Un grande ritorno

Oggi hanno annunciato le nomination agli Oscar, e come tutti gli anni non sono mancate le sorprese. Ad esempio, la nostra Sophia Loren sembrava una candidata sicura per La vita davanti a sé, invece questo film ha ottenuto la misera di una nomination nelle categorie musicali. Stessa identica sorte per l’ultimo film di Spike Lee, Da 5 Bloods, per il quale sembrava certa almeno la candidatura di Chadwick Boseman come miglior attore non protagonista. Tuttavia, l’Academy ha ancora la possibilità di assegnargli un Oscar postumo, perché è candidato come miglior attore protagonista per Ma Rainey’s Black Bottom: proprio perché non ci saranno altre occasioni di premiarlo, lo considero il super favorito in quella categoria, anche perché gli altri candidati sono 2 sconosciuti e 2 attori che l’hanno già vinto. Uno dei 2 sconosciuti è Riz Ahmed, e la cosa non mi stupisce, perché aveva recitato benissimo la parte del cattivo in Venom.
Un altro film che ha ottenuto una sola nomination è Tenet, e anche questo non mi ha stupito: Christopher Nolan non era amato dall’Academy neanche quando sfornava dei capolavori assoluti, figuriamoci adesso che sembra aver imboccato precocemente il viale del tramonto.
In compenso l’Academy ha confermato di amare molto il nostro cinema: infatti ha candidato non solo La vita davanti a sé, ma anche Pinocchio, che concorre per il miglior trucco e i migliori costumi. La vita davanti a sé invece è stato candidato per la migliore canzone, grazie a un brano scritto da Diane Warren e Laura Pausini: spero che ottenga la statuetta, e non per la Pausini, ma perché Diane Warren è arrivata alla dodicesima nomination senza aver mai vinto, e quindi le auguro che possa rompersi questa maledizione. Delle 11 sconfitte precedenti mi irrita soprattutto la volta in cui le negarono l’Oscar per I don’t want to miss a thing: non era soltanto la migliore canzone di quell’anno, ma è proprio una delle canzoni più belle nella storia della musica.
Un’altra perdente cronica è Glenn Close: quest’anno è arrivata all’ottava nomination per Elegia americana. Non ho visto il film, ma tiferò comunque per lei, perché merita l’Oscar almeno dai tempi del bellissimo Seven Sisters.
Poco fa ho scritto di non aver visto Elegia americana: ebbene, in verità non ho guardato quasi nessuno dei film candidati. L’unico che ho visto è Il processo ai Chicago 7, e anche quello l’ho guardato solo perché me l’aveva consigliato Lapinsù. Questo non deve stupirvi, perché nel 2020 quasi tutti i film interessanti sono stati “congelati” in attesa che finisse la pandemia, e quindi era logico che agli Oscar di quest’anno non ci sarebbero stati molti titoli di qualità. Praticamente l’unica casa di produzione a non rimandare niente è stata Netflix, perché tanto i suoi film sarebbero usciti direttamente in streaming anche se non ci fosse stata la pandemia. Non a caso il film con più nomination è proprio un prodotto Netflix, Mank: io però credo che nella corsa all’Oscar più importante verrà sconfitto da Nomadland, perché quest’ultimo sembra il classico drammone depresso che piace tanto ai giurati dell’Academy.
Penso che succederà la stessa cosa anche nella categoria miglior regista: l’Academy non ha mai amato Fincher, e pur di lasciarlo a mani vuote darebbe l’Oscar anche a De Sica. A sfavorirlo c’è anche il fatto che Nomadland sia diretto da una regista donna e cinese: di conseguenza, l’Academy potrebbe decidere di premiare lei anche per dare un segnale di apertura e di uguaglianza. Princìpi nobili e che condivido, ma che non dovrebbero influenzare i giurati: infatti i premi andrebbero assegnati unicamente in base al merito, non in base al politicamente corretto.
Tirando le somme, mi dispiace che il grande ritorno di Sophia Loren non sia stato premiato con una nomination, ma mi consolo pensando che ho tanti altri artisti per cui tifare. E voi? Per quali attori e quali film tiferete alla prossima notte degli Oscar?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

107 risposte a Un grande ritorno

  1. Yleniaely ha detto:

    Fantastico post tantissimi complimenti!! 🤩

  2. cuoreruotante ha detto:

    Articolo molto esaustivo, completamenti!
    Io non ne conosco nessuno.

