Agire secondo giustizia

Immagine

Ieri ho visto … e giustizia per tutti, e ho ritenuto opportuno dedicargli un post. Cercherò di svelare meno dettagli possibili (soprattutto sul finale), ma inevitabilmente un po’ di trama devo raccontarvela.
Arthur Kirkland è un avvocato con un codice morale molto preciso: difende solo i clienti innocenti. La prima parte del film lo vede alle prese con diversi casi uno più disperato dell’ altro, delle cause perse nel senso letterale del termine: lui però, sostenuto da un’ incrollabile fede nella giustizia, decide di portarle avanti a qualsiasi costo, cercando di abbattere tutti gli ostacoli che incontra sul proprio cammino. Lo spettatore, riconoscendo in Arthur una determinazione e una rettitudine così profonde, prova per lui un’ ammirazione sempre crescente: se fosse possibile si alzerebbe dalla sedia e andrebbe a stringergli la mano, o lo inviterebbe a bere una birra.
Dopo questa prima parte funzionale ad introdurre il personaggio, si arriva al nocciolo della questione. Arthur si ritrova a dover difendere un cliente sfacciatamente colpevole: non può rifiutarsi, perché é sotto ricatto. L’ avvocato é dunque alle prese con una scelta tragica: se si tira indietro, la sua vita andrà in pezzi; se accetta, non potrà più guardarsi allo specchio. Non ci sono vie di mezzo, e nemmeno vie d’uscita. Cosa sceglierà Arthur?
Abbiamo dunque diversi elementi tipici dei film da 10 e lode: un protagonista interessante, una storia avvincente e dei valori positivi alla base. Tutto questo di norma basta e avanza per sfornare un prodotto super riuscito. Il bello é che in questo film c’é anche tanto altro.
In primo luogo, l’umorismo. Il film é costellato da una serie di gag una più divertente dell’ altra, che smorzano la tensione e impediscono che si crei l’ atmosfera cupa e depressa tipica di molti film giudiziari.
In secondo luogo, i comprimari. L’ avvocato ha due amici che gli fanno da spalla e sono uno più simpatico dell’ altro; ha una donna, Gail, che gli fa da confidente e consigliera; soprattutto ha un nonno, Sam, che é integerrimo quanto il nipote, e anche da vecchio, con l’ Alzheimer che gli toglie lucidità, é ancora un maestro di vita fondamentale per Arthur.
Infine, tutto il resto. La recitazione di Al Pacino, la migliore musica degli anni 70 a fare da colonna sonora, la velocità con cui il film scorre senza annoiarti nemmeno per un secondo… i valori aggiunti di questo film sono così tanti che tu guardandolo resti sempre più sbalordito, e ti senti sempre più fortunato ad aver potuto godere di tanta bellezza.
Tutti ci siamo trovati nella stessa situazione di Arthur. Ciascuno di noi prima o poi avrà pensato: “Se mi comporto così ci guadagno, però é disonesto.” E ciascuno di noi, a seconda del proprio carattere e dei propri valori, avrà compiuto la difficile scelta tra fare ciò che conviene e fare ciò che é giusto. Proprio perché il film tratta dei temi universali, vi verrà naturale immedesimarvi nel protagonista, e farete per lui un tifo sfegatato. Arthur si dimostrerà meritevole di tanta stima, o finirà per cedere e venir meno ai propri principi? Non posso dirlo, naturalmente. Posso solo consigliarvi di guardare … e giustizia per tutti: ne sarete deliziati.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

144 risposte a Agire secondo giustizia

  1. tachimio ha detto:

    Grazie del consiglio, vedrò di andare al cinema e gustarmi immedesimandomi ,come dici tu, il film. Buona giornata. Isabella

    • wwayne ha detto:

      Il film é del 1979, quindi puoi beccarlo solo in tv o in dvd.
      Se hai SKY, posso dirti che verrà riprogrammato su SKY Cinema Classics:

      Stamani alle 11,10
      Martedì 13 Maggio alle ore 15,25
      Mercoledì 14 Maggio alle ore 06,00
      Sabato 24 Maggio alle ore 16,50

