare in una delle più deboli, una squadretta che non ha mai vinto un campionato in oltre trent’anni di storia: i Charlotte Hornets.
In questa scelta c’è di mezzo la sua ex ragazza, Nova. Quando si sono lasciati 6 anni prima, Maddox e Nova erano entrambi dei ragazzi normalissimi; poi lui è diventato un campione dell’NBA, lei invece fa la cameriera in un bar vicino allo stadio dei Charlotte Hornets. Quando Maddox lo scopre comincia a organizzare in gran segreto il suo trasferimento in quella squadra, pur sapendo che potrebbe essere tutto inutile: infatti lui e Nova si sono lasciati malissimo, e quindi non è affatto detto che la sua vecchia fiamma voglia ancora saperne di lui…
Come vedete, in questo romanzo c’è una suspense pazzesca. Il lettore vuole sapere come andrà a finire il campionato NBA, la trattativa per il trasferimento di Maddox ai Charlotte Hornets e soprattutto il suo tentativo di riconquistare Nova, la sola ragazza che lui abbia mai amato. Riuscirà a trasferirsi vicino a lei? E se anche ci riuscisse, cosa si diranno? Lei lo amerà ancora? Non posso dirvelo, naturalmente. Posso soltanto consigliarvi di leggere Twenty – Four Seconds di Debora Ferraiuolo: ne sarete deliziati.

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

158 risposte a Ti amo ancora Nova

  1. Grazia Palmisano ha detto:

    I tuoi post fanno sempre venir voglia di leggere i libri di cui parli, che bravo 😍👍

  2. Neda ha detto:

    A parte l’attesa per sapere come andrà a finire il campionato dell’NBA (cosa che, detto per inciso, a me potrebbe anche non interessare) credo che i tempi di attesa più rimarchevoli siano quelli delle visite specialistiche ospedaliere in questo periodo. Già erano lunghi prima del Covid, ora sono diventati, i tempi di attesa, addirittura biblici. Faccio in tempo a farmi scavare la fossa, nell’attesa.
    Ciao Wwayne, scusa lo sproloquio soprastante, ma nel leggerti, data la mia età, mi è venuto in mente proprio questo.
    A proposito di letture, in questi giorni sto rileggendo “La vita di Dante” scritta per i ragazzi da Emilio Radius, che avevo letto da bambina ed è molto meno noiosa di altre scritte da eruditi attuali. Ad una certa età si torna bambini, non è vero?

  3. Interessante storia, soprattutto perché locata ai tempi nostri. Sicuramente è un libro da scoprire.
    Grazie per il consiglio, lo cercherò sicuramente in libreria 💪🏻

  4. lali1605 ha detto:

    Che bel post. Io sono in arretrato con la lettura ma mi rimetterò in pari.

  5. marisasalabelle ha detto:

    Non riesco a leggere libri o a vedere film incentrati sullo sport… unica eccezione: Il Paradiso può attendere, delizioso film di qualche millennio fa, con uno smagliante Warren Beatty e nientepopodimeno che Julie Christie, la mitica Lara amata da Zivago…

  6. luisa zambrotta ha detto:

    Che bella recensione! Mi hai incuriosita, penso che lo leggerò anche se i libri sullo sport non sono la mia passione ❣️❣️❣️

  7. Daniela ha detto:

    infatti questa smania di aver tutto subito non la comprendo proprio; e il tempo per un ripensamento? c i si lamenta che non c’è tempo di fare l’acquisto in un negozio ma magari si resta davanti alle vetrine di amazon per un intero pomeriggio come degli ebeti… e per amore si spera almeno che ci sia qualcuno come Maddox che si trasferisce più vicino al traguardo del cuore, quella è la vera vittoria 🙂

    • wwayne ha detto:

      Sono totalmente d’accordo: Maddox ha dimostrato di aver capito quali sono le cose veramente importanti nella vita, e per questo motivo mentre leggevo il libro speravo con tutto me stesso che il suo sacrificio sportivo sarebbe stato ricompensato dalla ragazza che ama. Chiaramente non posso dirti se le cose sono andate effettivamente così, altrimenti il libro non lo leggi più! : )
      Scherzi a parte, sono totalmente d’accordo con te anche quando scrivi che non comprendi la frenesia della società moderna: anche secondo me prendersi il proprio tempo ci aiuta a ponderare meglio le nostre scelte, e più in generale ad assaporare di più tutto ciò che ci capita.
      Come sai ho adorato uno dei tuoi ultimi post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/2022/05/30/buona-serata-da-tre-arpiste-prodigio/. Grazie mille per quest’ottimo commento! : )