    • wwayne ha detto:

      Mi fa piacere di non essere l’unico a non aver visto praticamente nessuno dei film candidati. Comunque in futuro potrei vedere:

      Judas and the Black Messiah
      Minari
      Quella notte a Miami
      La tigre bianca

      Grazie mille per i complimenti e per il commento, e buona notte! : )

  3. mocaiana ha detto:

    Grazie del bel post Wwayne, mi hai aggiornata. Sapessi quanto mi manca andare al cinema! Forse è ciò che mi manca di più..

    • wwayne ha detto:

      Manca moltissimo anche a me, perché ci sono dei film che visti in compagnia di una vasta folla risultano ancora più belli. Soprattutto quelli comici: quando le battute del film fanno esplodere la sala dalle risate ti diverti ancora di più a sentirle.
      Ho adorato il tuo penultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://bagatelle.blog/2021/03/02/piccola-storia-delle-arance-moderne/. Grazie a te per i complimenti e per il commento, e buona giornata! : )

  4. Speranza ha detto:

    Ho già visto La vita davanti a sé: la Loren mi è piaciuta tantissimo e avrebbe meritato la nomination. Gli altri li guarderò pian piano. Sono per Laura Pausini

  5. Pingback: Un grande ritorno — wwayne – Revolver Boots

  6. Una anno strano, con i cinema e teatri chiusi.
    Un saluto

    • wwayne ha detto:

      La chiusura dei cinema l’ho patita moltissimo, perché andarci era uno dei miei passatempi preferiti. Non posso neanche dire “Mi sono accontentato dello streaming”, perché come ho scritto nel post solo i film più scarsi sono stati distribuiti in quel modo: quelli più interessanti invece sono stati “congelati” in attesa che finisca la pandemia.
      Ho adorato il post che hai dedicato a Cumpari Pasquale, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://unallegropessimista.com/2021/03/14/cumpari-pasquale-poco-piu-di-un-metro-e-50/. Grazie per il commento, e buona serata! : )

  7. delicatezzeacolori ha detto:

    Complimenti, sei moto preparato , mi ricordo che l’Italia ha vinto con “ la vita è bella “ di Roberto Benigni e fu proprio Sofia Loren ad annunciarlo . Che meraviglia 🤩

    • wwayne ha detto:

      Hai detto bene, quello fu un momento memorabile per il cinema italiano. Ironia della sorte, quest’anno agli Oscar saranno candidati proprio un film di Sophia Loren (La vita davanti a sé) e uno di Benigni (Pinocchio): se avessi notato prima questa coincidenza ne avrei sicuramente parlato anche nel post.
      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: anch’io ti stimo moltissimo come blogger. Ho adorato in particolare il tuo post sull’amore, perché sei riuscita a dire qualcosa di nuovo su un tema abusatissimo. Metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://delicatezzeacolori.wordpress.com/2021/02/16/febbraio-damore/. Grazie per il commento, e buona serata! : )

  8. sherazade ha detto:

    Dirò una cosa forse cinica e cioè guardiamo avanti e lasciamo Sophia Loren nell’olimpo dei grandi per dare visibilità a nuovi volti.
    Per questi mostri sacri Esiste il premio alla carriera.
    Il mio film che potrebbe vincere l’Oscar è che è candidato a pieno titolo è Sound of Metal è un film del 2020 diretto da Darius Marder, con protagonista Riz Ahmed. Storia di un batterista famoso che deve fare i conti con la sua improvvisa e totale perdita dell’udito.
    Vedilo e mi dirai se le 6 candidature sono super meritate.
    Abbracci e buona settimana 🍵🍵

    • wwayne ha detto:

      L’Academy ha ragionato nel tuo stesso modo, perché al posto di Sophia Loren ha candidato 2 attrici emergenti come Andra Day e Vanessa Kirby. In verità non sono giovanissime neanche loro, ma nessuno le conosceva fino a ieri, e quindi questa nomination è servita molto più a loro 2 che a Sophia Loren. Un abbraccio anche a te, e buona settimana anche da parte mia! : )

  9. Daniele Artioli ha detto:

    Sono d’accordo con tutto quello che hai scritto; anche io ne ho visti molto pochi, dovrò fare una gran corsa per recuperarli tutti!
    Nomadland ha effettivamente già la statuetta in tasca, così come Boseman; questo mi irrita un po’, però, io non ho visto il film ma da quando è morto lo si è innalzato agli allori come un nuovo Lawrence Olivier che, secondo me, non era.
    Felicissimo per la Pausini e soprattutto per Pinocchio di Garrone, che per me è un bellissimo film. Peccato per non essere rientrati nella cinquina dei film srranieri, ma si è scelto di accontentare Rosi mandando un film inadatto per l’occasione e il risultato era scontato.

  10. Evaporata ha detto:

    L’ha ripubblicato su Evaporata.

  11. titti onweb ha detto:

    Un bel post! Grazie!🙏

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: come sai, anch’io ti stimo molto come blogger e come persona. Grazie a te per i complimenti e per il commento, e buona serata! : )

  12. lapinsu ha detto:

    Ho visto appena 3 dei film candidati: Mank (che è bello ma troppo autoreferenziale, fatto per piacere e privo della brillantezza spontanea che dovrebbe avere ogni opera d’arte), Il processo ai Chicago 7 (che è bello, impegnato eppure divertente, ma figlio di un cinema che l’Academy ha sempre guardato storto), Sound of metal (film brutto sia in senso estetico sia in senso autorale, piatto e inutile, che non sarebbe mai stato nella decina delle nomination se il 2020 non fosse stato un anno monco per il cinema).

    Alla luce della miseria delle mie visioni, non mi sento nè di caldeggiare nè di sperare nella vittoria di qualcuno. Posso solo ripetere qui le previsioni che ti ho inviato ieri privatamente:

    – Miglior film: NOMADLAND, perchè è il film più autorale del lotto
    – Miglior regista: Chloé Zhao perchè è politicamente lodevole e perchè pur di non dare un oscar a Fincher si inventerebbero un nuovo oscar
    – Miglior sceneggiatura originale: Aaron Sorkin perchè all’Academy lui piace da sempre
    – Miglior attore protagonista: Chadwick Boseman perchè il premio postumo fa sempre figura
    – Miglior attrice protagonista: Vanessa Kirby o Frances McDormand (ma propendo per la prima perchè il film è strappalacrime)
    – Miglior attore di supporto: Daniel Kaluuya perchè ci vuole un po’ di black power
    – Miglior attrice di supporto: Olivia Colman

    • wwayne ha detto:

      Concordo con te quando dici che l’Academy ha sempre guardato storto i film di impegno civile come Il processo ai Chicago 7: ha premiato poco o nulla anche dei titoli di gran lunga migliori come Sindrome cinese e Tutti gli uomini del presidente, quindi figuriamoci se farà un’eccezione in questo caso.
      Mi trovi d’accordo anche quando affermi che Mank è palesemente costruito per sbancare agli Oscar. Tuttavia, Fincher non ha considerato che l’Academy detesta da sempre sia lui che Netflix, e quindi tentare di arruffianarsela è tempo perso. Dovrebbe pensare piuttosto a compiacere il pubblico con i thriller che gli vengono tanto bene.
      Mi stupisce che tu abbia visto Sound of Metal, perché ero convinto che fosse un titolo sconosciuto a tutti fino a ieri. Gli hai attribuito 2 difetti che non sopporto in un film (piatto e autorale), quindi credo proprio che non lo vedrò mai.
      Colgo l’occasione per segnalarti un libro che ho iniziato a leggere giusto oggi: “Hai paura di me?” di Elodie Nowodazkij. L’autrice ha deciso di intrecciare 2 generi lontanissimi tra loro (il giallo e il romanticone – sentimentalone – moccolone): il rischio che venisse fuori una schifezza era altissimo, invece posso dirti che finora mi sta lasciando estasiato. Va detto che sono solo a pag. 50, ma non credo che il mio parere cambierà in seguito, perché quest’autrice scrive davvero troppo bene. Torno a leggerlo proprio adesso: ho davanti un’ora buona di lettura prima della cena! : )

