Una scelta difficile

La vita di Kate Middleton cambiò per sempre nel 2001, quando incontrò il principe William. Entrambi avevano appena cominciato l’università, e il destino li aveva fatti finire nello stesso ateneo: William era certamente abituato alla bellezza, eppure notò ugualmente quella giovane ragazza inglese in mezzo a mille altri studenti, e cominciò da subito a corteggiarla. Qualcuno potrebbe pensare che Kate abbia avuto la classica “botta di culo”: io invece penso che abbia avuto in sorte, se non una condanna, quantomeno un fardello molto difficile da sopportare. Infatti, se è vero che accettando di fidanzarsi con William (e successivamente di farci una famiglia) si è assicurata soldi e fama, dall’altro ha dovuto rinunciare per sempre a qualcosa di molto più prezioso: la normalità. Se una donna si frequenta con un vip di altro tipo, come un politico o un calciatore, allora può comunque sperare di fare una vita relativamente normale, e invocare il proprio diritto alla privacy; tutto questo è impensabile se invece ti frequenti con il futuro re d’Inghilterra. A quel punto i paparazzi ti seguiranno in ogni dove, e i giornalisti andranno a scavare in ogni minima piega del tuo passato e del tuo presente. Non solo: se entri a far parte della famiglia reale, poi devi seguire una rigidissima e snervante procedura per fare qualsiasi cosa, quindi dovrai chiedere il permesso e avvisare con largo anticipo anche se vuoi solo andare a fare una passeggiata per strada. Una situazione logorante anche per chi ci convive da tutta la vita, figuriamoci per lei, che fino a quel momento aveva condotto una vita totalmente diversa. Kate Middleton infatti non era una ragazza abituata a navigare nell’oro e a frequentare le grandi metropoli: i suoi genitori erano dei normalissimi dipendenti di un aeroporto, e vivevano con lei e altri 2 figli in un paesino di 2.000 anime (Bucklebury). Passare di punto in bianco da una vita di provincia come questa all’estenuante vita di corte dev’essere stato uno scombussolamento enorme per lei: di conseguenza, se ha deciso di tenere botta e di rassegnarsi a sopportare a vita questo stress, a mio giudizio non l’ha fatto perché è una furbetta che ha visto un’opportunità e ci si è gettata a capofitto, ma perché amava così tanto William da essere disposta a sobbarcarsi tutto questo pur di stare con lui.
Ho pensato a lei quando ho visto un film che praticamente racconta la sua storia a parti invertite: Marry Me – Sposami. Nel film in questione una cantante di fama mondiale (nientemeno che Jennifer Lopez) intraprende una relazione con un uomo totalmente estraneo al mondo dello spettacolo, da lei incontrato casualmente ad un suo concerto. E’ quindi una circostanza molto simile a quella che vi ho descritto prima: tutti lo invidiano perché pensano che abbia avuto un gran colpo di fortuna, lui invece si accorge ben presto di aver firmato la sua condanna, abbracciando uno stile di vita molto meno piacevole di quel che si potrebbe pensare. Come andrà a finire questa storia? Lui saprà sopportare tutto questo per amore, oppure dimostrerà meno coraggio di Kate Middleton e tornerà volentieri a fare una vita normale? Non posso dirvelo, naturalmente. Posso solo consigliarvi di vedere Marry Me – Sposami: vi farà ridere, commuovere e riflettere sull’amore, e quindi vi resterà dentro per sempre.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

163 risposte a Una scelta difficile

  1. La tua osservazione è attendibile,WWayne. Alla spianata delle moschee corrisponde il muro del pianto. Buon proseguire.

  2. Sabri ha detto:

    Credo anche io che sia stato amore il loro. Per esempio io non sopporterei di vivere così. Tengo tanto alla mia privacy. La popolarità, però, è il prezzo da pagare per il loro amore. Anche se, me ne sto accorgendo, almeno in Italia, quando parlano di qualcosa ti martellano fino ad arrivare al punto di farti quasi odiare l’argomento di cui stanno parlando. Svelando anche cose che, magari, a un lettore o un telespettatore non importano nulla. Buona giornata Wwayne.

    • wwayne ha detto:

      Sono totalmente d’accordo. Penso ad esempio a tutti i post che sono stati pubblicati su Facebook alla morte della regina Elisabetta: alcuni raccontavano degli aneddoti significativi, altri invece si soffermavano su dei dettagli decisamente futili e poco interessanti.
      Tra l’altro, se mi è venuta in mente Kate Middleton mentre guardavo Marry me – Sposami, probabilmente è stato proprio perché l’ho visto pochi giorni dopo la morte della regina Elisabetta: se l’avessi visto anche solo una settimana prima magari quest’associazione di idee non si sarebbe innescata, e quindi non mi sarebbe venuta l’ispirazione per scrivere questo post.
      Da super fan di Michael Connelly ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://iochisono090683.wordpress.com/2022/09/15/la-notte-piu-lunga-michael-connelly/. Grazie per il commento, e buona giornata anche a te! : )

  3. Viaggiando con Bea ha detto:

    Ho sempre visto Kate e William come una coppia che esce da un libro di favole. Condivido con te che i due si sono innamorati ed è proprio per questo che io vedo la loro unione come una bella favola. La vita di corte sarà sicuramente impegnativa ma cosa ne dici della vita di una comune donna di casa e lavoratrice nel contempo ebperfino con bimbi da gestire? Mi piace l’idea di vedere il film da te suggerito. Baci baci

