Oscar 2015: sorprese e conferme

grand budapest hotel

Non poteva mancare il mio commento sulla notte degli Oscar, che anche quest’anno ho seguito in diretta.
Quando furono annunciate le nomination, scrissi che erano 3 i verdetti per cui tifavo: miglior canzone per Tutto può cambiare, miglior attore non protagonista Mark Ruffalo, miglior attrice non protagonista Keira Knightley. Nessuno dei 3 ha vinto, quindi per me è stata una cerimonia molto amara. Tuttavia, un motivo di consolazione ce l’ho: infatti altri due film che ho molto apprezzato, Selma e Grand Budapest Hotel, sono riusciti a tornare a casa con qualcosa in mano. Non era affatto scontato: il primo era penalizzato dalle poche nomination, il secondo dalla sua natura leggera e favolistica, così lontana dai film “seriosi” prediletti dall’Academy.
Mi ha fatto piacere anche la vittoria di Inarritu, meritevole di averci regalato dei filmoni come Amores perros e Babel.
Tra l’altro la decisione di premiare Birdman come miglior film mi ha sorpreso moltissimo: ero convinto che avrebbe vinto Boyhood, e che i media avessero ingigantito le chances di Birdman soltanto per mettere un po’ di pepe su un verdetto in realtà scontato. Alla fine invece Boyhood è stato un clamoroso flop, e ha preso soltanto un Oscar minore.
Dei premi agli attori, l’unico incerto era quello per il miglior attore protagonista. All’inizio si profilava un duello tra Cumberbatch (The Imitation Game) e Redmayne (La teoria del tutto), poi nelle ultime settimane aveva preso quota l’ipotesi Michael Keaton (Birdman). Alla fine l’ha spuntata Redmayne: è un attore giovane e con pochi film all’attivo, quindi solo il tempo dirà se è un fuoco di paglia o se invece è nata una nuova stella.
Analizzando le premiazioni nel loro complesso, ho l’impressione che l’Academy abbia tentato di gratificare il maggior numero di film possibile: American Sniper, Interstellar, The Imitation Game… tutti i titoli più popolari dell’anno hanno avuto il loro riconoscimento. Questo l’ho apprezzato molto: odio quando un unico film si prende tutta la torta, e tutti gli altri restano a bocca asciutta.
E voi, per quali film facevate il tifo? Cosa ne pensate delle premiazioni? E soprattutto, qual è il vostro film dell’anno?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

80 risposte a Oscar 2015: sorprese e conferme

  1. cristinadellamore ha detto:

    In realtà non ho visto nessuno di questi film, mi interesserebbe vedere Grand Budapest Hotel e Interstellar, e forse American Sniper, non certamente i biopic degli scienziati (anche se per la figura di Turing ho una sorta di venerazione)

    • wwayne ha detto:

      Tra i biopic degli scienziati, fai benissimo a risparmiarti quello su Stephen Hawking: l’ho trovato pessimo. E’ una vergogna che “La teoria del tutto” abbia vinto un Oscar (tra l’altro prestigioso) e “Tutto può cambiare” no. Grazie per il commento! : )

  2. SognidiRnR ha detto:

    Io non ho avuto modo di vedere tutti i film che erano in gara ma sono stata felicissima per la vittoria di Julianne Moore: in Still Alice è stata strepitosa!

    • wwayne ha detto:

      Io l’ho vista recitare soltanto in Boogie Nights e in Magnolia: in entrambi i casi la sua interpretazione fu ottima, quindi, pur non avendo visto Still Alice, non ho dubbi che la Moore meritasse questo premio. Grazie per il commento! : )

  3. valsunendlichkeit ha detto:

    Io facevo il tifo in particolare per Grand Budapest Hotel 😉 Non li ho visti tutti, per cui non riuscirei a dare un parere “completo”! Sono abbastanza soddisfatta di com’è andata quest’anno! 😉

    • wwayne ha detto:

      Io dei film nominati ho visto nell’ordine:

      Tutto può cambiare
      L’amore bugiardo – Gone girl
      Grand Budapest Hotel
      Selma
      La teoria del tutto

      L’unico che non mi è piaciuto per niente è stato l’ultimo; gli altri invece meritavano sicuramente di venire inclusi tra i migliori film dell’anno. Grazie per il commento! : )

  4. AnimaNoirBlog ha detto:

    Gran Budapest Hotel è fantastico, sono andata a vederlo per accompagnare un’altra persona, ma è stata davvero una piacevole sorpresa, alla fine è piaciuto più a me che a lei, sono contenta che abbia vinto un premio! Da poco visto anche The Imitation Game, non il mio genere, ma comunque decisamente meritevole!

