La nostra ultima estate

86

Andare al mare con gli amici è una delle cose più belle che ci siano. Non tanto per quello che facciamo o per i posti che visitiamo, quanto piuttosto per l’atmosfera di libertà e spensieratezza che si crea quando facciamo un’esperienza di questo tipo. Vorremmo che quei giorni durassero per sempre, ma purtroppo ad un certo punto l’Estate finisce, i soldi anche e quindi non resta che tornare mestamente alla realtà di tutti i giorni, conservando per sempre il ricordo di quell’avventura così bella.
Di recente ho letto un libro che coglieva perfettamente la magia di quest’esperienza. I protagonisti sono un gruppo di ragazzi molto diversi tra loro: il bravo ragazzo Hobby, la coppia perfetta Penny & Jake, la femme fatale Winnie, la sfigatella Demeter… questi personaggi convivono tra loro in modo più o meno pacifico, finché una sera, durante una festa in spiaggia, avviene un episodio che sconvolge tutti gli equilibri.
Quell’evento fa emergere tutti i segreti e le tensioni latenti tra loro: ciascun personaggio è messo di fronte a delle rivelazioni sconvolgenti, che lo costringono a prendere delle decisioni difficili per il bene suo e dell’intero gruppo. Il clima vacanziero e festoso che aveva dominato il romanzo fino a quel momento lascia il posto ad un’atmosfera di suspense, in cui i colpi di scena si susseguono uno dopo l’altro senza un attimo di pausa.
Ad ogni momento di crisi subentra una fase di ricostruzione: così, dopo che la comitiva è stata travolta da questo tsunami emotivo, tutti i personaggi decidono di provare a ricompattare il gruppo. Si riformano dei vecchi rapporti, ne nascono di nuovi e le carte si rimescolano più volte, finché alla fine non si raggiunge un assetto definitivo.
La nostra ultima estate di Elin Hilderbrand è un libro spaccato a metà. Parte come un romanzo leggero, la classica lettura vacanziera dove l’atmosfera conta più della trama; poi diventa un vero e proprio thriller dei sentimenti, e a quel punto il lettore resta incollato alla pagina ancor più di prima, perché è curioso di sapere se i personaggi riusciranno a rimettere le cose a posto, o se invece l’idillio che caratterizza la prima parte del romanzo è andato irrimediabilmente perduto.
Anche nella seconda parte tuttavia il romanzo non diventa mai depresso: presenta delle situazioni drammatiche ma senza insistere, senza girare il dito nella piaga, anzi i personaggi tentano sempre di reagire con slancio quando si trovano in delle circostanze difficili. La nostra ultima estate è quindi un libro positivo, che esorta a non abbattersi mai nelle difficoltà e a lottare sempre per raggiungere i propri obiettivi.
Ho apprezzato molto anche la scelta di raccontare la storia da diversi punti di vista. Ogni capitolo ha come protagonista un ragazzo diverso: in questo modo ciascuno di loro assume un certo spessore, e il lettore ha modo di affezionarsi ad ogni membro del gruppo. A seconda del proprio carattere ciascun lettore tenderà ad identificarsi con un personaggio diverso, e ad eleggerlo come suo preferito: io ovviamente ho scelto il bravo ragazzo Hobby, ma ho guardato con simpatia anche alla femme fatale Winnie, senza dubbio il personaggio più conturbante di tutto il romanzo.
Vi consiglio di leggere questo libro prima che l’Estate finisca: in qualsiasi altra stagione non vi farebbe lo stesso effetto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

58 risposte a La nostra ultima estate

  1. tachimio ha detto:

    Come al solito intelligentemente preciso e attento anche alle sfumature. Sempre bravo caro wwayne. Il mio prossimo post ( ricordando che tempo fa mi suggerivi di avvertirti a riguardo ) forse ti interesserà, per ora mi ha interessato il tuo. Un caloroso abbraccio. Isabella

    • wwayne ha detto:

      Ciao Isabella! Nell’ultimo periodo ho letto:

      Bruce Boxleitner, “Pianeta di frontiera”
      Elin Hilderbrand, “La nostra ultima estate”
      Richard Stark, “Backflash – Ritorno di fiamma”
      Lewis B. Patten, “Settimo cavalleggeri”
      Audie Barr, “I figli della nuvola”
      Michele Gazo, “Il flagello di Roma”

      Oltre a quello che ho recensito, ti raccomando ad occhi chiusi anche quello di Michele Gazo. Un romanzo storico di primissima qualità.
      Una precisazione: ho scritto che il romanzo è spaccato a metà, con una prima parte leggera e una seconda un po’ più tesa. Ad esser precisi “spaccato a metà” non è forse l’espressione più corretta, perché la prima parte è più corta della seconda. Ma non spacchiamo il capello in 4! : )
      In attesa che tu convidida con me il tuo post, io condivido con te una canzone che mi piace molto:

      L’ho scelta anche per il video dai colori caldi, adatto all’atmosfera estiva del libro e alla stagione che sta finendo. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

      • tachimio ha detto:

        Carissimo grazie per il video la cui musica accattivante mi piace molto, sarà forse perchè adoro lo spagnolo? Per quanto riguarda le tue letture complimenti di nuovo, sono tanti libri, bravo ad averli letti tutti. Ti aspetto da me quando vuoi . Grazie per la condivisione. Un abbraccio. Isabella

      • tachimio ha detto:

        Caro wwayne mi rifaccio viva scusami per dirti che domani pubblico un post che non è quello che ti avevo promesso, poi capirai il perchè . Tra una settimana più o meno il nuovo post sarà quello giusto. Ti abbraccio. Isabella

      • wwayne ha detto:

        Hai fatto benissimo ad avvisarmi! Approfitto del tuo intervento per condividere con te e con i miei lettori un altro brano dal ritmo spagnoleggiante:

        Grazie per il commento! : )

      • tachimio ha detto:

        Grazie di questo pensiero che gradisco molto. Isabella

  2. Elena ha detto:

    Grazie del suggerimento! Penso lo leggerò mi piacciono i libri commuoventi e costruttivi, grazie del suggerimento! Buon pomeriggio 🙂

  3. cristinadellamore ha detto:

    Fai davvero venir voglia di leggerlo, questo libro

  4. tezann ha detto:

    Mi è venuta voglia di leggerlo anche a me, grazie per l’idea:)

  5. Mohawk ha detto:

    Bellissimo suggerimento, non penso che riuscirei a leggerlo prima che l’estate finisca, però prendo volentieri l’appunto. Grazie.

  6. ehipenny ha detto:

    Recensione invitante, suggerimento azzeccato… Sono proprio curiosa di leggere questo libro, grazie dell’idea 🙂

  7. francilor ha detto:

    la recensione mi fa venire voglia di scendere in libreria a comprarlo. mi sembra una lettura perfetta per questi ultimi momenti di vacanza,

  8. mariella1953 ha detto:

    La tua recensione fa venire voglia di leggere il romanzo!
    Buona giornata

  9. liveeread ha detto:

    Mi hai convinta! 😉

  10. alessandro lauro ha detto:

    mi sembra un testo che devo affrettarmi a leggere 🙂
    Ti ringrazio per questa interessante recensione, soprattutto per avermi sanamente incuriosito.

  11. simone150494 ha detto:

    Mi piace molto come scrivi le recensioni dei libri che leggi! 🙂 Allora devo sbrigarmi a finire il libro che sto leggendo ora! O per un motivo, o e per un altro, un libro non mi dura mai una settimana! Questa volta il motivo é la tua recensione. Prossimamente ho intenzione di leggere una saga fantasy di una scrittrice australiana… peró non ti svelo il nome 😛 ti terró sulle spine per un po’ 😀

  12. Massimo Orsi ha detto:

    Hai una predisposizione per incuriosire, almeno questo è l’ effetto che ha fatto la tua ottima recensione di un libro che altrimenti non me lo sarei per nulla filato. Preso nota e messo nella lunga lista dei libri da comprare e leggere.
    Ora sono impelagato con Willocks e le sue 1.500 pagine circa (in totale per i due romanzi) che sto leggendo ne “I dodici Bambini di Parigi” e “Religion”,e visto che sono un tipo un poco particolare sono partito col secondo (Religion me lo consegneranno nei prossimi giorni e non potevo resistere a tenermi in casa un tomo di 750 pagine che mi fissava dalla libreria…) pur trattandosi di una trilogia (almeno così pare, il terzo uscirà in futuro..)comunque sia, pur non essendo il mio genere e da neofita, il romanzo storico mi sta intrigando, almeno come lo scrive il grande Tim…..
    grazie come sempre per i tuoi preziosi consigli !!

    • wwayne ha detto:

      Anch’io ho letto a ritroso una saga di romanzi storici: Paul Doherty ha scritto 3 splendidi gialli ambientati nella corte di Alessandro Magno, e io ho letto prima il terzo, poi il secondo e infine il primo. Tra l’altro li ho letti non consecutivamente, anzi mettendo diversi libri tra l’uno e l’altro. Sono 3 romanzi praticamente slegati tra loro, quindi l’ordine con cui li leggi è indifferente. Grazie a te per i complimenti e per il tuo ricchissimo commento! : )

  13. Giovanna ha detto:

    Ciao! Se non l’hai ancora letto, procurati “L’estate nera”.. 🙂

    • wwayne ha detto:

      L’ho googlato: ibs mi ha fornito un riassunto della trama molto intrigante, e anche i pareri dei suoi lettori sono positivi (3,6 stelle su 5 di media voto), quindi penso proprio che lo cercherò. Grazie mille per il commento e per la preziosa segnalazione! : )

  14. annamabi ha detto:

    avevo proprio bisogno di qualcosa di nuovo da leggere! Grazie mille 😀

    • wwayne ha detto:

      Io lo sto rileggendo da capo! Rileggendolo mi sono accorto di un dettaglio che non ricordavo: anche la prima parte non è così idilliaca, perché alcune conseguenze negative di quella festa sulla spiaggia vengono annunciate quasi subito. Comunque, è davvero un bellissimo libro. Grazie a te per il commento! : )

  15. Buongiorno Wwayne, grazie per aver condiviso con noi questa interessante lettura
    Ultimamente leggo poco, soprattutto in questo periodo oberato di lavoro
    Grazie ancora per i Tuoi suggerimenti musicali ( li sto pian pianino ascoltando e riascoltando)
    Lieta giornata
    Gina

  16. sarinaaa99 ha detto:

    Grazie per avermi consigliato questo libro, era già sulla mia infinita lista per il compleanno! 😀 Se hai qualche altro libro che potrei inserire nella mia lista, non esitare a dirmelo!