    • wwayne ha detto:

      Sono totalmente d’accordo con te. Giusto stamani ho parlato con una signora che ha 6 figli, e solo per i libri scolastici dei primi 2 ha dovuto spendere 384 euro: 202 per il primo e 182 per il secondo. Senza dubbio la vita di corte è stancante, ma ricevere queste mazzate e non sapere come fare per far quadrare i conti è decisamente più complicato.
      Riguardo al film, sono convinto che ti piacerà moltissimo: riesce a parlare di amore in modo profondo e leggero allo stesso tempo, e ti rimane in testa anche diversi giorni dopo che l’hai visto.
      Ho adorato il tuo ultimo post (le foto sono tutte di una bellezza mozzafiato), quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://viaggiandoconbea.com/2022/09/11/carinzia-da-villach-a-ossiacher-see/. Grazie per il commento, e buon fine settimana! : )

      • Viaggiando con Bea ha detto:

        Allora concordi con me che qualsiasi problema di vita mondana è niente a confronto della vita di tutti i giorni di noi donne indaffarate in mille cose. Il film devo assolutamente cercarlo tra Netflix e Sky vediamo se lo trovo. Grazie mille per aver condiviso il mio articolo. Man mano sto cercando di pubblicarne uno dopo l’altro per raccontarvi di tutto il mio viaggio in Carinzia. Il mio modo di raccontare i viaggi ha lo scopo di aiutare chi volesse fare lo stesso viaggio. L’insieme di questi articoli potrebbero essere una mini guida per altri viaggiatori instancabili come me. Baciii

      • wwayne ha detto:

        Su SKY dovresti trovarlo senza problemi. Un bacio anche a te, e a presto! : )

      • Viaggiando con Bea ha detto:

        lo proverò a cercare. Grazie

  4. Daniela ha detto:

    già, scelta non facile che limita enormemente la quotidianità, e tutto finisce protocollato. Raccolgo il tuo suggerimento , cerco il film, nche perchè la Lopez mi è simpatica 🙂

    • wwayne ha detto:

      Anch’io la trovo simpaticissima, e in questo film in particolare dimostra di essere molto autoironica: infatti il personaggio è ricalcato su di lei, dato che anche Jennifer Lopez è una cantante di fama mondiale e anche lei ha tanti matrimoni falliti alle spalle. Nonostante ciò, sia lei che il suo personaggio non hanno mai smesso di credere nell’amore eterno: questo è senza dubbio uno dei messaggi più belli del film.
      Come sai ho adorato il post che hai dedicato a Irene Papas, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://ilmondodibabajaga.wordpress.com/2022/09/14/grazie-irene-3/. Grazie a te per il commento, e buon fine settimana! : )

  5. Raffa ha detto:

    Credo che Kate non abbia rinunciato solo alla normalità, come dici tu, ma più in generale alla libertà, sia per lei che per i suoi figli. Ed è quello che ben aveva capito Diana, troppo tardi purtroppo. Ma almeno Kate ci ha rinunciato per un uomo che la ama davvero, non so immaginare la delusione e la sofferenza che deve aver patito Diana.

  6. Mirko Ciminiello ha detto:

    Già avevo in mente di guardare questo film, la tua prosa sempre avvincente mi ha ulteriormente confermato in questa convinzione. Bello anche il paragone con la Principessa del Galles, su di lei la penso proprio come te (e magari sbagliamo in due 😅).
    Un abbraccio e complimenti come sempre 👏🏼

  7. marisasalabelle ha detto:

    Diana, per esempio, non è riuscita a tollerare il rigido protocollo e le aspettative elevate della Casa reale, e nemmeno Meghan. Per non parlare di Sarah Fergusson. No, effettivamente sposare un principe non è una passeggiata. Bisogna dirlo a Cenerentola e Biancaneve!

  8. flowerlily00 ha detto:

    E’ sicuramente un ambiente difficile.. e una scelta non facile.

  9. Giada ha detto:

    Tantissimi complimenti per il tuo bellissimo articolo!! 😉

  10. Leonardo ha detto:

    E’ un film che sicuramente può piacere alla mia compagna 🙂

    A presto!

    • wwayne ha detto:

      In effetti il film è pensato proprio per le coppie, dato che è stato fatto uscire strategicamente a San Valentino. E’ stata una scelta azzeccata, dato che ha incassato 50,5 milioni contro 23 di budget: un risultato straordinario, se consideri che oggi quasi tutti i film non di supereroi non arrivano neanche a 20 milioni.
      Ho adorato il tuo ultimo post (la frase finale in particolare è davvero bellissima), quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://notedileonardo.wordpress.com/2022/09/16/ebook-reader/. Grazie per il commento, e buon fine settimana! : )

  11. onofrio81 ha detto:

    Alla fine il vero amore trionfa sempre! Personalmente penso però siano più i vantaggi che gli svantaggi! Poi per una risposta più completa bisognerebbe provarlo sulla propria pelle quindi se qualche principessa fosse in “ascolto” sono pronto a provare cosa si prova di persona a vivere a corte!