      Visto che siamo entrambi appassionati di musica, approfitto del tuo intervento per postare sul mio blog la canzone più bella del film:

      Grazie per il commento, e buona giornata anche a te! : )

      • ilariapoli ha detto:

        personalmente non ho visto il film, ma dalle tue parole sembra sicuramente da vedere! Interessante, bel lavoro 🙂

      • wwayne ha detto:

        Mi fa molto piacere che la mia recensione ti abbia convinta. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

      • tachimio ha detto:

        Grazie per le notizie e grazie per la canzone che ho ascoltato con piacere. Isabella Ps Stavolta ti segnalo un film io: ”Strategia di una rapina” con Robert Ryan e Harry Belafonte. Una fotografia in bianco e nero di New York bellissima.Ciao

    • vecchipensieri ha detto:

      Grazie del commento! Fa sempre piacere a una neo-blogger. Guarderò sicuramente il film che mi hai consigliato e vi invito a leggere i miei post su vecchipensieri.wordpress.com!

  2. overjean ha detto:

    L’ha ribloggato su O C T A G O N.

  3. Davide Scardaci ha detto:

    Mi manca, magari lo scarico e lo vedo appena torvo un minutino di tempo! 🙂

    • wwayne ha detto:

      Sono convinto che non ti deluderà. Ti dirò che tra i film che ho visto di Al Pacino solo Scent of a Woman – Profumo di donna mi é piaciuto di più.
      Il padrino invece non riesco a metterlo più su del terzo posto: forse dipende dal fatto che, riguardo ai film di mafia, ho sempre amato più Scorsese di Coppola.
      E’ uno degli eterni dualismi del cinema: meglio Scorsese o Coppola? Pacino o De Niro? Schwarzenegger o Stallone? Io risponderei “la prima” in tutti e 3 i casi, ma sono giudizi assolutamente opinabili. Grazie per il commento! : )

  4. loscalzo1979 ha detto:

    Sai che non conoscevo questo film?
    Me lo devo recuperare, mi hai incuriosito parecchio

    • wwayne ha detto:

      Un altro legal thriller che ti raccomando ad occhi chiusi é Il caso Thomas Crawford. Non é all’ altezza di altri film di Anthony Hopkins, come Bobby e Quella sera dorata, ma é comunque uno dei titoli migliori della sua filmografia.
      Ho inserito da tempo nella mia watchlist un altro legal thriller ancora, Il momento di uccidere, per 2 motivi:
      1) C’é Matthew McConaughey, che ho adorato in Dallas Buyers Club;
      2) Me l’ha raccomandato http://bambooroad.wordpress.com/, e i suoi consigli per me sono una garanzia.
      Grazie per il commento! : )

  5. lapinsu ha detto:

    uhmmmmm mi intriga molto sto film, devo recuperarlo!
    Tendenzialmente sono la quintessenza dell’onestà e nelle rare occasioni in cui mi sono trovato A dover “scegliere” tra due strade ho sempre preferito quella onesta, anche quando non mi favoriva o addirittura mi arrecava svantaggio. Si trattava però di situazioni mai troppo grosse (niente a che vedere col dubbio morale del qui protagonista): ecco, in un caso più difficile vorrei poter dire fin da ora che resterò incrollabile nel mio intendimento di onestà, ma non posso esserne sicuro perchè so benissimo quanto l’uomo possa essere debole e fallace…

    • wwayne ha detto:

      Anch’io preferisco la strada onesta. Non solo per carattere, ma anche perché ritengo che, se ti comporti correttamente, potrai avere degli svantaggi nel breve periodo, ma a lungo termine verrai ricompensato. Tutto torna indietro, nel bene e nel male.
      Nella mia risposta a http://thedarkcorner.org/ ho citato quelli che a mio parere sono i 3 film migliori di Al Pacino. I 3 migliori di De Niro invece sono:

      3) Cop Land
      2) Stanno tutti bene
      1) Quei bravi ragazzi

      Menzione speciale per Gli intoccabili.
      Scorrendo la filmografia di De Niro mi sono accorto che, mentre il suo rivale Pacino fa quasi sempre il protagonista, lui invece ha interpretato tanti ruoli di contorno. Penso che la spiegazione sia molto semplice: Al Pacino ha una tale presenza scenica che non puoi relegarlo ad una parte secondaria, é troppo sprecato; De Niro invece, pur essendo bravissimo, non ruba la scena agli altri attori in modo così evidente, e quindi gli puoi anche affidare una parte da 15 – 20 minuti.
      Confrontando le carriere dei 2 attori ho notato anche un’altra cosa: De Niro é meno bravo, ma é durato di più. Al Pacino non fa un filmone da 15 anni, mentre De Niro solo nell’ ultimo lustro ha fatto Stanno tutti bene, Killer Elite, Il lato positivo, American Hustle… certo, ci sono anche alcuni film spazzatura che probabilmente gli costeranno l’ Oscar alla carriera, ma la qualità media dei suoi ultimi film é davvero altissima. Concordi?

      • lapinsu ha detto:

        Scegliere tra i due è impossibile: è meglio la Gioconda o la Vergine delle Rocce? Baresi o Maldini?
        Al Pacino è forse più bravo di De Niro, ma De Niro per me resta più poliedrico e completo (lo hai rilevato pure tu questo). Ha preso parte a tanti filmacci, è vero, ma alcuni di questi filmacci sono diventati gioiellini grazie alla sua presenza. Penso a film come:
        – Ti presento i miei
        – Non siamo angeli (con Sean Penn giovanissimo)
        – The Fan – Il mito
        – Terapia e pallottole
        – Ronin

        Al Pacino è vero che non fa filmoni da tempo, tuttavia ti invito a vedere due film suoi molto molto meritevoli:
        – Insomnia (di Nolan) del 2003
        – Uomini di parola (con Christopher Walken) del 2012
        Non sono film da Oscar ma sono ben fatti, soprattutto grazie ad un Al Pacino veramente in forma.

        (Ora penso alle 3 migliori interpretazioni di ciasuno… mi ci vuole un po’…sono così bravi…)

  6. lapinsu ha detto:

    Le migliori interpretazioni di Al Pacino secondo me:
    L’avvocato del diavolo (The Devil’s Advocate), regia di Taylor Hackford (1997)
    Il padrino (The Godfather), regia di Francis Ford Coppola (1972)
    Scarface, regia di Brian De Palma (1983)
    Carlito’s Way, regia di Brian De Palma (1993)
    Ogni maledetta domenica (Any Given Sunday), regia di Oliver Stone (1999)

    Le migliori interpretazioni di De Niro secondo me:
    Taxi Driver, regia di Martin Scorsese (1976)
    C’era una volta in America (Once upon a time in America), regia di Sergio Leone (1984)
    Quei bravi ragazzi (Goodfellas), regia di Martin Scorsese (1990)
    The Fan – Il mito (The Fan), regia di Tony Scott (1996)
    Cape Fear – Il promontorio della paura (Cape Fear), regia di Martin Scorsese (1991)

    (ne ho messe 5 ciascuno, non riuscivo a stringere solo a 3…)

    • wwayne ha detto:

      Non ci crederai, ma mi mancano:
      – Carlito’s Way: Amo sia De Palma che Al Pacino, quindi mi ero accostato a questo film con aspettative altissime. L’ho mollato dopo mezz’ora, ucciso dalla noia.
      – Ogni maledetta Domenica: Quando Arrigoni allenava il Bologna, lessi su un giornale che lo faceva vedere ai suoi giocatori prima di ogni partita importante. E’ da allora che aspetto di vederlo passare in tv o su SKY, senza mai venire accontentato. Adesso il tuo consiglio mi ha dato la spinta decisiva: lo compro.
      – C’era una volta in America: Anche questo ce l’ho nella watchlist dai tempi del liceo, ma la durata mi ha sempre frenato moltissimo. Ho scoperto ora su Wikipedia che esiste una versione da 139 minuti: ecco, questa potrei digerirla.
      – Taxi Driver: Lo Scorsese giovanile l’ho “assaggiato” due volte, con Mean Streets e Toro scatenato: nessuno dei due mi convinse in pieno, quindi mi ero convinto che fosse meglio evitare i suoi film pre – Goodfellas. Dato che hai espresso un giudizio così positivo su Taxi Driver, potrei ricredermi.
      Ho visto invece The Fan – Il mito, e concordo che lì De Niro fu gigantesco. Interpretò una parte alla Jack Nicholson, ovvero un tifoso psicopatico che sviluppa un’ossessione sempre più morbosa per un giocatore di football: Bob si trova più a suo agio in parti misurate, e quindi é proprio interpretando magistralmente un ruolo così fuori dai suoi schemi che dimostrò una volta di più di essere un attore completo.
      Molto riusciti anche Insomnia e L’avvocato del diavolo.
      Altro bellissimo film di Al Pacino: Seduzione pericolosa. E’ un giallo molto classico, senza i colpi di genio del film qui recensito, ma mi é piaciuto davvero tanto. Grazie mille per il dettagliatissimo best of! : )