  13. mercuriodoppio ha detto:

    Nemmeno io conosco i film nominati, ad eccezione di La vita davanti a sé e Soul. Di solito ogni anno a questo punto avevo già visto buona parte dei film candidati.
    Tiferò Glenn Close, regina indiscussa e ancora inspiegabilmente senza statuetta.

  14. Madame Verdurin ha detto:

    Ne ho visti troppo pochi per azzardare pronostici. Mank mi è piaciuto molto e sono contenta abbia avuto tante nomination, ma non pretendo certo che le vinca tutte! Come film d’animazione credo Soul sia molto bello, ma anche Onward non era male, penalizzato solo dal fatto di essere uscito proprio assieme a Soul… Grazie per questo bel post!

  15. sabritapibonaldi ha detto:

    Io tiferò per Pinocchio. Per quanto riguarda gli altri non ne ho visto neanche uno. Buon pomeriggio Wwayne.

  16. Neda ha detto:

    Ti ringrazio per le informazioni. Sinceramente non ero al corrente di nulla.

    • wwayne ha detto:

      Ti confesso che anch’io mi ero completamente dimenticato che ieri ci fossero le nomination agli Oscar: se non mi avesse contattato https://lapinsu.wordpress.com/ per svelarmi i suoi pronostici probabilmente ne sarei tuttora all’oscuro. Non perché gli Oscar non mi interessino (al contrario, li trovo dei premi molto affascinanti), ma perché ieri ho avuto una giornata pesantissima sul lavoro, e quindi il cinema era proprio l’ultimo dei miei pensieri.
      Ho adorato il dipinto che hai pubblicato nel tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://undentedileone.wordpress.com/2021/03/11/obiettivo-mondo/. Grazie a te per il commento, e buona serata! : )

  17. La piccola bottega Decomposita ha detto:

    Io tifo per Pinocchio

  18. maxilpoeta ha detto:

    non ho un film particolare per cui tifare, sono contento per la nostra Laura Pausini che sta ricevendo premi e candidature mica da ridere. Almeno la parte musicale possiamo dire di averla vinta noi, in qualche modo..☺

  19. eleonorabergonti ha detto:

    Post davvero stupendo, ❤️. Personalmente, da italiana, faccio il tifo per “La vita davanti a sé” e “Pinocchio”. È ora che qualche Oscar (ma non solo) venga assegnato anche ai film italiani perché c’è ne sono di davvero belli ma ho notato che, quando si tratta di film, sia in patria che fuori i premi li vincono sempre o quasi film americani, lasciando l’Italia a bocca asciutta, 😞. Forza Italia, Forza Film Italiani!

    • wwayne ha detto:

      Le belle parole che hai speso per me mi lusingano profondamente, e le ricambio di cuore: come sai, anch’io ti stimo molto come blogger e come persona. A questo proposito, metto qua il link del bellissimo post in cui hai recensito il libro della nostra amica Sara Tricoli: https://le1000e1recensione.home.blog/2021/03/12/recensione-libresca-semplicemente-dislessia-clara-una-ragazza-come-me/. Grazie mille per i complimenti e per il commento, e buona serata! : )

      • eleonorabergonti ha detto:

        La stima come blogger e come persona è reciproca, ❤️. Sono contentissima che la recensione del libro della bravissima amica Sara ti sia piaciuto. I suoi libri ti arrivano dentro al cuore e t’insegnano, come quello su Clara, ragazza affetta da dislessia, che ogni persona è unica e speciale nel suo genere e che anche le persone dislessiche, con i loro tempi, possono raggiungere grandissimi traguardi. Buona serata anche a te, 😘.