  12. Evaporata ha detto:

    Questo tipo di amore è anche una missione.

    • wwayne ha detto:

      Sono totalmente d’accordo con te. Tutti i matrimoni sono complicati, ma quello di William e Kate lo è all’ennesima potenza, perché accettare di sposare l’erede al trono d’Inghilterra significa accettare anche la missione di essere sempre all’altezza, e di onorare il tuo ruolo in ogni momento della tua vita. Non è affatto un compito facile, e soltanto una persona spinta da un vero amore sarebbe disposta a sobbarcarselo.
      Come sai ho adorato il post che hai dedicato a Giuni Russo, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://evaporata.com/2022/09/16/adrenalina/. Grazie mille per quest’ottimo commento, e buon fine settimana! : )

  13. Fritz Gemini ha detto:

    Quando vivevo in Canada (2010-2012), formalmente una nazione che fa parte ancora della corona britannica, i canadesi guardavano con freddezza la famiglia reale e il “ricordo” di Carlo e Diana (e sottolineo anche Diana, vista in maniera diversa al di qua dell’Atlantico, e per Carlo, si trattava di un “ricordo” nonostante fosse in vita e bello vegeto) non era per nulla positivo, anzi. Non ricordo se prima o dopo il loro matrimonio, avvenuto nel 2011, Kate e William furono in visita ufficiale tra gli aceri. Furono accolti con calore in tutte le città (credo fossero tutte anglofone) in cui soggiornarono. I giornali scrissero: una generazione reale più seria, rispettosa dei loro ruoli e dei noiosi ma doverosi protocolli, rispetto a quella dei loro genitori. E cosa più importante: si vede che si amano e si vogliono bene. Formalmente, anche i rotocalchi statunitensi, reperibili nelle città di confine canadesi, di solito non solo indifferenti, ma anche un po’ snob verso la corona britannica, riservavano frecciatine pesanti alla generazione precedente, ed un velato apprezzamento ai due giovani. Saluti.

    • wwayne ha detto:

      Mi hai fatto tornare in mente quest’altro splendido film, girato proprio in Canada:

      Ti va di raccontarmi qualcosa di più sul tuo biennio canadese?

      • Fritz Gemini ha detto:

        Nel mio blog avevo scritto numerosi post sul Canada. Non sono stati molto letti, perchè in quegli anni ero su blogspot. Ora sono disponibili su WP. Sono di più di 10 anni fa, per cui è difficili reperirli sul reader di WP o eche vengano indicizzati su google. Chi vuole puo’ trovarli andando nella pagina del blog, pero’ leggendo fuori da WP, cliccando sulla categoria “Canada” in alto. Ci si potrebbe scrivere un libro. Comunque sono stati due anni bellissimi, tra i più belli della mia vita. In quegli anni era un paese vivo, ricco di iniziative culturali, con una popolazione molto aperta e dinamica che accetta le sfide dei tempi attuali. Paesaggi mozzafiato e alcune città stupende come Montreal, Vancouver e Toronto. Il film che citi non l’ho visto. Dovro’ rimediare. Un caro saluto. Fritz.

      • wwayne ha detto:

        Crazy Moon ti piacerà moltissimo, ne sono certo: dal minuto 18 in poi diventa un capolavoro.
        A proposito dei tuoi post, il penultimo che hai pubblicato è un vero capolavoro, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://fritzgemini.wordpress.com/2022/09/09/aint-no-sunshine-attraversando-ricordi-e-terre-lontane/. Grazie per il commento, e buon fine settimana! : )

      • Fritz Gemini ha detto:

        Grazie Wwayne. Buon weekend anche a te!

  14. •Pat ha detto:

    Ammetto, Owen Wilson non mi è particolarmente simpatico ma, ogni tanto, una serata leggera come un aperitivo analcolico (biondo) ci sta. Mi piacciono i tuoi post!

    • wwayne ha detto:

      Owen Wilson ha recitato anche in un altro ottimo film, Wonder: se non l’hai visto, te lo consiglio caldamente. Tra l’altro anche in quel film duettava meravigliosamente con la sua partner femminile (Julia Roberts): evidentemente sa creare un buon feeling con le donne con cui recita, e questa è senza dubbio una dote non comune.
      Come sai ho adorato il tuo penultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://patstrocchi.wordpress.com/2022/09/15/certezza/. Grazie mille per i complimenti e per il commento, e buon fine settimana! : )

  15. Daniele Artioli ha detto:

    Da un lato ha avuto, e colto, l’occasione di una vita, dall’altro ha scelto un’esistenza sicuramente non facile che se da un lato le garantisce sicurezza, prestigio e comodità dall’altro ne limita enormemente la libertà individuale. Insomma, come tutte le cose ha i suoi pro e i suoi contro, ma essendo una situazione così estrema, dal momento che è destinata a diventare regina consorte di Inghilterra, anche il contrasto tra i vantaggi e gli svantaggi è molto più accentuato, come una foto con un chiaro-scuro molto forte. Le auguro, come lo auguro a tutta la sua famiglia, il meglio, e che possano avere un futuro molto più sereno di quello dei suoceri. Sarebbe stato un bel colpo se Carlo avesse rinunciato al trono in favore di William, ma purtroppo non è stato così.
    Non ho visto il film, ma ne ho visti altri con Jennifer Lopez e oltre a essere una donna bellissima mi è anche piuttosto simpatica; quindi credo che potrei recuperare anche questo, se dici che ne vale così tanto la pena!