  7. cinemainpoltrona ha detto:

    ci piace …e giustizia per tutti !! anche a noi di Cinema in Poltrona!! bravo WWayne 😉

  8. salice89 ha detto:

    Nemmeno io conoscevo questo film, lo aggiungerò sicuramente alla lista di quelli da vedere! Sono curiosa di sapere che ne pensi di Alabama Monroe, devo andare anche io. Ora sono appena uscita dalla proiezione di “I Corpi Estranei”, molto ben fatto anche questo!

    • wwayne ha detto:

      Ho rimandato la visione di Alabama Monroe a questo fine settimana, quindi non posso darti il mio parere. Non conoscevo assolutamente I corpi estranei, quindi il tuo intervento è stato molto prezioso. Grazie per il commento! : )

  9. Elena ha detto:

    Molto molto interessante e a me sconosciuto, Punterò il MySky x registrarlo perché quegli orari per me sono improponibili. 🙂

  10. moonandsun1 ha detto:

    Bellissima recensione,sembra quasi di vedere le scene davanti ai miei occhi.Sarebbe un peccato non visionarlo..ti farò sapere 😉

  11. ciao, eccomi…. non ho visto il film ma lo hai descritto molto bene. Bè il tema è complesso però credo che il concetto di giustizia/ingiustizia abbia a che fare con il fatto di arrecare danno ad altri. Se tu fai qualcosa e ciò che fai arreca danno ad altri, non è giusto. E se limita la libertà di qualcuno, altrettanto è ingiusto. Il problema è che ognuno di noi ha un’idea diversa di concetti che dovrebbero essere universali.

  12. Mi hai fatto venire voglia di vederlo: sembra bellissimo! Aspetto il 24 maggio 😉

    • wwayne ha detto:

      Lo aspetto a gloria anch’io: non vedo l’ora di guardarlo una seconda volta.
      Approfitto del tuo intervento per postare sul mio blog un’altra splendida canzone degli anni 70:

      Se ti va, poi fammi sapere come hai trovato “… e giustizia per tutti”. Se invece non dovessi più sentirti, per me avertelo fatto scoprire é già una grande soddisfazione. Grazie per il commento! : )

  13. InTheirBlackShoes ha detto:

    Ciao!
    Ti abbiamo nominato per il Liebster award, se ti va di farlo ecco qua il link:
    http://intheirblackshoes.wordpress.com/2014/05/20/liebster-award/
    Baci :*
    -In Their Black Shoes-

    • wwayne ha detto:

      Vi ringrazio infinitamente per il premio, sono molto lusingato. Celebro questa inattesa e graditissima nomination condividendo con voi e con i miei lettori un’altra stupenda canzone:

      Corro a rispondere alle vostre domande! : )

  14. Francesco Aiello ha detto:

    Sono un fan di Al Pacino ma questo film mi mancava, lo vedrò sicuramente!

  15. lapinsu ha detto:

    L’ho visto l’altro ieri e l’ho trovato veramente un gran bel film.
    Pacino è perfetto, semplicemente perfetto. La trama (molto anni 70 in verità) è gradevole e ben strutturata.
    I personaggi funzionano anche se “vecchi” di 40 anni.
    Notevolissimo, wwayne. Grazie per la segnalazione.