  5. watchingitagm ha detto:

    Oscar prevedibili. Nessun tipo di sorpresa eclatante, bastava vedere le quote snai (si! scommettono anche sugli accademy awards) per farsi un previsione il più attendibile possibile.
    Mio parere:
    Per miglior film non posso ancora esprimermi, ma la scelta sembra valida. Sfatato il mito di un film patriottico e troppo a stelle e strisce (come le ultime statuette decisamente carenti, mi riferisco a argo e 12 anni schiavo) quale american sniper (bello ma non troppo) posso ritenermi abbastanza soddisfatto.
    Gioisco per Redmayne. Una interpretazione colossale punto. Nessuno con del sale in zucca può dire l’opposto. Peccato per Cumberbatch ma aimè era una spanna sotto.
    Mi dispiace per Robert Duvall. Ho amato The Judge e sonor imasto deluso dall’escusione del giovane Downey dalle nomination a miglior attore. A Hollywood è finito il mito Perry Mason.
    Un grande MI PIACE per Interstellar che meritava a occhi chiusi la statuetta per gli effetti speciali.
    Benissimo la Moore per Still Alice anche se era un po’ troppo scontato e a risentirne è stata la sorpresa.
    Nel complesso abbastanza soddisfatto!

    • wwayne ha detto:

      “Bello ma non troppo” è il commento più frequente che ho letto in merito ad American Sniper, e questo mi fa pensare che sia stato giusto limitarsi a dargli un Oscar tecnico.
      Erano in molti a tifare Cumberbatch, ma come hai scritto tu era sfavorito fin dall’inizio.
      Anch’io adoro Robert Duvall. Ti consiglio di ammirarlo in quell’autentico gioiellino che è “Rosa Scompiglio e i suoi amanti”, film che ho recensito proprio il mese scorso: https://wwayne.wordpress.com/2015/01/22/mettiti-nei-miei-panni/.
      Anche Interstellar poteva contare su una larghissima fan base, ma Nolan è notoriamente inviso all’Academy, e quindi il fatto che la sua ultima fatica non sia rimasta a mani vuote è un mezzo miracolo.
      Hai ragione quando scrivi che il verdetto a Julianne Moore era uno dei più scontati della serata. Grazie per il ricchissimo commento! : )

      • rossellapretto ha detto:

        Trovo invece che Cumberbatch fosse una spanna sopra a Redmayne, nonostante l’evidente difficoltà del ruolo, anche dal punto di vista del lavoro sul corpo. Ma quello che mi è arrivato da Cumberbatch è stato decisamente superiore. Nella sua semplicità. Bellissimo anche Grand Budapest Hotel! Ciao ciao. 🙂 Ora devo vedere Birdman…

      • wwayne ha detto:

        Io invece sono in fibrillazione per Vizio di forma! Dei film nominati aspetto a gloria anche Wild, ma per quello dovrò pazientare addirittura fino ad Aprile, mannaggia… grazie per il commento! : )

  6. tachimio ha detto:

    Carissimo ti aspettavo. Ti dirò che purtroppo non sono riuscita a vedere nè ”The imitation game” nè ”La teoria del tutto”. Ma in compenso ho visto il raffinato quanto a tratti immaginifico ”Gran Budapest Hotel” per il quale faccio i complimenti alla nostra Canonero per il risultato ottenuto. Molto particolare, bella fotografia e costumi. Per me ,non avendo visto il resto, un bel film, nuovo, molto originale. Un abbraccio. Isabella

  7. lapinsu ha detto:

    Non ho visto molti dei film candidati, quindi non posso esprimere un giudizio di merito.
    Faccio solo due annotazioni, le stesse che ho fatto nel mio post sugli oscar:

    1. per l’ennesima volta la statuetta di miglior attore è stata vinta dal personaggio (famoso e malato) prima che dall’attore
    2. l’ostracismo riservato a Interstellar e Nolan è vergognoso

    • wwayne ha detto:

      Sul primo punto hai ragionissima. Tra l’altro, aggiungo che le 5 nomination per “La teoria del tutto” confermano che l’Academy ricopre d’oro i biopic a prescindere, anche quando non meritano alcuna considerazione.
      Per quanto riguarda il secondo punto, ormai è chiaro come il sole che Nolan non vincerà mai l’Oscar, almeno finché non si piegherà ai gusti dell’Academy facendo un film nelle loro corde (come fece Spielberg a suo tempo).
      Dei film candidati che non ho visto mi interessa soltanto Vizio di forma: andrò a vederlo il giorno stesso dell’uscita, e per fortuna mancano solo 3 giorni.
      Ad essere precisi mi interessa anche Wild, perché il regista è lo stesso di Dallas Buyers Club e soprattutto perché c’é Laura Dern: tutti la ricordano come la mamma di Hazel in Colpa delle stelle, io invece la apprezzo soprattutto per la sua interpretazione da protagonista nell’adorabile “Rosa Scompiglio e i suoi amanti.” Grazie per il commento! : )

      • lapinsu ha detto:

        Vizio di forma ha una trama intrigante, ma quando ho scoperto che il regista è quel Paul Thomas Anderson a me tanto inviso, l’ho messo da parte. Potrei azzardare la visione solo se tu mi dessi semaforo verde.

        Dei film candidati ho visto solo American Sniper e The Imitation Game. Grand Budapest Hotel – come ti ho spiegato in un altro post – ho iniziato a vederlo ma lo stile di Wes Anderson non lo digerisco proprio quindi ho interrotto la visione.
        Degli altri conto di recuperare al più presto Birdman naturalmente, ma anche Whisplash. Gli altri, francamente, non mi interessano proprio: Selma e La teoria del tutto rientrano nella categoria dei biopic che evito (quelli melensi), mentre Boyhodd pur essendo un progetto ambizioso puzza tanto di ruffiano e quindi eviterò anche questo.
        PS: a Laura Dern sono affezionato anche io, ma per un ruolo minore che ebbe nel delizioso Un mondo perfetto 😉

      • wwayne ha detto:

        Hai fatto bene a ricordarmi Un mondo perfetto: ce l’ho in watchlist da tempo immemore, ed è il momento di toglierlo dalla naftalina. Ti farò sapere, sia per questo titolo che per Vizio di forma! : )

  8. kasabake ha detto:

    Ottimo post, davvero. Concordo su tutto quello che hai scritto al 100%.
    Personalmente i miei film favoriti erano Interstellar (che sapevo non avrebbe vinto nulla per la stessa sindrome di cui soffrono Di Caprio e Scorsese), Grand Budapest Hotel (lo adoro come film, ma è l’antitesi del modello “Academy Awards”) ed infine “Birdman”, film che ho amato e che ha vinto!
    Se fosse una pesca, avrei preso un premio su tre: non male.

    • wwayne ha detto:

      Io invece ho fatto 0 su 3, purtroppo. Ma per fortuna sia Ruffalo che la Knightley sono due attori molto apprezzati, quindi è possibile che vengano candidati ancora in futuro. In tal caso, io farò per loro un tifo sfegatato. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  9. datraversa ha detto:

    Prima della premiazione ho scritto un paio di articoli dove ho nominato i “miei vincitori”. Anche se non ho indovinato tutti i verdetti sono abbastanza soddisfatto della notte degli Oscar. Il mio film dell’anno è stato di sicuro Birdman, ma ho apprezzato tutti i film candidati. Selma troppo sottovalutato, meritava qualcosa in più. Sono contento che Whiplash si sia portato a casa diverse statuette, se le merita.

  10. Renza ha detto:

    Non ho ancora visto Birdman, per motivi vari. Mi dispiace molto che Cumberbatch non abbia avuto il riconoscimento, io l’ ho trovato eccezionale nella sua interpretazione di Turing. Commovente con quel dolore nello sguardo. Sono molto contenta per l’ Oscar, come miglior film straniero, a quel magnifico, doloroso film pieno di silenzio che è Ida.

    • wwayne ha detto:

      Cumberbatch è uno di quegli attori, come Fassbender, per i quali l’Oscar è soltanto questione di tempo. Per quanto riguarda Ida, confesso che non so niente di questo film, ma generalmente abbiamo gli stessi gusti, quindi potrei dargli una chance quando uscirà qui in Italia. Grazie per il commento! : )

      • Renza ha detto:

        wwayne, Ida è già uscito in italia l’ anno scorso ma, a questo punto, credo che verrà ripresentato. E’ un film molto particolare, in bianco e nero e con pochi dialoghi. Parla di dolore ( si svolge in Polonia dove si intrecciano gli sfondi della persecuzione degli ebrei e del comunismo) ma il regista fa parlare i volti e le immagini e con stile sobrio ed accurato ci conduce in un dramma, senza compiacimento nè retorica ( elementi che, se non ricordo male, ti fanno fuggire dai film troppo- volutamente- strazianti). E’ un film asciutto, rigoroso ed essenziale. Per me bellissimo.