  8. Paola Pioletti70 ha detto:

    Anch’io non sono per il tutto e subito anzi amo le attese. Super grazie per il suggerimento che terrò in considerazione

  9. recensioni53 ha detto:

    Purtroppo non credo più a questi amori così romantici che però nella teoria continuano a piacere tanto. E meno male perché se non esistesse più il sogno il mondo sarebbe troppo grigio e materialista. E inoltre è necessario scrivere bene e scegliere le parole giuste. Dove sono ora non arriva Amazon ma se dici che il libro è interessante spero che abbia successo. Buona giornata Wwayne!!

  10. •Pat ha detto:

    Non amo particolarmente i libri a tema sportivo e men che mai spolverati di romanticismo ma chissà… potrei ricredermi! Bel post. Buona giornata 😊

  11. low profile ha detto:

    Interessante, davvero! La possibilità di accorciare i tempi per attese inutili l’approvo, mentre altre cose, quelle importanti necessitano del tempo giusto per metabolizzare e gioire della giusta suspense. Ciao Wwayne. A presto!

  12. Irene Blundo ha detto:

    Mentre leggevo la descrizione pensavo fosse un film…

  13. Nic Bia ha detto:

    Nelle tue recensioni c’è un’impronta particolarissima e accattivante. Ho trovato la trama e soprattutto la scelta dell’ambientazione insoliti e molto attuali. Un romanzo che esce dalla ridondanza di serial killer e mondi post-apocalittici. Grazie per la segnalazione e per il post, sempre curatissimo ed elegante.

  14. Kikkakonekka ha detto:

    Purtroppo nella vita puoi anche superare 99 ostacoli, ma il 100° è sempre il più importante.
    E non riuscire nell’impresa è un attimo.

    Diciamo che mentre nello sport ad ogni vincitore corrisponde un perdente (o anche più d’uno), nella vita ci possono essere più vincitori e nessun perdente, dipende dalle situazioni.

  15. Grazie per la tua ennesima recensione brillante e accattivante! Potresti provare a cimentarti in qualche racconto..e chissà, con le tue doti di narratore arrivare anche oltre!!…buona giornata Wwayne

  16. Eccomi qua! 🙃 Mi piace moltissimo la padronanza che hai nello spaziare su più argomenti riuscendo a portare il lettore esattamente dove ti eri prefissato: appassionarlo alle tue recensioni. Obbiettivo raggiunto! Adesso devo trovare il libro, perché è pericolosissimo lasciare in sospeso una donna curiosa 😄

  17. Dani ha detto:

    Grazie per il consiglio! Buon pomeriggio 🤗

  18. desire760 ha detto:

    Ciao Wwayne… Certo leggere sarebbe anche bello, leggevo molto di più prima, ma da quando ho preso l’abitudine di mettermi al PC, mi rimane poco tempo perchè sono una patita dell’ordine e se non ho tutto a posto non riesco a concentrarmi… Prima divoravo libri di qualsiasi genere , adesso un pò meno, non sono una patita di un solo genere, sono eclettica e quando leggo svio la mente…Quando vado su “Reader ” leggo tanti articoli, mi piace curiosare e conoscere altri blogger dai loro articoli , ma non sempre ho il tempo di commentare…. Sereno Pomeriggio !🌷🥰

  19. Mirko Ciminiello ha detto:

    “Twenty-Four Seconds” perché è il tempo in cui una squadra di basket può mantenere il possesso palla e quindi attaccare (magari con un significato metaforico come il titolo del film di Woody Allen “Match point”)?
    In ogni caso complimenti, come sempre dire che le tue recensioni sono avvincenti sarebbe un eufemismo 💪🏻👏🏻

  20. Mirko Ciminiello ha detto:

    L’ha ripubblicato su Organone ha commentato:
    Consigli per la lettura da qualcuno di cui ci si può fidare a spada tratta 😉😊💪🏻