  16. lapinsu ha detto:

    Ho visto il film e confesso che non mi è piaciuto affato…
    Tuttavia sono assolutamente d’accordo con tutta la tua premessa su Kate Middleton e la snervante vita di corte. A tal proposito consiglio due visioni:
    – Vittoria e Abdul: bellissima storia che racconta la vera amicizia che nacque oltre un secolo fa tra la regina Vittoria e un indiano di nome Abdul
    – The Crown: la popolarissima serie Netflix. Soprattutto le prime stagioni sono dei veri e propri gioiellini.

    • wwayne ha detto:

      Vittoria e Abdul l’ho visto, e in effetti ha una storia simile a quella di William e Kate (anche se in quel caso era un rapporto di amicizia e non di amore). Posso chiederti perché non ti è piaciuto Marry me – Sposami?

  17. valy71 ha detto:

    Wow, penso proprio che lo guarderò. Sono d’accordo con te sul fatto che non sia tutto oro quello che luccica. Se è vero che avrà dei benefici, saranno anche tanti i noiosi e doverosi obblighi di corte. William ad un certo punto ha avuto anche delle perplessità sul loro rapporto. Anche i ricchi piangono.
    Ho sempre pensato che non mi piacerebbe essere ricca, avere il necessario per vivere e pagare con serenità tutto quel che c’è da pagare ed aiutare anche qualcuno sarebbe il top. Ma essere eccessivamente ricchi comporta un’altra serie di problemi, certo nemmeno essere poveri. Una buona e sana via di mezzo, così difficile da avere, specialmente di questi tempi.
    Un caro saluto 👋

  18. fleurerose ha detto:

    Ciao, il film non l’ho mai visto e rimedierò al più presto (mi hai incuriosita😉), per quanto riguarda Kate, a me lei piace, e con William fanno una coppia “azzeccata”. Questo serve a due comuni mortali e sarà ancora più utile a loro che devono affrontare un percorso di vita così “particolare”. “God save the king”😉😉😉

  19. luisa zambrotta ha detto:

    Grazie per il suggerimento cinematografico,
    In quanto alle tue riflessioni su Kate, mi trovo totalmente d’accordo con te

  20. Priscilla Potter ha detto:

    Non so. Sinceramente sono perplessa. Ho letto che la sua famiglia ha sempre scelto per lei degli ambienti che favorissero l’incontro con il principe. Quale sarà la verità?

  21. indicibile2021 ha detto:

    ho letto. gustosissimo… bravo 🙂

  22. Sono completamente in accordo con te riguardo Kate e William. A dispetto delle molte unioni di convenienza, quello che li unisce, è anche a mio avviso un sentimento reale. Condivido tutte le tue osservazioni, decidere di stravolgere la propria esistenza seguendo il rigidissimo protocollo reale, può solo essere portato avanti se c’è un solido amore alla base….”l’amor che move il sole e l’altre stelle” diceva Qualcuno 😍 ho visto il film di JLo cui fai riferimento, e sebbene abbastanza leggero, l’ho guardato con piacere ☺️

  23. recensioni53 ha detto:

    La società dei genitori di kate, Party Pieces,iniziò con articoli per le feste dei bambini. Cappellini di carta, vestiti rosa, trombette, gadget, piatti colorati, piccole cose con prezzi tra le due e le quaranta sterline. Quindici anni più tardi i due diventarono ricchissimi. Mentre vendeva, la Party Pieces costruisce un database in cui archivia nomi, età e recapiti dei clienti, per lo più donne facoltose tra i 20 e i 30 anni con bambini con un’età compresa tra i 2 e i 7 anni in modo da inviare le offerte in tempo per il prossimo compleanno. Nel 2007 la rivista «Marketing Week» definisce il database «perfetto per raggiungere donne e madri benestanti» in grado di acquistare non solo giochi per bambini, ma anche articoli per la casa, accessori, abiti e arredamento.
    Una miniera d’oro per le aziende del settore a cui i Middleton vendono gli elenchi di volta in volta aggiornati. Li cedono per 120 sterline ogni 1000 nomi. Nel 2007 i clienti stimati furono 230 mila. Insomma la famiglia di kate è molto ricca e per questo lei ha potuto frequentare l’alta società. E se il matrimonio è stato amore o il coronamento di una scalata sociale ben pianificata non è dato saperlo però lei svolge adeguatamente il suo ruolo a servizio della famiglia reale ed ha accettato oneri ed onori. È solida e tenace, quello che serve a rampolli fragili figli di un uomo che si stizzisce come un bimbo piccolo per un oggetto ingombrante mentre è in mondovisione. Scusami l”amore mi piace ma non so parlare d’amore……

  24. The Butcher ha detto:

    Un’interessante parallelismo. Effettivamente se diventi un personaggio pubblico purtroppo non potrai più stare tranquillo e anche il più sciocco o ingenuo dei gesti potrebbe diventare qualcosa di appetitoso per gossip e scandali. La fama arriva con un certo costo e non tutti sono in grado di sopportarlo, pe esempio io non riuscirei a vivere con gli occhi di molte persone puntati su di me e curiosi di sapere ogni cosa di me. Purtroppo non ho ancora visto il film nonostante abbia visto i trailer sia in televisione che su YouTube. Sarebbe interessante recuperarlo.