      • wwayne ha detto:

        Hai colto nel segno: posso accettare che in un film siano presenti dei temi drammatici come la malattia o la morte (il mio film preferito è Il mio piede sinistro, per dirti), ma detesto quei registi che ci calcano la mano, creando un’atmosfera volutamente depressa e piagnona. Se Ida evita di cadere in questa trappola, allora ha sicuramente meritato l’Oscar. Se lo guardo, ti farò sapere! : )

  11. noveatmosfere ha detto:

    Tutto può cambiare non è un film vero, dai. Copia commerciale, c’è Levine dei Maroon 5, di Inside Llewin Davis dei Cohen che davvero era un grandissimo film sulla musica tutta.
    Keira Knightley è stata molto più brillante in The Imitation Game!

    Io tifavo disperatamente per Rosamund Pike, la più bella ieri. Peccato.

    Vincenzo.

  12. valentinapalermo ha detto:

    Facevo il tifo per Bradley Cooper nella migliore interpretazione maschile, Boyhood come miglior film, non perché mi sia piaciuto particolarmente, ma quando ricapita nella storia del cinema di far svolgere le riprese a un cast che invecchia per 12 anni in maniera naturale?
    Bene il film straniero, anche se non l’ho ancora visto e peccato per l’ostracismo verso Christopher Nolan…

    • wwayne ha detto:

      Anch’io adoro Bradley Cooper. A rendermelo così simpatico è il fatto che interpreti spesso un personaggio alla Forrest Gump: il ragazzo un po’ tontolone e un po’ sbattuto dalla vita, che nonostante tutto trova sempre il modo per venirne fuori alla grande.
      Altro grande pregio di Bradley Cooper: funziona benissimo sia quando è il protagonista (vedi Il lato positivo) sia quando fa da spalla (vedi American Hustle). Ho sempre considerato questa caratteristica fondamentale per ogni bravo attore.
      Purtroppo però, se non è riuscito a vincere neanche diretto da Clint Eastwood e in un film americano a 24 carati come quello, ho paura che non vincerà mai. Spero sinceramente di venire smentito.
      Hai ragionissima a lamentarti dell’embargo di cui è vittima Nolan. Pensa che non è mai stato nominato come regista: ha avuto solo 2 candidature come sceneggiatore e una come produttore. No comment. Grazie per il commento! : )

  13. luigicalisi ha detto:

    Dei film candidati come Miglior Film, ne ho visti solo 4: “The Imitation Game”, “American Sniper”, “Birdman” e “Whiplash”. Quello che mi è piaciuto di più è proprio quest’ultimo: lì per lì, subito dopo la visione, mi ha lasciato un po’ interdetto. Poi, man mano che passavano i giorni, ho cominciato ad apprezzarlo sempre di più. Meritatissimo l’Oscar a J. K. Simmons (che peraltro apprezzo da anni nei suoi ruoli da caratterista), ma giustissimi anche quelli al sonoro e al montaggio (fondamentali in un film focalizzato sulla batteria e sul ritmo).
    Insomma, lo consiglio a te e a tutti, anche se non è facile trovarlo al cinema: è stato distribuito in una manciata di sale in tutta Italia…

    • wwayne ha detto:

      Sei già il terzo blogger che mi raccomanda Whiplash, quindi ho cercato su Mymovies una sala vicino a me che lo proiettasse. Sfortunatamente, avevi ragione tu: la distribuzione l’ha boicottato clamorosamente. E’ uscito il 12 Febbraio, e ad oggi lo proiettano in soli 20 cinema in tutta Italia, nessuno dei quali all’interno della mia regione. Magari questi 3 Oscar miglioreranno la situazione. Grazie per il commento! : )

  14. Vivian ha detto:

    Entusiasta per la vincita di Birdman! La rassegnazione al genocidio culturale dovuto dall’avvento dei social: mille contatti su youtube sono più importanti di una buona recensione! Esserci a tutti i costi, anche se in mutande! Michael Keaton fantastico! Spero di riuscire a vedere presto Whisplash.