    • wwayne ha detto:

      Hai ragione, Al Pacino è davvero perfetto. Molto bravi anche gli attori di contorno: mi sono piaciuti in particolare i due amici di Arthur, l’avvocato e il giudice. Non mi ha stupito scoprire che entrambi hanno avuto una brillante carriera come attori comici, perché in questo film mi hanno fatto ridere fino alle lacrime.
      Ultimamente la programmazione di SKY Cinema è stata spettacolare. Oltre a questo film di recente hanno trasmesso anche Copland e l’intera saga di Superman con Christopher Reeve. Inoltre, ieri SKY Cinema Cult ha trasmesso uno dietro l’altro:

      No – I giorni dell’arcobaleno
      L’uomo delle stelle
      Tutto su mia madre
      Rachel sta per sposarsi
      Shine
      Non è un paese per vecchi

      Il quarto abbassa un po’ la media, ma a parte quello sono tutti film spettacolari. C’era da prendersi una giornata di ferie e guardarseli tutti. E sempre SKY Cinema Cult Domenica trasmette Wall Street: lo aspetto a gloria, perché è uno dei tanti cult movies che ancora non ho visto. Ti farò sapere se l’ho trovato meritevole di tanta fama! : )

      • lapinsu ha detto:

        Rachel sta per sposarsi l’ho visto anni fa e l’ho trovato molto gradevole. Anne Hathaway è sensazionale e nel film riesce perfettamente a trasmettere quel senso di inquietudine e tormento che la divorano. Un film tosto, ma da vedere.
        Di contro non ho mai appezzato molto Almodovar e tanto meno il suo “Tutto su mia madre”: trovo la sua narrazione piatta e schamtica, senza mai un guizzo, senza mai un cambioi di ritmo.
        Discorso analogo potrei fare per i fratelli Cohen e Non è un paese per vecchi: bel film, per carità, ma penso che dopo “shakespeare in love” sia il peggior film ad aver vinto un oscar…
        Gli altri non li ho visti, nemmeno Wall Street. Attendo tue reazioni 🙂

      • wwayne ha detto:

        Shine devi assolutamente vederlo: Geoffrey Rush in quel film fornì una prestazione maiuscola, e al di là di quello è una storia molto bella. A presto! : )

  16. mimmitaly ha detto:

    Questo blog è molto interessante, grazie per condividere opinioni ed informazioni.

  17. mrrobius ha detto:

    Sembra un gran bel film, sicuramente lo guarderò, putroppo però credo che nella realtà molti perdano la via dell’onestà per seguire quella dell’egoismo. Speriamo mi sbagli!
    A presto!

    • mrrobius ha detto:

      ho dimenticato di dirti che ti ho “premiato” per il premio curiosità 2014! ciao di nuovo!

      • wwayne ha detto:

        Ti ringrazio infinitamente per il premio, sono molto lusingato. Celebro questa bella sorpresa condividendo con te e con i miei lettori questa stupenda canzone:

        Corro a rispondere alle tue domande! : )

      • mrrobius ha detto:

        Veramente bellissima, difficile non essere felici ascoltandola e guardando il video! Grazie!

    • wwayne ha detto:

      Purtroppo non ti sbagli. A presto, e grazie per il commento! : )

  18. designerdiparole ha detto:

    Sembra un film interessante e Al Pacino convince! Posso contattarti via email?

  19. sergiocavaliere ha detto:

    Ciao ti ringrazio molto …per il tuo suggerimento ….lo guarderò senz’altro ….e complimenti per i tuoi post…ne ho sbirciati alcuni ….li terrò da conto per vedere qualche film che sicuramente mi è sfuggito ….interessante la parte dove parli dei film che tutti odiano tranne te ….ma la devo ancora leggere …e ti replicherò sicuramente …buona vita …ciao sergio

  20. Pingback: 6 – … e giustizia per tutti | AspettaUnMemento

  21. AvvLuanaElia ha detto:

    grazie per essere passato da me 🙂 e per il consiglio, credo che lo guarderò…visto la professione che svolgo non ho problemi ad immedesimarmi nel dilemma vissuto dal protagonista ;). L’articolo mi ha fatto venire voglia di guardarlo!

