Il ritmo dell’Estate

433

Beverly, Meg e Alexa sono amiche da sempre, e suonano insieme in un gruppo rock. Finché sono al liceo la musica per loro è solo un passatempo, un modo diverso dal solito per passare i fine settimana. Poi, nell’Estate dopo la maturità, decidono di fare sul serio, e partono per un vero e proprio tour attraverso gli Stati Uniti.
Ad accompagnarle sul suo furgoncino è Colby, un loro compagno di classe. E’ proprio lui a raccontarci le peripezie di questa sgangherata e simpaticissima rock band, descrivendo i loro viaggi alla scoperta del mondo, i loro concerti scatenati, i loro incontri più curiosi, e tutti gli episodi divertenti e tragicomici che hanno reso indimenticabile la loro prima Estate da diplomati.
Il ritmo dell’Estate di Nina Lacour è quindi il diario di viaggio di Colby. Ma è anche tanto, tanto altro. E’ un libro che parla della bellezza di essere giovani e liberi, della gioia di condividere con i tuoi amici la stagione migliore dell’anno, di tutte le piccole e grandi cose che rendono speciale la nostra vita. E soprattutto, è un libro scritto con uno stile così fresco e diretto che ti sembra di essere davvero lì su quel furgoncino, con Colby e le sue amiche, a cantare le canzoni del prossimo concerto e a ridere sulle disavventure della serata prima. E’ senza dubbio il libro più bello che abbia letto quest’anno, e ve lo raccomando senza esitazioni.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

73 risposte a Il ritmo dell’Estate

  1. cristinadellamore ha detto:

    Libro di viaggio all’americana o storia di formazione? O magari entrambe?

  2. Sonia Esse ha detto:

    E’ stata una lettura fluida?

    • wwayne ha detto:

      Moltissimo! E’ il classico libro da portarsi sotto l’ombrellone. Ma probabilmente sarebbe una lettura molto piacevole anche in pieno Inverno. Grazie per il commento! : )

  3. fededellarossa ha detto:

    Vado ad acquistarlo subito e grazie , la premessa è ottima , ti saprò dire

  4. Grazie della segnalazione, sono certa mi piacerà.

  5. annaecamilla ha detto:

    Grazie, interessante lettura.

  6. mariella1953 ha detto:

    Un libro che prenderò ,la tua recensione fa venire voglia di leggerlo!
    Ciao ☕️☕️☕️☕️☕️

  7. lamelasbacata ha detto:

    Wow! Già mi hai dato una dritta ottima con Cercando Alaska, mi sa che ti dò retta anche stavolta! 🙂

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere che anche tu abbia apprezzato Cercando Alaska, e sono convinto che gradiresti molto anche Il ritmo dell’Estate. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  8. Mentre leggevo la tua recensione sono riemersi i tanti ricordi dell’estate del diploma. Lo metterò in lista!

  9. GenioChiara ha detto:

    Ciao, sono stato invitato al Liebster Blog Award. Trattasi di una specie di catena volta a far conoscere nuovi blog. Ti ho nominato a mia volta. Ti basta entrare nel mio blog per capire di cosa si tratta. Saluti!

  10. peraculona ha detto:

    Ciao, scusa se scrivo fra i commenti una cosa che non c’entra niente, ma alla mail non mi hai risposto. Volevo dirti che ho aperto l’altro blog e potresti essere il suo unico lettore. Se ti interessa, fammi sapere 🙂

  11. kasabake ha detto:

    Fai venir voglia di uscire di corsa a comprare il libro… ogni volta resto perplesso per questo tuo modo di fare elegantemente semplice, molto solare, con cui divulghi consigli senza alcuna forma di presunzione o egocentrismo e che dicono tanto di te anche quando non sveli alcun dettaglio autobiografico…
    Io non sarei mai in grado, complimenti.
    Ovviamente il libro lo comprerò, maldido!