    • wwayne ha detto:

      Sei già la terza blogger ad esprimere soddisfazione per la vittoria di Birdman: il fatto che questo titolo sia riuscito a mettere d’accordo pubblico e critica in modo così netto mi fa pensare che probabilmente premiarlo con l’Oscar più importante è stata la scelta giusta. Un altro film con Emma Stone che ti consiglio di vedere è il bellissimo The Help. Grazie per il commento! : )

  15. BlondyWitch ha detto:

    Come promesso, sono passata a leggere il tuo articolo sugli Oscar! 🙂 Mi dispiace che le tue previsioni siano state disattese, d’altra parte ti capisco perchè anche a me sarebbe piaciuto un premio a Keira che adoro. Però sono contenta, come ti avevo già detto, dell’Oscar a Redmayne perchè trovo che non sia facile calarsi nei panni di Hawking e oltretutto avevo letto una sua intervista nella quale Redmayne spiegava un po i “dietro le quinte” della sua preparazione al film, che mi hanno molto sorpresa. Per il resto mi spiace per Boyhood, ma in effetti Birdman meritava. Diciamo quindi che quest’anno gli Oscar sono stati abbastanza coerenti e hanno premiato vari punti di vista 😉

    • wwayne ha detto:

      Hai colto nel segno: i giurati degli Oscar si sono ritrovati di fronte ad una serie di opere completamente diverse (i biopic, i film allegri come Grand Budapest Hotel, un esempio di metacinema come Birdman eccetera) e hanno deciso di premiarle tutte. Giusto così: il mondo è bello perché è vario, se vincessero sempre i soliti film che gusto ci sarebbe? : ) Grazie per il commento! : )

  16. smilesharing2013 ha detto:

    Alla fine ce l’abbiamo fatta! Pizza, pop corn e Grand Budapest Hotel! Film molto carino anche se ci siamo chiesti com’è che il protagonista negli anni avesse cambiato colore della pelle e naso 😄 Ma a parte questo pensiero, è stata una piacevole visione! 🙂

  17. Personalmente speravo che Grand Budapest Hotel vincesse qualche Oscar “maggiore”. Per me è stato il miglior film tra quelli papabili. Perché? Beh, ha una trama, è avvincente, ironico e malinconico al punto giusto. Birdman è un gran bel film e i piano sequenza sono qualcosa di spettacolare. Bella l’idea di mescolare cinema e teatro. Ciò nonostante avrei preferito la vittoria di GBH. Boyhood non mi ha impressionato. Assurdo e fuori da ogni logica l’esclusione di un filmone come Interstellar tra i migliori e possibili vincitori: SACRILEGIO. Mi permetto di azzardare che il livello dei film ( complessivi) di questa edizione degli Academy era veramente molto basso rispetto a quello dello scorso anno. Se Le fa piacere, può dare un’occhiata al mio blog dove in un articolo tratto proprio la notte degli Oscar.
    Riscopro il Suo blog a distanza di quasi un anno. Lei è stato il primo a commentare un mio articolo. Ritengo i suoi articoli pieni di spunti: seguirò con vivo interesse i Suoi prossimi aggiornamenti. Spero che Lei, qualora trovi i miei interessanti, faccia lo stesso!

  18. fatmags ha detto:

    Personalmente ho sempre pensato che Eddie Redmayne avrebbe vinto “Best Actor in a Leading Role”. E’ vero che è molto giovane ma secondo me anche prima di questo film aveva già dato prova del proprio valore nel ruolo di Marius Pontmercy in “Les Miserables”.
    Per il resto concordo con te sul fatto che tutti i grandi film hanno avuto i dovuti riconoscimenti quest’anno, e dopo la tua recensione sono più che mai intenzionata a guardare “Gran Budapest Hotel” il prima possibile!

  19. Penelope P. ha detto:

    Curiosa di vedere il film con la Moore, lei mi è sempre piaciuta, è un’attrice di spessore e ha stra-meritato il premio assegnatole. Grand Budapest Hotel è un film davvero bello, per ambientazione, storia, costumi, cast .. per tutto.. il mio preferito è sicuramente lui. Per il resto non mi pronuncio, non ho visto altro. Ciao!

  20. Supergolosi ha detto:

    Peccato…. purtroppo l’ultimo film che ho visto al cinema è stato Il Grande Lebowsky (quando lo hanno ritrasmesso per una giornata celebrativa). E’ da troppo tempo che non ho possibilità di andare al cinema… mi devo rifare!