    • wwayne ha detto:

      Scrivendo questo m’hai fatto un bellissimo complimento.
      Se ti va, poi fammi sapere come hai trovato il film. Se invece non dovessi più sentirti, per me avertelo fatto scoprire é già una grande soddisfazione. Grazie a te per il commento! : )

  22. Rita G. ha detto:

    Non l’ho mai visto e conto assolutamente di farlo. Al Pacino è gà un’ottima ragione per farlo, oltre che una garanzia. Grazie per averlo segnalato.

  23. melissasupertramp ha detto:

    Grazie per il consiglio !
    Credo proprio che lo guarderò 😉

  24. sherlock29 ha detto:

    Al Pacino è sempre Al Pacino 😉

  25. tixit ha detto:

    è interessante e mi hai ftto venire voglia di vederlo

    • wwayne ha detto:

      Se ti va, poi fammi sapere come l’hai trovato. Se invece non dovessi più sentirti, per me avertelo fatto scoprire é già una grande soddisfazione. Grazie per il commento! : )

  26. CatePat07 ha detto:

    E’ sicuramente un articolo che ti sprona a vederlo e il solo nome di Al Pacino è una sicurezza sullo spessore della pellicola. L’aggiungo alla mia lista di best movie da recuperare. Grazie 🙂

  27. clelia04 ha detto:

    grazie lo guarderò sicuramente!

  28. Molto bello, intriga anche il film, quasi quasi nel mio prossimo momento di pausa dalla vita quotidiana magari me lo guardo anche!

  29. gnafu87 ha detto:

    L’ha ribloggato su Baby steps Moviese ha commentato:
    Ottimo direi

  30. Marco ha detto:

    Ti ho letto per caso, ed essendo appassionato di cinema non ho potuto fare a meno di approfondire…vorrei solo soffermarmi su De Niro, che ritengo uno degli attori fuori categoria di tutti i tempi. Intanto vorrei sapere se hai poi visto “C’era una volta in America”, che personalmente ritengo un cult movie, al cui interno trovi tutto quello che dovrebbe esserci dentro un film: recitazione sublime, fotografia meravigliosa, musiche parlanti, sceneggiatura appassionante e tanto altro ancora che un prodotto della settima arte dovrebbe contenere. Poi vorrei poter citare del De Niro interprete almeno altri 2 film dove la sua interpretazione la ritengo da sola meritevole della visione delle pellicole: Mission e Il Cacciatore. Mi dici cosa ne pensi??

    • wwayne ha detto:

      Dei 3 film che hai citato ho visto soltanto Mission, e condivido pienamente il tuo giudizio positivo sull’interpretazione di De Niro e sul film in generale. Grazie ancora per gli ottimi contributi che hai condiviso sul mio blog! : )

  31. clematislarix ha detto:

    Devo dire che la tematica mi colpisce molto (oltre alla tua recensione in generale)
    Probabilmente perché lavoro in un ambiente dove questo tipo di scelte sono quasi all’ordine del giorno …. o forse anche perché sono un’idealista che si trova spesso e volentieri ad avere a che fare con gente che credo simile a me ma che poi, alla prima opportunità, si rivela corruttibile.
    Sono davvero incuriosita dal film e spero di poterlo vedere presto!!
    Grazie!
    p.s.: mio fratello è Master of Photography e produttore, si chiama Luigi Benvisto, se lo cerchi su google lo trovi facilmente, forse potrebbe interessarti..? Non fa un genere che mi piace particolarmente, anche se è effettivamente competente (hahha rima!), ma forse a te potrebbe piacere!

  32. corinne ha detto:

    Senti, ma hai mai visto Killing Fields?

  33. recop ha detto:

    Ho visto il film un paio di anni fa, proprio con mio nonno, il film mi è garbato molto, anche perchè racconta il sistema giuridico com’è in realta negli USA ma non solo li e anche come siamo portati a pensare che persone come giudici o avvocati non siano perversi o corrotti.