    • wwayne ha detto:

      Contraccambio i complimenti: anche il tuo blog è una fucina inesauribile di post – capolavoro. Tra le ultime cose che hai scritto, mi è piaciuto soprattutto il post su Dario Argento (https://kasabake.wordpress.com/2015/07/16/kasa-shots-tenebre-murders-with-ax/): non solo perché è il mio regista preferito, ma anche per la lucidità con cui ne hai analizzato l’opera. Giustissima, ad esempio, la ripartizione in 4 periodi della sua carriera, e la sottolineatura del fatto che fu Dario Argento, ben prima di Quentin Tarantino, a creare una vera e propria “estetica della violenza.” Poi, come hai detto tu, Argento era anche uno sceneggiatore sopraffino, in grado di scrivere trame whodunit dal colpevole sempre assolutamente imprevedibile. Grazie per il commento! : )

      • kasabake ha detto:

        Ma che bello, Wwayne, non sapevo di questa tua passione per Argento… hai detto delle cose bellissime sul mio blog e ti ringrazio di cuore.
        Sono un po’ sintetico perché ho un piccolo smartphone come unica interfaccia comunicativa…
        Vista la comune passione, ti consiglio come lettura estiva il libro di Argento che cito nel mio post… sono certo ti piacerebbe, sempre che tu non lo abbia già letto!
        Ovviamente sottolineo la tua abituale educazione nell’apporre l’intero linl al mio post… la classe non è acqua nella Wwayne Manor…

      • wwayne ha detto:

        E anche nella kasabake’s mansion! : ) Leggerò senz’altro l’autobiografia di Argento, e tu sarai il primo a sapere cosa ne penso. A presto! : )

  12. novelloluca ha detto:

    ciao, se dovessi indicare il punto di forza di questo libro, cosa mi diresti? sono sempre alla ricerca di spunti utili. Non mi soffermo sul genere o sul pubblico a cui è rivolto, convinto che la lettura, a diversi livelli, possa fornire valide alternative ai propri schemi. Dopo aver letto i tuoi commenti (non solo quelli legati al mio post sul “non giudicare”) sono convinto che sarai in grado di darmi un ottima indicazione. Ti ringrazio.

    • wwayne ha detto:

      A mio giudizio uno dei punti di forza di questo libro è la facilità con cui puoi immedesimarti nelle situazioni raccontate dal narratore: conoscere delle persone e accorgerti che dopo 5 minuti si è già creato un ottimo feeling, condividere le tue passioni con i tuoi migliori amici, partire per un viaggio e scoprire che ti arricchisce ogni giorno di più… Il ritmo dell’Estate è un libro che parla della nostra vita, ne parla con un’esattezza che fa venire i brividi, ed è proprio per questo che colpisce al cuore chiunque lo legga. Non me lo scorderò mai. Grazie a te per i complimenti e per il commento! : )

  13. novelloluca ha detto:

    Lo metto nella lista delle cose da fare. Cercavo un punto in particolare e me ne hai forniti diversi. Dovrò capire come applicarmi ai miei studi. Grazie per la pronta risposta. Buona serata

  14. psicoelma ha detto:

    Lo aggiungo alla lista dei libri da leggere 😉

  15. 321Clic ha detto:

    Anche questo potrebbe essere un buon consiglio 🙂

  16. mchan84 ha detto:

    Bene… è proprio il genere che piace a me… Credo che mia madre ti vorrà uccidere… :-p
    Sempre ottimi consigli, grazie! 😉
    Mchan

    • wwayne ha detto:

      Anch’io adoro questo genere di libri, poi in questa stagione sono perfetti! : )
      Al solito, ti lascio una canzone:

      Grazie a te per i complimenti e per il commento! : )

  17. Elena C. ha detto:

    Non lo conoscevo ma vedo che lo consigli vivamente. Se ti è piaciuto questo libro potrebbe piacerti anche il mio romanzo (i protagonisti da adolescenti diventano trentenni o giù di lì). Ma ti avverto, non è allegro 🙂
    A presto

  18. dalialuxury ha detto:

    Ho letto un po’ di articoli del blog e sono rimasta stupefatta! Hai un modo di scrivere sublime,semplice ma essenziale,davvero brava,complimenti! Anch’io adoro leggere,ma soprattutto scoprire nuovi artisti. Se sei interessata,visitami pure 🙂

    • wwayne ha detto:

      Anche tu sei sempre la benvenuta nel mio blog. Visto che condividiamo la passione per la musica, condivido con te e con i miei lettori questa stupenda canzone:

      Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  19. francescogrillophotography ha detto:

    Sembra interessante 🙂

  20. occidentecomeedipo ha detto:

    il film dei mercenari non l’ho più visto! comunque sto partecipando a questo gioco fra blogger e ti sei beccato una nomina 🙂
    https://occidentecomeedipo.wordpress.com/2015/08/30/tag-i-5-investigatori-preferiti/

  21. tachimio ha detto:

    Sempre piacevole leggere le tue recensioni sia di film che di libri come in questo caso. Sempre garbato fai venir voglia di andare al cinema e comprare libri. Un forte abbraccio caro wwayne. Isabella

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente. Al solito, ti lascio una canzone:

      Grazie per il commento, e un forte abbraccio anche da parte mia! : )

  22. Satirepostmoderne ha detto:

    Grazie per il suggerimento del libro! Magari aiuterà a far passare la malinconia dell’estate che sta finendo (e un anno se ne va). Ciao!

  23. kasabake ha detto:

    Grazie Duca!!
    In questo scampolo di estate mi sono letto in tre giorni il gradevolissimo libro di Nina LaCour che mi hai consigliato… diversissimo da tanti libri che leggo, non tanto come storia o temi trattati, ma di come è stato scritto dalla LaCourt.
    In originale ho visto che si chiama “Le Disillusioni”, ma in realtà il viaggio del protagonista ed il suo essere così femminile nelle emozioni e nel sentire, ti incanta.
    Un romanzo on the road nel senso letterale del termine, con il tour musicale che via via si trasforma in qualcos’altro…
    Bello, bello, mi ha divertito con spensieratezza.
    Oltre tutto, l’autrice gioca con temi complessi e virtualmente pesanti, ma lo fa con un libro che potrebbe leggere anche una dodicenne.

    Ti lascio anch’io con una canzone, che ogni volta che l’ascolto mi fa pensare a te ed alle tue passioni:

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere che anche tu abbia apprezzato il libro, e mi lusinga profondamente il fatto che tu abbia deciso di dare fiducia al mio consiglio letterario.
      Non mi stupisce che tu l’abbia divorato in pochi giorni: è quel tipo di libro che ti tiene incollato dalla prima all’ultima pagina.
      Hai perfettamente ragione quando dici che, anche se il protagonista è maschile, si vede benissimo che c’è una mano femminile a plasmare la storia. E l’ha plasmata proprio bene! : )
      Ovviamente ho apprezzato moltissimo il video che mi hai linkato. E a proposito di western, te ne consiglio caldamente uno che ho visto proprio ieri: L’amante indiana. E’ il più bel film della vecchia Hollywood che abbia visto quest’Estate, insieme a quel gioiellino del cinema noir chiamato “Ti ho visto uccidere.”
      Ti lascio una canzone anch’io:

      Grazie per il commento! : )

  24. rpmatthew ha detto:

    Ciao! Scusa se era da tempo che non commentavo, ma sono stato abbastanza impegnato. E i miei impegni sono proprio dovuti al “ritmo dell’estate”, che frenetico non si arretra mai. Ovviamente gran bella recensione e, se ne avrò l’occasione, proverò il libro. Al prossimo commento! RPM4tth3w

    • wwayne ha detto:

      Che bella sorpresa! Mi fa molto piacere che tu sia tornato a farmi visita e che la mia recensione ti abbia convinto a provare il libro. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  25. aomamerothner ha detto:

    Lo leggerò sicuramente, sono curiosa 🙂

  26. tognazziblog ha detto:

    L’ha ribloggato su Una casa a portata di clicke ha commentato:
    Ecco cosa ci consiglia @wwayne

  27. chiararubei ha detto:

    Recensione interessante! Viene voglia di fare un salto in libreria.. 😉

  28. stellazzurra ha detto:

    Cariiiinooo!!! Proprio adatto all’estate!

  29. Krilli ha detto:

    Messo in wish list 😉

  30. nanastime ha detto:

    Amo questo genere di romanzi. Lo leggerò!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...