  20. Zio Gio ha detto:

    Io sono più appassionato di musica che di cinema, e sono rimasto davvero stupito vedendo quanti pochi riconoscimenti abbia raccolto Diane Warren durante la sua carriera.

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere che tu condivida la mia passione per questa grande artista, e spero vivamente che questa sia la volta buona per lei. Grazie mille per il tuo graditissimo ritorno nel mio blog, e buona giornata! : )

  21. The Butcher ha detto:

    Diciamo che è da un po’ di tempo che non sono più interessato agli Oscar. Fa strano sentirlo dire da una persona che apprezza molto il cinema, ma è un premio che ha perso di significato, diciamo che è un premio famoso, ma non prestigioso, anche perché in quei casi si fanno campagne pubblicitarie per nominare i film agli Oscar e in certe occasioni lasciano fuori film meritevoli. Certo, sono felice che in questo caso Pinocchio sia stato nominato (amo la storia di Collodi e adoro Garrone), ma comunque non li seguirò più con tanto interesse.

    • wwayne ha detto:

      Anche gli americani amano molto Pinocchio (anche grazie al film della Disney), e sono convinto che questo abbia influito non poco sulla decisione di candidare il film di Garrone. Probabilmente ha influito anche la popolarità in America di Benigni: ingaggiarlo per un ruolo minore è stata una mossa molto astuta da parte del regista.
      Segui il mio blog da molto tempo, quindi sai bene quanto mi faccia piacere fare pubblicità agli autori emergenti. Anche tu hai fatto la stessa cosa nel tuo ultimo post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://mymadreams.com/2021/03/17/folklore-antologia-del-fantastico-sul-folklore-italiano/. Grazie mille per la tua costante presenza nel mio blog, e buona giornata! : )

      • The Butcher ha detto:

        Non c’è di che. Piuttosto grazie a te per la tua gentilezza! Mi fa sempre piacere discutere con te riguardo questi argomenti e si può sempre portare avanti delle discussioni interessanti anche su argomenti dove non siamo concordi. È un enorme piacere. Grazie mille e buona giornata!

  22. Alidada ha detto:

    peccato per la Loren! A mio parere lei è il massimo. Gli altri film comunque sia io non li conosco ancora.. li vedrò in seguito.

  23. marisasalabelle ha detto:

    Sophia Loren è un’attrice eccezionale e anche nella Vita davanti a sé ha dato un’ottima prova. Mank è un buon film ma non mi ha fatto impazzire, Nomadland lo aspetto con ansia e immagino che penserai che sono sempre la solita che guarda roba deprimente: in realtà ho letto il libro, che è molto interessante, e sono una grande fan di Frances McDormand. Quantoa Elegia americana, mi ha fatto storcere il naso: la solita storia del ragazzo che riesce con le sue sole forze a riscattarsi eccetera eccetera… molto americano

  24. sherazade ha detto:

    The father e Antony hopkins miglior attore 🤞

    • wwayne ha detto:

      Purtroppo temo che Anthony Hopkins non abbia molte possibilità: un po’ perché ha già vinto in passato, un po’ perché i giurati dell’Academy sono consapevoli che questa è l’ultima occasione di premiare Chadwick Boseman, e dubito che se la lasceranno scappare.
      Ho adorato il tuo ultimo post (soprattutto la parte in cui parli dell’importanza di mantenere sempre un pensiero positivo), quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://sherazade2011.wordpress.com/2021/03/21/diritto-alla-felicita/. Grazie per il commento, e buona serata! : )

  25. Stef555 ha detto:

    Buona Pasqua ✌️

  26. cocoon1975 ha detto:

    Speravo anche io per la nomination per la Loren, ho visto il film e devo dire che mi ha emozionato come non accadeva da tempo. Faccio il tifo per la canzone di Laura Pausini ma solo per la Warren, assurdo che un talento come il suo non sia mai stato premiato.