    E tu del mio articolo cosa ne pensi?
    http://recensionieopinioni.wordpress.com/2014/11/19/cose-lonesta/

    • wwayne ha detto:

      Mi ha colpito molto. Soprattutto il passo in cui scrivi:

      “Siamo una società che vive costantemente nella paura, paura di cosa?

      Paura di non avere l’ultimo cellulare alla moda,
      Paura di non avere la bella macchina,
      Paura di non avere gli abiti di marca ,
      Paura di non avere abbastanza soldi ,
      Paura di non essere accettati se non diciamo e agiamo in un certo modo.”

      Mi ha colpito perché mi ha fatto venire in mente un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
      Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
      Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno è festa, ogni giorno è Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti.
      Ho sviluppato più estesamente un confronto tra l’Italia in cui ha vissuto mia nonna e quella odierna in questo mio post: https://wwayne.wordpress.com/2014/10/22/poveri-ma-felici/. Grazie il commento! : )

      • recop ha detto:

        Sono parole che ho capito nel corso del tempo e ascoltando anche io mio nonno e nonna, quando mi lamentavo della scuola e di un esame, sopratutto mio nonno mi diceva sempre ” Io alla tua età mi dovevo preoccupare di altre cose, di mangiare ogni giorno, di sopravvivere ai bombardamenti e la scuola era molto più dura di quello che è oggi.”

        Ora mai siamo una società di frighoni e basta, non lottiamo più per le cose importanti. Vedi cosa succederebbe in italia ma non solo, se abolissero il calcio.
        Tempo dieci secondi scopirebbe una guerra, invece per altre cose, ben più imporanti sento ” E che ci possiamo fare è cosi il sistema”.
        Uno dei motivi per cui me ne sono andato è proprio questo, IL SISTEMA che la gente continua a salvare, solo per paura del cambiamento.

      • recop ha detto:

        Grazie anche a te per il commento. Leggero l’altro articolo.

  34. fandyanna ha detto:

    Ciao. Mi pare interessante il film…. Di sicuro per come ne hai parlato, fai venirela curiosità di vederlo. Lo cercheròe lo guarderò. Nei prossimi giorni guardo anche gli altri tuoi post….

  35. alfredhitchcock78 ha detto:

    Sotto suggerimento di “wwayne”, ho visto questo film e concordo con la sua recensione.
    Un fantastico e giovanissimo Al Pacino ed un cast di tutto rispetto, per questo legal-thriller in chiave sarcastica.

  36. Music Pixel Blog ha detto:

    Grazie della dritta 🙂

  37. nicolettanuzzo2013 ha detto:

    …descrizione avviccente e tocca un tema cruciale, quello del rapporto con i propri ideali e della tensione che ne deriva, tensione vitale nella ricerca di senso…grazie!

  38. clio191 ha detto:

    Non ho mai visto questo film! Ma dopo aver letto questo credo proprio che correrò a rimediare! =)=)

  39. Grazie per il consiglio,lo vedrò 🙂

  40. kseniaz. ha detto:

    Bell’articolo! Convincete al punto giusto da farmi dire…”ok, corro a vederlo!”

  41. Angela Pilato ha detto:

    Anche se in ritardo sono venuta a commentare questa tua recensione che mi avevi suggerito! Mi hai davvero incoraggiato a recuperare questo film, ma d’altra parte Pacino è una garanzia 😉

  42. poetyca ha detto:

    Sei molto bravo a recensire il film, viene voglia di guardarlo, di scandagliare anche i propri sentimenti per mettere alla prova la propria condotta morale. In fondo possiamo fare tanti sforzi per seguire ” la giusta via”, ma cosa fare di fronte al bivio e alle pressioni esterne, alle quali non sempre si può fuggire?
    Grazie 🙂

  43. alexmanitas ha detto:

    Davvero un bel film! Grazie per avermelo consigliato!! 🙂

  44. pigu1911 ha detto:

    Molto interessante, sicuramente lo guarderò appena ne avrò occasione!

  45. antonausicaa ha detto:

    Non ho visto il film, ma a questo punto non posso che rimediare. Il tema mi sta a cuore! Grazie anche del commento al mio articolo! 😉

  46. noemimusto ha detto:

    Da guardare assolutamente 😉 ti farò sapere che cosa ne penso !