  21. Gianluca Brescia ha detto:

    Ciao wwayne. Leggendo il tuo post mi è venuto in mente questa riflessione. Fino a 15-20 ani fa anche le cose più semplici chiedevano tanti step un po’ come il giocatore di NBA che vuole vincere, quindi, esempio, se volevamo ascoltare una canzone dovevamo aspettare la rotazione in radio e magari registrarla con una cassetta. Poi andavamo al negozio di dischi a comprare il vinile o il CD. Così anche per l’esempio che citi tu: chiamare una persona molto lontana da noi ora è semplicissimo, un tempo non tanto.
    Dove voglio arrivare: non critico i tempi di oggi dove “le cose facili” le abbiamo a disposizione subito senza fatica ed è molto molto soddisfacente, ma prima tutto era più difficile e come se dovessimo completare una missione forse dava più stimolo.

  22. alicespiga82 ha detto:

    Il tema “atletico-sportivo” non è proprio il mio genere. Ci sono film e libri molto famosi, ma non vado oltre le prime scene… Detto questo, il tuo post è bellissimo. C’è il ritmo incalzante, che è diventato il tuo ritmo personale, e i voli pindarici che mi piacciono sempre e mi fanno chiedere: “Dove andrà a finire?”. 🙂

  23. Hermio ha detto:

    Di solito le partite nei libri le trovo un po’ noiose perchè descrivono una cosa che andrebbe vista per essere apprezzata del tutto….non so poi qui come vengono presentate…però grazie del consiglio 🙂

  24. maxilpoeta ha detto:

    bella presentazione 👍👏👏👏 anche se ultimamente non leggo mai, a parte riviste tecniche di settore e focus 😊😉
    Buona Festività ..😊👍

  25. Mi sembra molto bella questa storia 😀🤗 grazie del consiglio di lettura! Sicuramente potrebbe piacermi! E sono d’accordo con quello che dici all’inizio del tuo post, questa è una società iperconsumistica in tutto e proprio per questo difficilmente riusciamo ad apprezzare tante cose e a renderci conto della bellezza di quello che abbiamo!

  26. denken00 ha detto:

    Sono sempre sicuro che le tue recensioni siano migliori dei libri stessi o dei film che analizzi.
    E penso che questa storia sia uno specchio di vita che stiamo vivendo e che forse vivremo sempre più.
    Tutto in monodose, estremamente smart e veloce

    • wwayne ha detto:

      Nei miei post cerco spesso di nobilitare al massimo dei film e dei romanzi che molti potrebbero considerare di serie B. Se (come dici tu) in questo modo la mia recensione finisce per diventare più bella del libro o del film stesso, ne sono onoratissimo! : )
      Ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://denken00.wordpress.com/2022/05/29/2857/. Grazie mille per i complimenti e per il commento amico mio, e buona festa della Repubblica! : )

  27. Sport e amore….mah al giorno d’oggi anche lasciare una gloriosa carriera sportiva per amore , giusto nei romanzi
    Sinceramente il mondo dello sport con tutto il denaro che gira non mi attira troppo

  28. vittynablog ha detto:

    Con i tuoi consigli caro wwayne, si va sul sicuro, quoindi sarà un piacere leggere questa storia!!! Grazie !!! 🙂

  29. Nemesys ha detto:

    Personalmente non me ne intendo di basket e tanto meno dei suoi campioni, questo per dirti che ci sono cascata con tutte le gambe, credevo fosse una storia vera che sta accadendo, soltanto verso la fine merito d3lla tua esplicità, ho compreso che era la recensione di un libro. Complimenti per come hai 8mpistato l’articolo, fantastico direi!!! Buon proseguimento di serata 😊

  30. Bella recensione come sempre.
    Pensa se nel frattempo la ragazza ha trovato lavoro da un’altra parte.
    Un caro saluto

  31. The Butcher ha detto:

    Certamente è una storia molto interessante. Mi piace il fatto che questo campione vada a giocare con una delle squadre più deboli (mi ha sempre affascinato questo concetto). Inoltre sono curioso di sapere come si evolverà il rapporto con la sua ragazza. Sembra una storia piena di momenti affascinati. Ottimo consiglio!