  27. eleonorabergonti ha detto:

    Tanti tanti auguri di Buona Pasqua e Buona Pasquetta, ❤️😀🐰🐤

  28. fulvialuna1 ha detto:

    Non ho ancora visto La vita davanti a sé, come il solito lascio calmare le acque, amici che lo hanno visto non ne sono rimasti entusiasti come si aspettavano. In effetti la pubblicità su questo film è stata notevole…vedremo.
    Grazie sempre per le tue recensioni e aggiornamenti e ti volevo dire che finalmente ho visto Seven Sisters, che mi avevi consigliato, film duro ma incredibilmente interessante per la storia. Grazie ancora.

  29. elisafalciori rg. ha detto:

    Chissà quando riusciremo a vedere un film al cinema… Sofia Loren è brava e Bellissima, speriamo sia sempre apprezzata! Un caro saluto, interessante post!

  30. S. ha detto:

    Ciao, buona serata!

  31. natipervivereblog ha detto:

    Carissimo amico, nella mia “rinascita” (quante volte si nasce alla vita dopo un lungo dolore?), oggi, ho voluto conquistare il regno magico delle tue parole, scritte nei tuoi splendidi post.
    Lo sai…te l’ho sempre detto, che i tuoi post non solo sono una fonte inesauribile di conoscenze, ma ci conducono nel viaggio sapiente di profonde riflessioni che ci fanno scoprire la vera dimensione dell’Uomo, dell’esistenza.
    In questo viaggio, pongo sulla vetta queste tue parole “I premi andrebbero assegnati unicamente in base al merito, non in base al politicamente corretto”
    E allora vado a rileggere nel tuo bellissimo post quei film che hai magistralmente descritto dalla candidatura della Loren, all’ultimo film di Spike Lee con la candidatura di Bosman alla sorte toccata a Christopher Nolan, accomunati dall’ avere una dose di “talento” purtroppo negata dai grandi, a volte troppo idolatrati, miti dell’ Accademy”. Poi il mio sguardo si ferma su quanto hai scritto sulla meravigliosa e unica Dine Warren e riporto qui le tue parole “E’ arrivata alla dodicesima nomination senza aver mai vinto”.
    Potrebbe apparire una sconfitta?
    Certo, la sconfitta della bellezza, e forse anche una certa denigrazione da parte degli illustri Componenti di “insigne giurie” di Premi, ( a volte penso che dentro a queste giurie serpeggi l’invidia!), ma niente potrà demolire il genio del vero artista, pronto a rivendicare sempre la forza creativa del suo essere, l’intramontabile universo del suo talento!
    E allora diventano così vere le parole del grande Churchill “Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo”
    Aggiungo..fallimento per gl’altri, ma mai per chi possiede il dono inestimabile del talento come i grandi attori e la meravigliosa Diane che hai splendidamente raccontato in questo tuo post
    Ti rinnovo i miei compimenti e ti auguro una felice settimana
    desidero segnalarti il mio nuovo post “Nascere Frida”
    non è un caso la mia scelta su Frida Kahlo
    Perché niente nasce dal caso
    nemmeno il ritrovato canto della vita!
    A presto
    Adriana

    • wwayne ha detto:

      Anche secondo me alcuni grandi artisti si sono visti negare l’Oscar anche per una questione di invidia. Ma come hai detto tu citando Churchill, le persone di successo sono capaci di mantenere il loro entusiasmo anche dopo aver subito questi torti, dimostrando ogni volta di essere i migliori anche se qualcuno dice il contrario.
      Metto qua il link del tuo post su Frida Kahlo, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://natipervivereblog.com/2021/04/08/nascere-frida/. Grazie a te per i complimenti e per il commento, e buona settimana anche a te! : )