    • wwayne ha detto:

      Il fatto che il trailer ti sia capitato spesso davanti agli occhi significa che il produttore ha investito molti soldi nel pubblicizzarlo. E’ stato ripagato, dato che Marry me – Sposami ha incassato 50,5 milioni contro 23 di budget: un risultato straordinario, se consideri che oggi quasi tutti i film non di supereroi non arrivano neanche a 20 milioni.
      Come sai ho adorato il tuo post su Oscar insanguinato, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://mymadreams.com/2022/09/10/oscar-insanguinato/. Grazie mille per i complimenti e per il commento, e buon fine settimana! : )

  25. Austin Dove ha detto:

    di JLO ti consiglio due film, di generi nettamente diversi:
    – Le ragazze di Wall Street
    – Quel mostro di suocera

    cmq sto articolo dimostra la falsità e l’ipocrisia di Megan

  26. Neogrigio ha detto:

    Non concordo, la Middleton è stata educata fin da piccola per quel fine , e non é stato proprio un caso che sia finita lì, non ha mai vissuto una vita normale cm io o te, non ha mai avuto gli stessi nostri obiettivi né la stessa educazione e formazione, né lo stesso tenore di vita

    • wwayne ha detto:

      Anche un’altra commentatrice ha chiarito che in realtà i genitori di Kate Middleton smisero molto presto di fare i dipendenti di un aeroporto, perché partendo da zero riuscirono a diventare degli imprenditori ricchissimi. Poi forse (ma non c’è certezza di questo) hanno cercato di completare la loro scalata sociale facendo di tutto affinché Kate incontrasse e seducesse William.
      Comunque, anche ponendo che il suo incontro con William sia stato pianificato dai suoi genitori, resta il fatto che poi è stata la sola Kate Middleton a trovarsi in quella situazione, e se ha deciso di sopportarla nonostante tutto lo stress che comporta è segno che ama William sopra ogni cosa.
      Ho adorato uno dei tuoi ultimi post (trabocca di autentica passione per la musica), quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://unavitanonbastablog.wordpress.com/2022/09/06/sting-per-ricominciare/. Grazie per il commento, e buon fine settimana! : )

  27. Kikkakonekka ha detto:

    La scelta di Kate è senza dubbio stata difficile. La rinuncia alla normalità, in effetti, può pesare per tutta la vita.
    Sono certo che la sua scelta non sia stata fatta per ambizioni o arrivismo: si è “semplicemente” innamorata.

  28. bortoround ha detto:

    ho letto ed apprezzato la delicatezza con la quale hai affrontato il tema e la connessione che hai stabilito con un caso simile, ma dove i ruoli di potere nella coppia sono distribuiti diversamente.

    le vicende delle varie coppie e non coppie della famiglia reale inglese ci sono morbosamente proposte dal sistema mediatico, così che pare che questa sia l’ultima monarchia esistente al mondo, mentre ce ne sarebbero diverse altre, che però misteriosamente non fanno altrettanta notizia, salvo forse i principi di Monaco, peraltro politicamente insignificanti.
    anche io finisco trascinato a scrutare tra gli infiniti pettegolezzi e vagamente apprendo che il rapporto di cui hai parlato non è stato così lineare all’inizio, visto che i due ad un certo punto si sono anche piantati, o sbaglio?
    e soprattutto potrebbe non esserlo in futuro, se hanno qualche fondamento le torbide indiscrezioni su certe abitudini sessuali del nuovo erede al trono, che fanno impallidire quelle del padre, ma delle quali non dirò nulla neppure sotto tortura, per diversi motivi.

    piuttosto noto, con un sorriso sarcastico, che il nuovo re, Carlo III, si sta rivelando all’altezza delle aspettative e sta ribaltando la monarchia fin dalle prime ore: è veramente straordinaria l’idea di vietare i jet privati ai grandi della terra che arriveranno per i funerali della madre e di portarceli dall’aeroporto, dove dovrebbero arrivare con voli di linea, con un autobus collettivo (per motivi di sicurezza!!! quando è evidente, semmai il contrario).
    bravo, bravo… 🙂
    – vale per Carlo III, ma vale anche per te.

  29. Condivido il tuo pensiero, con questo matrimonio ha perso libertà e normalità
    Le auguro che ne sia valsa la pena
    Per quanto riguarda il film l ‘ho visto e….davvero povero lui 😉

  30. Concordo, la rinuncia di Kate purtroppo è stata grande 🙂 una vita normale è la cosa più bella… complimenti per questo post, è un personaggio che stimo molto

  31. grazie del prezioso consiglio! si dice che osservare certi mondi così lontani da noi possa essere una favola..e per noi poveri mortali è così…completamente fuori dal cerchio! buona serata

    • wwayne ha detto:

      Hai detto bene: noi siamo completamente estranei a certi ambienti, e quindi molti di noi ne vedono soltanto l’aspetto più bello e appariscente. Ma se gratti un po’ la superficie, scoprirai che forse la vera fortuna è proprio essere soltanto un comune mortale.
      Come sai ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://sibillla5.wordpress.com/2022/09/15/non-contare-nella-notte/. Grazie a te per il commento, e buona serata anche a te! : )

      • ma dai!!! troppo, troppo! grazie! Si ho pensato anch’io alla sfortuna di essere un re…e lo so, io non lo farei mai per i limiti alla libertà personale….Ma sai fa parte della vita di quell’altro mondo e proprio anche sforzandomi non riesco a provare un qualsiasi sentimento da condividere con quelle persone che in fondo hanno scelto di stare lì…perchè se non si fossero sentite all’altezza della situazione se ne sarebbero andate…evidentemente i vantaggi superano gli svantaggi..sai com’è..sono un po’ materialista in queste cose…ancora grazie Wwayne e buona giornata

      • wwayne ha detto:

        Sono d’accordo con te: ognuno di noi, quando sceglie di fare qualcosa o di non farla, lo fa dopo aver valutato “i rischi e i benefici”, per usare una formula tipica del linguaggio medico. Di conseguenza, se Kate ha scelto di stare con William, evidentemente ha ritenuto che la cosa fosse tutto sommato conveniente. Ma come ho scritto nel mio post, secondo me è stata anche una scelta dettata dall’amore, ed è soprattutto questo a rendere la loro storia così speciale, molto più del fatto che lui sia di sangue blu e lei no. Non sono più in tempo ad augurarti buona giornata, quindi buona serata! : )

      • grazie wwayne! può darsi che sia come dici tu..sicuramente era amore…

  32. Bergontieleonora ha detto:

    Mi trovi assolutamente d’accordo wwayne: la vita di Kate ha avuto uno sconvolgimento a 360º. Sicuramente tra lei e William c’è un grande amore che è culminato con il matrimonio è l’arrivo dei loro tre figli, George, Charlotte e Louis. Passare da ragazza borghese a duchessa di Cambridge comporta oneri e onori non indifferenti. Essere costantemente sotto l’occhio dei riflettori, presa a modello da tante persone è una bella responsabilità. Se poi ci si mette che vige una rigida etichetta di corte da seguire credo che la maggior parte delle persone preferirebbe una vita normale e modesta piuttosto che una vita nel lusso ma in cui la privacy viene continuamente violata. Se la Principessa Diana fosse sopravvissuta a quel terribile incidente credo che avrebbe avuto un buon rapporto con Kate e sarebbe stata una fantastica nonna per i piccoli di casa Windsor, 🙂.

  33. maxilpoeta ha detto:

    non ho visto il film di cui parli, ma condivido il fattore celebrità, in effetti ciò che da fuori vediamo come una fortuna pazzesca ha molte controindicazioni come si suol dire, la privacy non esiste più, a quei livelli anche quando vai in bagno devi guardare di non avere micro spie in giro. E’ un po’ come essere ricchissimi, uno pensa è una vita incredibile, poi però metti in conto tutto, le persone che ti vengono dietro solo per spillarti soldi, la privacy che vacilla, le fregature dietro ogni angolo, non a caso molti in passato che erano diventati ricchissimi per vincite da un giorno all’altro, sono poi passati in deficit per aver sperperato tutto, proprio a causa dei vari avvoltoi di turno. Quindi alla fine nella normalità si vive meglio 😊😊👍😉

  34. Nemesys ha detto:

    Ciao Wwayne sei riuscito lucidamente a fare un bellissimo disegno di tutto il peso di Kate che si è sobbarcata sposando William, ed è proprio vero quando si dice che non è tutto oro quello che lucica… C’è sempre un diritto e rovescio di ogni medaglia e c’è sempre un prezzo da pagare per tutto, questa è la realtà delle cose e chi si sofferma soltanto sulle belle apparenze commette un grave e notevole errore. Per quanto riguarda invece il film di cui parli, non l’ho visto e non ricordo nemmeno di averne sentito parlare, come già sai non ho una grande cultura cinematografica. Grazie comunque della dritta, lo cercherò anche perchè mi sono sempre trovata bene con le tue recensioni cinematografiche e letterarie, per cui vado tranquilla che anche in questo caso ne valga la pena il vederlo. Buona serata 🥀👏

  35. Fedefunk ha detto:

    Sono vocazioni… Se uno ha la vocazione si sacrifica per ottenere un risultato. Kate io la vedo molto dedita alla causa, con mirabile consapevolezza e senso del dovere oltreché ambizione. La ammiro molto per questo perché il mondo è pieno di gente che si butta in imprese di cui trascura le conseguenze e che poi manda in merda. Lei, per ora, sembra ancora avere il controllo della situazione. Bravo anche William a sceglierla. Spero per loro che tengano botta, posto che della corona inglese mi interessa un numero molto prossimo allo zero.

    • wwayne ha detto:

      Sono totalmente d’accordo: nonostante la sua giovane età Kate Middleton è una donna saggia, e quindi riesce a tenere sotto controllo la situazione nonostante conduca una vita molto stressante. Evidentemente ha una capacità di reggere la pressione fuori dal normale. Anzi, io direi che è fuori dal normale in tutto: per bellezza, per intelligenza, per classe… insomma, come hai detto tu William è stato proprio bravo a sceglierla! : ) Grazie mille per quest’ottimo commento, e buon fine settimana! : )

  36. silviatico ha detto:

    Credo che anche questo gilm possa risultare in argomento…https://youtu.be/Ts18FEKcpQw

  37. Non amo la monarchia in generale e soprattutto la monarchia inglese.
    Ma non è qui che si fa polemica.
    Il film è sicuramente da vedere.