  32. cacciatricedisogni ha detto:

    Caspita…! Ora mi hai messo una grande curiosità per questo romanzo. Comunque è vero, oggi si ha tutto subito, istantaneamente. Indubbiamente tutto ciò è utile, però per esempio, il fascino delle lettere e l’attesa della risposta avevano tutto un altro sapore.
    Buon tutto carissimo! 🌈👋🏻

  33. cacciatricedisogni ha detto:

    p.s. Grazie per la info

  34. Trovare di tutto, su Amazon, farselo portare a casa e una volta arrivato non segnarlo di uno sguardo 😊

  35. Antartica ha detto:

    😊 Ciao Wwayne! Hai un bel modo di consigliare i libri. 😊 Mi hai incuriosita e lo metto in coda (è una coda lunghissssssssima, ahimé!).

    Buona giornata e un abbraccione. 😊

    • wwayne ha detto:

      Ho messo molto impegno nella scrittura di questo post, quindi le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e mi ripagano di tutti i miei sforzi.
      Ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://questomondoaparte.wordpress.com/2022/06/01/i-cant-tell-you-why/.
      Chiudo questa risposta con il video di una canzone che sono convinto ti piacerà moltissimo:

      Grazie mille per i complimenti e per il commento, e buona giornata anche a te! : )

  36. Austin Dove ha detto:

    lo sport si riconferma come noioso e pure il gossip dietro allo sport
    niente batte il cinema

  37. Sam Simon ha detto:

    Non sapendo niente di NBA, all’inizio pensavo che fosse tutto vero… X–D

    Hai fatto un gran bel trailer a questo romanzo! :–)

  38. Cate L. Vagni ha detto:

    Seguo l’autrice su Wattpad e ho letto quasi tutti i suoi romanzi. Mi piace molto il suo stile. Questo me lo sono perso. Bella recensione 😊

  39. zapgina ha detto:

    Non conosco l’autrice ma la tua presentazione del libro è molto accattivante

  40. valy71 ha detto:

    Sei davvero un campione, faccio il tifo per te e qualcosa mi dice che Nova……intuito femminile, grazie per la dritta! 😃👍
    Penso che dovresti fare il motivatore, ti ci vedrei bene, ma quello che fai, lo fai molto bene, complimenti! 🏆

  41. Stef555 ha detto:

    Nella realtà (vedi Donnarumma) mi sembra che l’amore per l’argent sia molto accattivante, poi il bacio sulla maglia è di rito, speriamo che siano ben lavate!

  42. la Meg ha detto:

    Grazie per la dritta, ma io non amo i libri a tema sportivo, ma è comunque un piacere leggerti!🙏

  43. lapinsu ha detto:

    IN pratica questo libro è la storia al contrario di Calhanoglu…
    Da un lato un atleta che segue l’amore anche a costo di sacrificare la carriera, dall’altra un mezzo giocatore che pur di restare nella città dove gà abitava è andato dietro a 2 noccioline in più nell’ingaggio 😀

    A parte gli scherzi, grazie per la dritta: la storia è interessante, tra l’altro sembra fatta apposta per una trasposizione cinematografica.

    • wwayne ha detto:

      Nel girone d’andata della scorsa stagione, il Napoli si ritrovò a perdere contemporaneamente i 3 membri della sua spina dorsale: Koulibaly in difesa, Anguissa a centrocampo e Osimhen in attacco. Bastarono queste 3 defezioni per far sgonfiare totalmente la squadra di Spalletti, e farla uscire definitivamente dalla lotta scudetto.
      Pioli ha avuto la stessa identica sfiga, perché Kjaer si è spaccato il ginocchio, Calhanoglu non è stato realmente sostituito e Ibrahimovic è stato più in infermeria che in campo: nonostante ciò, Pioli ha saputo inventarsi ogni volta qualcosa, e fare in modo che la squadra non si sgonfiasse mai né nel morale né nelle prestazioni. E’ per questo che lo scudetto del Milan è soprattutto merito suo.
      Riguardo a Twenty – Four Seconds, hai perfettamente ragione: la trama sarebbe perfetta per un film, e se l’autrice fosse stata americana sicuramente qualcuno di Hollywood ci avrebbe fatto un pensierino. Così non è stato, ma il suo resta un romanzo molto bello e anche molto educativo, perché fa capire quali sono i veri valori della vita: più precisamente fa capire che l’amore e i sentimenti vanno sempre messi davanti ai soldi e alla gloria, perché sono molto più importanti, e aggiungo che spesso sono anche molto più duraturi. Grazie a te per il commento! : )

  44. Mi piace la storia… penso. Prima o poi lo leggerò e ti ringrazio per questo post.

  45. 2010fugadapolis ha detto:

    Ehilà Wwayne,
    scusami se vado OT, ti è arrivato l’invito a partecipare come autore su FugaDaPolis ? Te lo chiedo perchè non sono certo di aver beccato l’utente WordPress giusto…
    Ovviamente, come per tutti, è solo un invito: nessuna pretesa. Immagino che già con il tuo Blog sia occupato che la metà basta, però se mai ti andasse di pubblicare qualcosa (vanno bene anche i “reblog”) pure da noi saresti il benvenutissimo. Come dico sempre, se vuoi, quando vuoi.