  47. Sempresimo ha detto:

    Ahhh… Adoro Al Pacino… Grazie per la segnalazione… 🎬🎬🎬

  48. lo vedrò prestissimo e grazie,si ho visto tantissimi film sono un’appasionata.

  49. psicoelma ha detto:

    Grazie mille per avermi consigliato questo film! Credo lo guarderò una di queste sere. Da come l’hai descritto, sembra molto interessante. Ti farò sapere 😉

  50. ciunopiotto ha detto:

    Mi hai fatto venire voglia di vederlo e di leggere il tuo blog che non conoscevo.
    Grazie!

  51. mau8fran ha detto:

    Ciao wwayne , scusa per il ritardo, io adoro Al Pacino e il film l’ho visto qualche anno fa. Sicuramente mi hai fatto venire voglia di rivederlo. Complimenti per il blog e per la grande passione che trasmetti leggendolo. A presto !

  52. io Patrizia ha detto:

    Bellissima recensione, mi sono rivista soprattutto nella prima parte… vedrò di scaricarlo… grazie del consiglio!

  53. time2lifestyle ha detto:

    Dovrò guardarlo. Proprio l’altro giorno ho visto The Lincoln Lawyer un legal thriller dal romanzo di Connelly con Matthew McConaughey. Qui il protagonista era abituato a non farsi scrupoli nel difendere i peggiori elementi e si è trovato invischiato in un caso difficile.

    • wwayne ha detto:

      A Matthew McConaughey i legal thriller calzano a pennello, quindi non ho dubbi che anche The Lincoln Lawyer sia un ottimo film.
      Se ti va, poi fammi sapere come hai trovato “… e giustizia per tutti.” Se invece non dovessi più sentirti, per me avertelo fatto scoprire è già una grande soddisfazione. Grazie per il commento! : )

  54. marcotuccillo ha detto:

    da ciò che hai scritto si prospetta un bel film! naturalmente lo vedrò

  55. matimarziano ha detto:

    Ciao, bellissimo articolo! Sai che non mi ricordo più se l’ho già visto o meno? La trama mi dice qualcosa… Dovrò rivederlo senz’altro! Sono contenta che il mio articolo ti abbia fatto ripensare a Scent of a Woman, è in assoluto anche uno dei miei preferiti 🙂

  56. matimarziano ha detto:

    ahahah allora è più che personalizzato! Ti dirò, non è stato facile scrivere il post. È un film talmente potente che ho dovuto “assimilarlo” un po’ per tutto il pomeriggio 🙂

    • wwayne ha detto:

      In effetti è uno di quei film a cui pensi per giorni dopo che li hai visti. E anche dopo che hai smesso di pensarci, continuano a restarti dentro per sempre. Ho appena commentato il tuo post. : )

  57. Punto e virgola ha detto:

    Gran film con un finale memorabile!!!

  58. colpicritici ha detto:

    ciao! Siamo passati a leggere il tuo articolo e in effetti il film sembra proprio interessante 😀 magari ci faremo un articolo anche noi!
    Grazie per essere passato da noi, questo è il nostro ultimo articolo se a qualcun altro interessasse 🙂
    https://colpicritici.wordpress.com/2017/03/15/kong-skull-island-il-ritorno-del-re/

  59. wagaweb10 ha detto:

    Ne avevo sentito parlare, ma non l’avevo mai visto. Lo cercherò. Grazie dell’ottima segnalazione.

  60. diamanta ha detto:

    Una volta consumavo film come un tossico la dose. Ora ho difficoltà di tempo e la sera crollo sulle immagini… ah l’età 🙂
    Però magari lo cerco in streaming, così in ferie lo guardo

    • wwayne ha detto:

      Lo trovi su Youtube, completo e in italiano. E ti capisco benissimo quando dici che la stanchezza ti costringe a guardare meno film rispetto a prima: anch’io, le poche volte in cui ho il tempo di guardarne uno, spesso rinuncio per andare a letto un po’ prima. Per questo film però vale proprio la pena di fare un’eccezione! : ) Grazie per il commento! : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...