  38. Marco Torracchi ha detto:

    Il concetto è valido, ma ho troppo poche informazioni per dire che la Kate davvero la viva così. Può essere anche che si senta a suo agio.

  39. Zio Gio ha detto:

    Mi hai ricordato anche Il principe cerca moglie 😅

    • wwayne ha detto:

      Non ci avevo pensato, ma hai ragione: questo tema della scelta tra una vita normale e una vita principesca è presente anche ne Il principe cerca moglie (che tra l’altro è uno dei miei film preferiti in assoluto). La differenza è che lì questa scelta veniva fatta da un personaggio di contorno (la ragazza corteggiata da Akeem), mentre invece in Marry me – Sposami il personaggio che è posto davanti a questo bivio è il protagonista assoluto del film (insieme a quello di Jennifer Lopez). Grazie mille per quest’ottima osservazione e per avermi riportato alla mente Il principe cerca moglie! : )

  40. cacciatricedisogni ha detto:

    Immagino anch’io che sia come dici tu per Kate, ma nella vita non si può avere tutto anche se si è una futura regina. Alla fine ha fatto la sua scelta consapevole di tutti i pro e contro, credo comunque che sono una coppia unita, ad ogni modo i suoi compiti, se così vogliamo chiamarli, li esegue egregiamente.

  41. Hermio ha detto:

    In ogni caso ha fatto sempre una scelta, a me non sembra che sta soffrendo molto e non credo che ha rinunciato a una normale normalità, la sua era comunque una normalità di alto livello se no non se la sposava un principe

    • wwayne ha detto:

      Anche altri 2 commentatori mi hanno fatto notare che in realtà soltanto da bambina Kate Middleton ha vissuto nel modo che ho descritto nel post: già quand’era ragazza la situazione era radicalmente cambiata, perché i suoi genitori partendo da zero erano riusciti a diventare degli imprenditori ricchissimi. Poi forse (ma non c’è certezza di questo) hanno cercato di completare la loro scalata sociale facendo di tutto affinché Kate incontrasse e seducesse William.
      Comunque, anche ponendo che il suo incontro con William sia stato pianificato dai suoi genitori, resta il fatto che poi è stata la sola Kate Middleton a trovarsi in quella situazione, e se ha deciso di sopportarla nonostante tutto lo stress che comporta è segno che ama William sopra ogni cosa.
      Come sai ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://hermio.wordpress.com/2022/09/17/%e2%98%80%ef%b8%8f-beach-paradise-lovers-%f0%9f%8f%9d/. Grazie per il commento, e buon fine settimana! : )

      • Hermio ha detto:

        Non sono esperta di reali e potrei dire anche cose sbagliate, quindi commento solo per quello che vedo di sfuggita. Di sicuro non è facile la sua posizione ma ce ne sono di peggiori della sua, dico solo questo, e inoltre credo che se non avesse potuto dargli degli eredi sarebbe già stata sostituita, è un modo di fare piuttosto medievale il loro che a me fa strano.
        In ogni caso grazie per la condivisione 🙂

  42. Ciao wwayne, grazie, come ogni volta per i suggerimenti… Non ho mai seguito le questioni della casa reale inglese ma, certo, credo che una scelta, come tu dici difficile, venga fatta con consapevolezza, un forte coraggio e tanto sentimento. Poi il resto, chissà…

  43. Mersil79 ha detto:

    Non sono un’amante di questo genere di film ma adoro Jennifer Lopez e dal trailer sembra un film adorabile quindi ho intenzione di guardarlo appena possibile.
    Per quanto riguarda Kate credo di essere una delle poche persone che non la ama particolarmente. Intendiamoci, è simpatica, ha un look fantastico, si vede che ama William ed ha fatto una scelta di vita che io non farei mai quindi tanto di cappello però a pelle non mi prende…

  44. annikalorenzi ha detto:

    Dopo aver seguito quattro stagioni di The Crown…che consiglio a tutti…credo che la vita dei reali e delle Altezze Reali sia ai limiti del reale e del sopportabile per noi comuni mortali. E’ una specie di addestramento. Kate è stata preparata fin da ragazzina per questo. La scelta del College non è stata casuale.