  32. Dario Angelo ha detto:

    Buongiorno Wwayne,
    quando ho letto il titolo del tuo ultimo post nella timeline per un attimo ho pensato stessi parlando di me 😀
    Scherzo, non sono così presuntuoso, o quanto meno, in pubblico cerco di trattenermi 😀 😀
    Ok, ricomponiamoci.
    Non ho ancora visto nessuno dei film candidati, anche se ho in lista su Netflix sia Mank che Il processo ai Chicago 7. Dunque non sono in grado di esprimere preferenze in merito alle interpretazioni specifiche di questo o di quell’attore, ma solo basandomi su quelle che già conosco e (ovviamente) sulle mie simpatie.
    Partiamo dalle signore, per dovere di cavalleria.
    Io quando vedo in nomination Viola Davis le porterei direttamente l’Oscar a casa in bicicletta, tanto la giudico brava e affascinante, però devo riconoscere che anche Francis McDormand non tradisce mai le attese, pare quasi migliorare con l’età.
    Fra i maschietti, la lotta per quanto mi riguarda è più serrata, perché li conosco e li premierei tutti, ciascuno per svariati motivi. Steven Yeun è il compianto Glenn di The Walking Dead, è bravino e ci sono affezionato anche non l’ho ancora mai visto sul grande schermo (o forse sì, una volta, ma non dev’essere stata indimenticabile visto che ne ho il dubbio).
    Riz Ahmed ha lavorato benissimo in The Night Of anche se, se mi chiedessero di tirar fuori un nome per quel lavoro, il mio primo pensiero andrebbe all’immenso John Turturro.
    Gary Oldman e sir Anthony Hopkins sono due mostri di bravura uno più dell’altro, altri due vecchi e cari amici a cui porterei la statuetta a casa sul triciclo.
    Dunque dico Chadwick, per lo stesso motivo che hai espresso tu.
    Chiudo con un nota musicale. Il titolo della canzone non mi diceva molto, poi ho aperto il link e l’ho ascoltata scoprendo che la conoscevo già, e nonostante non apprezzi in modo particolare gli Aerosmith mi trovo d’accordo con te: è una delle più belle canzoni mai incise.
    Tante buone cose, e a presto!

    • wwayne ha detto:

      Dei film candidati ho visto nell’ordine:

      Il processo ai Chicago 7
      La tigre bianca
      Judas and the Black Messiah

      Quest’ultimo è l’unico che mi è piaciuto davvero, quindi spero vivamente che vinca almeno un Oscar.
      Condivido in pieno il tuo apprezzamento per Viola Davis. Anni fa ho anche recensito un suo film (in maniera molto ironica): https://wwayne.wordpress.com/2016/08/19/suicide-squad/.
      Come sai ho adorato uno dei tuoi ultimi post, quindi metto il link qua nel mio blog, nella speranza che lo apprezzino anche i miei lettori: https://julianvlad.blog/2021/04/03/feliz-navidad-ah-no/. Grazie mille per il tuo graditissimo ritorno nel mio blog, e buona settimana! : )

      • Dario Angelo ha detto:

        Grazie della gentilezza, lo apprezzo molto. Tutto quanto 🙂
        Buona settimana anche a te!

        P.S. Ricordavo il tuo post su Suicide Squad (l’ho guardato dietro tuo consiglio e mi è piaciuto assai) ma non lo scambio di opinioni su Viola Davis, che ho approfondito ora.
        Che attrice! Che donna!

      • wwayne ha detto:

        Parole sante! A presto amico mio! : )

  33. whitebutterfly ha detto:

    Anche a me dispiace per la mancata candidatura della Loren, spero per la Pausini perché amo alcune sue canzoni e questa la trovo molto bella. Il film Pinocchio l’ho visto e infatti merita il premio per il trucco e per i costumi (anche se io ero molto legata al Pinocchio visto da bambina). Non vado molto al cinema e non ho Netflix o altri canali di cinema quindi…non saprei chi tifare. Glenn Close è una brava attrice ma del resto lo è anche Sophia Loren del resto. Un sorriso, Lila

  34. La Grazia ha detto:

    Ho letto gli articoli a ritroso ma non sono riuscita a capire se nelle foto ci sei anche tu

  35. Complimenti bell’ articolo molto esaustivo, io però purtroppo sino ad oggi non ho visto neppure un film di quelli candidati.

  36. Giuseppe Grifeo ha detto:

    L’espressione “classico drammone depresso che piace tanto ai giurati dell’Academy” è esemplare 😁😄

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...