    • wwayne ha detto:

      E io devo guardare Il grande Lebowsky: nonostante la mia passione per i fratelli Coen e per John Goodman, non l’ho mai visto. Grazie per il commento! : )

  21. Elena ha detto:

    Io facevo il tifo per Grand Budapest Hotel 🙂

  22. athenabruna ha detto:

    Ok, me ne vanto un po’, ma di fatto ho azzeccato quasi tutte le nomination. Devo dire che ero molto in dubbio tra Keaton e Readmayne per la candidatura come miglior attore. Boyhood ha fatto tanto rumore, è stato parecchio sopravvalutato ma l’ho trovato davvero insulso. Nel complesso, mi piace che siano stati premiati un po’ tutti quelli che comunque già andavano per la maggiore, compreso Whiplash, che è un bel film.
    Ciao!

    • wwayne ha detto:

      A mio giudizio Keaton non ha vinto perché c’erano ben 2 candidati forti a rosicchiargli una montagna di voti (Redmayne e Cumberbatch). Tra l’altro, questi 2 attori rispetto a lui avevano il vantaggio di interpretare dei personaggi straordinari e realmente esistiti, un profilo per il quale i giurati dell’Academy vanno pazzi.
      Sei già la quarta blogger che mi raccomanda Whiplash: se sarà in programmazione nella mia città anche il prossimo fine settimana, potrei andare a vederlo. Grazie per il commento! : )

  23. Phil ha detto:

    Still alice e Grand Budapest Hotel rimangono secondo me i migliori, mi piacerebbe molto vedere Birdman e poi potrò dare un parere

  24. thelinkedside ha detto:

    Ciao wwayne! Dai un’occhiata se ti va alla mia recensione di Birdman, che ho trovato controverso e particolare. Bell’articolo, continua così.

    • wwayne ha detto:

      Contraccambio i complimenti: anche il tuo articolo su Birdman è ottimo. Tra l’altro, da alcuni dettagli del film che hai evidenziato (attenzione alla colonna sonora, umorismo sottile e velato, importanza dei comprimari eccetera) ho tratto l’impressione che potrebbe decisamente piacermi. Grazie per il commento! : )

  25. True ha detto:

    Complimenti a chi indovinato il vincitore. Io dei film in concorso ad oggi ho visto solo GBH, American Sniper e The imitation… devo dire che il mio preferito è GBH, molto bello anche The imitation game dove mi ha sorpreso positivamente la prova di Cumberbatch, che non è fra i miei attori preferiti. Su American sniper, non saprei che dire, non mi ha trasmesso molto, eppure io sono una fan di Clint.
    Nei prossimi giorni vorrei vedere Birdman, ma la trama mi lascia perplessa…
    Faccio una piccola disgressione: ho visto in qualche post il nome Ennore, Wwayne tu sai se potrebbe essere autore di un libro? Ho letto un romanzo interessante ed il nome dell’autore è lo stesso e non è comune, a meno che non sia un nick…scusami per la richiesta e complimenti per il tuo blog, a me piace molto il cinema e qui mi pare di essere in buona compagnia.

  26. True ha detto:

    Wwayne, hai colto in pieno ciò che intendevo su American sniper, sono andata a visitare il commento di lapinsu che mi hai suggerito, è esattamente ciò che avrei voluto scrivere.
    Per l’altra richiesta non ti preoccupare, proverò ad indagare da sola.
    Grazie

  27. valicebi ha detto:

    Ho visto il film. Finito or ora devo dire che è bello ma non straordinario.

  28. Lino Vitagliano ha detto:

    http://nomostrano.com/2015/03/18/birdman/ Che ne pensate di Birdman e delle parole contro i cinecomics di Inarritu? Qui c’è la mia opinione, se vi va date un’occhiata 🙂

  29. Gianluca8675 ha detto:

    Mah, alla fine secondo me tutto è soggettivo. Ad esempio io avrei nominato molto Interstellar. Mi è piaciuto tutto di quel film. Io comunque non avrei dato miglior film a Birdman. Regia ok, ma miglior film?! Redmayne ok, non ho visto Still Alice ma Felicity Jones meritava molto.

    • wwayne ha detto:

      Anch’io non ho visto Still Alice, e non penso che lo recupererò: a parte rare eccezioni (come Il mio piede sinistro e Figli di un dio minore), non apprezzo molto i film con una malattia al centro della trama. Grazie per il commento! : )

  30. kaurinovicmirela ha detto:

    Grand Budapest Hotel è fantastico, mi ha fatto morire dal ridere, poi gli attori sono fantastici! Andò a cercarmi pure il libro per godermelo a pieno! 😀

  31. MarianTranslature ha detto:

    Grand Budapest Hotel… meraviglioso!!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...