    • wwayne ha detto:

      Anche altri commentatori mi hanno fatto notare che in realtà soltanto da bambina Kate Middleton ha vissuto nel modo che ho descritto nel post: già quand’era ragazza la situazione era radicalmente cambiata, perché i suoi genitori partendo da zero erano riusciti a diventare degli imprenditori ricchissimi. Poi forse (ma non c’è certezza di questo) hanno cercato di completare la loro scalata sociale facendo di tutto affinché Kate incontrasse e seducesse William.
      Comunque, anche ponendo che il suo incontro con William sia stato pianificato dai suoi genitori, resta il fatto che poi è stata la sola Kate Middleton a trovarsi in quella situazione, e se ha deciso di sopportarla nonostante tutto lo stress che comporta è segno che ama William sopra ogni cosa.
      Come sai ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://senzacomplessiblog.wordpress.com/2022/09/14/cara/. Grazie per il commento, e buona serata! : )

  45. cathe b ha detto:

    No, va beh, ma se mi lasci con il dubbio mica posso non precipitati a guardare il film, neh!
    Interessante il tuo parallelismo con Kate Middleton, che ammiro per la sua ardua scelta. Personalmente, credo non l’avrei fatta. L’idea di barattare la mia libertà con protocollo/ricchezza/notorietà non mi attira neanche una briciola… vero è che non ho mai guardato negli occhi il principe William, sicché…

    Stuzzicoso questo pezzo 😊

  46. fulvialuna1 ha detto:

    A me Kate piace, e ho sempre pensato che abbia scelto in completa responsabilità.
    Auguro a entrambi una lunga e serena vita insieme.

  47. leainthearts ha detto:

    Penso che in ogni situazione, anche quella che sembra più idilliaca, ci siano momenti di ombre. tutto cambia e niente è come sembra. Quindi tutte le scelte importanti hanno bisogno di valutazione e il dopo si chiama responsabilità e maturità.

  48. Madame Verdurin ha detto:

    Credo che tu abbia descritto con accuratezza lo stress e la tensione che una vita apparentemente lussuosa e idilliaca può nascondere. Mi viene in mente anche un altro bel film, l’ultimo rifacimento di A Star is Born con Lady Gaga (personaggio che amo molto, coma anche Jennifer Lopez): si potrebbe pensare che il suo personaggio abbia vinto alla lotteria intrecciando una relazione col cantante famoso… niente di più lontano dalla verità!

    • wwayne ha detto:

      Ho visto il film che hai citato, e ritengo che tu abbia fatto un confronto davvero azzeccato: A star is born è un film triste e Marry me – Sposami è un film allegro, ma entrambi raccontano con grande efficacia quanto possa essere pesante (o addirittura infernale) una vita che vista dal di fuori può apparire da sogno.
      Lady Gaga ha spaccato anche in House of Gucci: se non l’hai visto, te lo consiglio caldamente.
      Ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://cine-muffin.com/2022/08/30/notte-horror-manitou/. Grazie mille per i complimenti e per quest’ottimo commento, e buon fine settimana! : )

  49. chiaramarinoni ha detto:

    Ciao wwayne
    hai perfettamente ragione, non è poi così fortunata, sì soldi e fama ma la vera fortuna è l’amarsi, speriamo sia solido in questa coppia.
    Certamente guarderò questo film adoro Jennifer. Spero che lo trasmettino in tv.
    Un abbraccio e buona domenica 🥰🌹⚘🥀
    grazie per essere passato da me.
    Chiara

  50. crimson74 ha detto:

    I genitori di Kate Middleton hanno fatto soldi a palate nel settore dei biglietti di auguri: questo ha permesso loro di mandare la figlia nella stessa università esclusiva dell’erede al trono (e scusa se è poco).
    Onori e oneri. Lei sapeva ciò che l’aspettava (il fidanzamento è stato lungo e a un certo punto pure interrotto): vita incasellata, la necessità di sfornare almeno due o tre marmocchi, etc; in cambio, agi, benessere oltre ogni limite o quasi, etc…
    C’è affetto? Sicuramente (anche se la storia di Carlo ci dice che l’affetto conta fino a un certo punto, nelle scelte di certi individui), però non si può non pensare a che balzo abbia fatto la ragazza.
    Quanto sia amore incondizionato e quanto arrivismo o logiche ‘monarchiche’, lo sanno solo loro.

    • wwayne ha detto:

      Anche altri commentatori mi hanno fatto notare che in realtà soltanto da bambina Kate Middleton ha vissuto nel modo che ho descritto nel post: già quand’era ragazza la situazione era radicalmente cambiata, perché i suoi genitori partendo da zero erano riusciti a diventare degli imprenditori ricchissimi. Poi forse (ma non c’è certezza di questo) hanno cercato di completare la loro scalata sociale facendo di tutto affinché Kate incontrasse e seducesse William.
      Comunque, anche ponendo che il suo incontro con William sia stato pianificato dai suoi genitori, resta il fatto che poi è stata la sola Kate Middleton a trovarsi in quella situazione, e se ha deciso di sopportarla nonostante tutto lo stress che comporta è segno che ama William sopra ogni cosa.
      A mio giudizio è sbagliato generalizzare e dire che, siccome Carlo è stato un marito anaffettivo, allora tutte le teste coronate sono come lui: come in tutti gli ambienti, anche nei palazzi reali ci saranno delle persone come lui e altre che invece amano il proprio partner con tutto il loro cuore. Credo e spero che questo sia il caso di William e Kate.
      Ho adorato il tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://crampi2.wordpress.com/2022/09/25/zelda-mab-lomi-singoli/. Grazie per il commento! : )

  51. Farfalla Legger@ ha detto:

    Anche io credo che Kate ami molto William per accettare le rigide regole di corte inglesi. Di certo per vivere adagiatamente non aveva bisogno di sposare William, quindi c’è amore tra loro. E poi io sono romantica…
    Abbraccio forte forte. ❤ ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...