    • wwayne ha detto:

      “Il ballo tondo” di Carmine Abate è un altro libro che secondo me ti piacerebbe moltissimo. Grazie a te per il commento! : )

      • sarinaaa99 ha detto:

        Grazie per il consiglio! Hai invece qualche saga da consigliarmi? (anche se stento a credere che ci sia ancora una saga che non ho letto) 😛

      • wwayne ha detto:

        Purtroppo non amo le saghe, quindi sul momento non mi viene in mente niente. Rimedio con un consiglio musicale:

        Buon ascolto, e buone letture! : )

  17. pantufl90 ha detto:

    Mi hai incuriosita! Lo leggeró al più presto! *_*

  18. lorenzateti ha detto:

    Mi hai fatto proprio venire voglia di leggere questo libro 🙂 Sto terminando “Cent’anni di solitudine” di Marquez e in attesa che esca l’ultima fatica di Sophie Kinsella (un po’ di leggerezza ci vuole 😉 ), ho trovato a cosa dedicare le mie attenzioni!
    Grazie per essere passato dal mio blog, quando vuoi tornare sei il benvenuto!
    Buona giornata!
    Donnanelpallone

    • wwayne ha detto:

      Anche tu sei sempre la benvenuta nel mio blog, e mi fa molto piacere che la mia recensione ti abbia convinta a leggere il libro. Grazie a te per i complimenti e per il commento, e buona giornata anche a te! : )

  19. miqenrugh ha detto:

    L’autore deve darti una percentuale per tutti quelli che hai invogliato con la tua recensione 😀
    A leggerla, anche io sono rimasta incuriosita e chissà, se riconosco il libro in libreria assaporerò un po’ di estate 😉

    • wwayne ha detto:

      Mi accontenterei di una copia autografata! : ) Scherzi a parte, mi fa molto piacere che il mio post abbia incuriosito anche te. Grazie per il commento! : )

  20. phoebo ha detto:

    Dopo questa interessante recensione l’ho cercato e l’ho finalmente trovato! Almeno mi prendo una pausa dai soliti gialli.Ne ho quasi finito uno, poi comincio questo senz’altro, questo blog si rivela sempre molto utile 😉

  21. greengokitchen ha detto:

    non mi ricordavo il nome dell’autore, ma sono andata in libreria sicura de titolo e l’ho comprato di getto, senza neanche guardarlo bene… arrivo a casa, leggo due righe… non è lo stesso libro. In effetti, anche il titolo è diverso, mi ricordavo male! 😦 Pazienza, per ora mi leggerò L’ULTIMA ESTATE, poi comprerò anche LA NOSTRA ULTIMA ESTATE!!! 😀

  22. Pingback: LA NOSTRA ULTIMA ESTATE | P H O E B O

  23. Phoebo ha detto:

    Purtroppo devo dissociarmi dal coro di lodi 😀 Me lo aspettavo completamente diverso. Tutta l’atmosfera festosa di cui parlavi all’inizio…beh, non esiste! E’ dramma dall’inizio alla fine, come ho scritto anche nel mio blog 😦

    • wwayne ha detto:

      Come dicevo ad http://annamabi.com/, rilessi il libro pochi giorni dopo aver pubblicato il post, e in quell’occasione mi accorsi che anche la prima parte non è così idilliaca, perché alcune conseguenze negative di quella festa sulla spiaggia vengono annunciate quasi subito. Mi scuso per l’errore, queste sono le gaffes in cui incappi quando recensisci un libro mesi dopo averlo letto. Grazie mille per avermi fatto conoscere il tuo parere e per i complimenti che mi hai riservato nella tua recensione! : )

  24. tixit ha detto:

    Carino, l’ho letto ora ora, forse un po’ da femmine.
    Anche io me lo aspettavo diverso, ma non per la tua recensione: pensavo ci fosse un elemento di thriller, e, soprattutto pensavo che i personaggi si sarebbero reincontrati molti anni dopo e solo da adulti avrebbero scoperto qualcosa sulla morte di Penny…

    • wwayne ha detto:

      In effetti lo stacco temporale è tipico di molti libri con protagonisti giovani. E’ altrettanto comune il cliché del mistero che si risolve con anni di ritardo. Proprio perché entrambe le scelte narrative sono ormai scontate, ritengo che la Hilderbrand abbia fatto bene ad evitarle. La nostra ultima estate è un libro perfetto anche in questi dettagli. Grazie per il commento! : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...