    • wwayne ha detto:

      Ti ringrazio moltissimo, ma purtroppo devo declinare l’invito: a stento riesco ad aggiornare il mio di blog, figuriamoci se dovessi aggiornarne anche un altro. Comunque, se tu decidessi di rebloggare i miei articoli ne sarei molto contento! : )

  46. 2010fugadapolis ha detto:

    OK, ricevuto !
    In ogni caso (non prenderla come insistenza), tieni presente che la cosa non implica assolutamente alcun impegno, a molti piace l’idea perchè possono magari scrivere su temi completamente diversi da quelli dei loro Blog “istituzionali” senza snaturarli. Tipo valvola di sfogo, per capirci…. 😉
    Se mai ti prendesse il ghiribizzo, sempre a disposizione !
    P.S.: la porti un bacione a Firenze… 🙂

  47. Dina ha detto:

    Me lo sono annotata. Carissimo, è da tempo che non passo a trovarti. Questo luogo è rimasto accogliente e tu, sempre un ottimo padrone di casa.
    Eleganza e cultura a disposizione di chi si siede.
    Mi ci voleva proprio!
    Buona domenica

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: come sai anch’io ti stimo molto, sia come blogger che come persona. Grazie mille per i complimenti e per il tuo graditissimo ritorno nel mio blog, e buona Domenica anche a te! : )

  48. Bello il tuo invito alla lettura. La suspence dietro alle grandi scelte di vita c’è eccome. E in amore, dove ci si può sentire sospesi nel vuoto e i calcoli non funzionano mai. Scelte e tempi indefiniti. Dilatati. L’opposto degli sport di squadra, se vuoi, dove ogni elemento dell’ingranaggio deve essere al suo posto, ci si muove e dispone in base a schemi predefiniti che poco spazio concedono al rischio di un’improvvisazione. Nel gioco del basket bastano 24 secondi per decidere il finale di una partita. 24 secondi sono l’unità di misura dell’azione. Interrotti, frammentati allo spasmo, se decisivi. Mi sembra di capire, però, che il cuore del protagonista nonostante le apparenze batta a un tempo diverso, un tempo che non ha confini. E questo lo rende ancora più forte, oltre a fargli onore.

    • wwayne ha detto:

      Il tuo commento è molto bello e acuto. Mi ha colpito in particolare il passaggio in cui affermi che lo sport e l’amore funzionano in maniera opposta, perché lo sport è un gioco super organizzato in cui ogni singola azione è già stata predefinita a priori, l’amore invece non può essere predeterminato in questo modo, perché è per definizione la cosa più irrazionale che ci sia. E in fondo è proprio questo che lo rende così affascinante.
      Ho adorato anche il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://uncielovispodistelle.wordpress.com/2022/06/25/anasia/. Grazie mille per quest’ottimo commento, e buona Domenica! : )

      • Ben poca cosa, in realtà, ma grazie.

        Tornando allo sport, avendo vissuto esperienze semi-professionistiche, avendo fatto play-off, vinto e perso finali (soprattutto perso), posso dire che il gioco di squadra, le dinamiche di relazione che si instaurano, i ruoli, i caratteri, i retroscena, devo dire che capisco il genere letterario o cinematografico, assolutamente. Lo sport, più di altre attività, forse, non è altro che una grande metafora della vita, una metafora che ne estremizza forse alcuni aspetti. E nel caso dei romanzi di questo genere si viene a creare un interessare gioco di specchi su più piani paralleli,

        Grazie a te degli spunti di riflessione.

  49. harahel13 ha detto:

    belle queste recensioni di libri. Insolite ed appassionanti.

  50. astrorientamenti ha detto:

    Complimenti
    sempre bello leggere i tuoi post 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...