Suicide Squad

comic books 98

Se dovessi dirigere un cinecomic, gli darei un tono da film d’azione esageratissimo in puro stile Mercenari. Lo riempirei di attori con più muscoli che anima, li armerei tutti fino ai denti e poi gli ordinerei di spararsi l’un l’altro come se non ci fosse un domani.
Poi ovviamente, in mezzo a questo mucchio selvaggio di tamarri, ci piazzerei anche qualche attore di talento: chi potrei prendere? Beh, Will Smith fa vendere un sacco di biglietti, e Jared Leto è carismatico al punto giusto per fare il ruolo del “cattivo più cattivo che mai.”
E la donna del film chi la fa? Perché in ogni action movie degno di questo nome c’è una figona che solletica i bassi istinti del popolo nerd, senza di lei il flop è assicurato. E naturalmente, dato che ho a disposizione un gran bel budget, non ho bisogno di andare a prendere un’attrice caduta in disgrazia come Annalynne McCord: posso puntare più in alto, e aggiudicarmi nientepopodimeno che Margot Robbie.
Ma non mi accontento. Non mi bastano le mille sparatorie, 5 o 6 attori truzzi e la bellona del momento a fare la femme fatale: voglio anche una colonna sonora da urlo, e quindi metterò una canzone cult in ogni momento topico del film. Ovviamente anche nella scelta dei brani rivelerò la mia anima tamarra: in un film che trasuda testosterone come il mio, il rap di Eminem ci sta come il cacio sui maccheroni.
Insomma, come avrete capito il regista di Suicide Squad (David Ayer) ha fatto esattamente tutto ciò che avrei fatto io. E non è la prima volta che dimostra di conoscere alla perfezione le regole dei film d’azione: già in precedenza ne aveva firmato uno, Sabotage, che qualsiasi fan di Arnold ricorderà sicuramente con affetto.
Certo, qualche errore l’ha fatto anche lui: ad esempio, non puoi strombazzare in lungo e in largo la presenza del Joker e far credere che sia il protagonista del film, se poi lo fai apparire per un quarto d’ora in tutto. Questo trucchetto è l’ormai famigerato stunt – casting, e gli spettatori lo odiano alla follia: non a caso Suicide Squad ha avuto un passaparola molto negativo, al punto che negli USA gli incassi sono calati quasi del 70% dalla prima alla seconda settimana di programmazione.
Se vogliamo c’è anche un altro errore abbastanza grossolano. In ogni sceneggiatura che si rispetti ogni personaggio ha un ruolo più o meno importante: qua invece Capitan Boomerang è necessario quanto una sciarpa in pieno Agosto. Insomma, Ayer non si è accorto di aver inserito un personaggio inutile: una gaffe come questa la perdono ad una maestra che organizza una recita delle elementari, non ad un regista navigato come lui. Forse ha deciso di mettere Capitan Boomerang perché, con un nome ridicolo come quello, dava al film quel tocco trash che non manca mai negli action movies, neanche in quelli ad alto budget come questo.
Poi certo, Ayer è stato anche baciato dalla fortuna: sono convinto che abbia preso Margot Robbie soltanto per la sua bellezza, e lei invece in questo film dimostra di essere anche spaventosamente brava. E’ la vera anima della Suicide Squad, e sono convinto che, se continuerà a lavorare per Scorsese, vincerà sicuramente l’Oscar da qui a qualche anno.
Vi siete accorti che finora non ho detto nemmeno una parola sulla trama di Suicide Squad? Del resto, non ce n’è bisogno: andare a vedere un film d’azione e sperare di trovarci una trama è come andare dal paninaro e sperare che abbia del caviale. Se vuoi un film con una bella trama, guarda Pelle di serpente. Se invece sei in vena di emozioni forti e vuoi fare il pieno di adrenalina, guarda Suicide Squad. : )

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

141 risposte a Suicide Squad

  1. fralamb76 ha detto:

    Bellissimo l ho visto ieri…
    Anch’io mi sono domandata a cosa servisse la presenza di Capitan boomerang…esattamente non si sa neanche chi sia …di tutti i personaggi viene fatto un mini racconto del passato ma di Capitan Boomerang ? Il vuoto cosmico …come del cavallino che si porta sotto la giacca …sarà forse il protagonista di un seguito ?

    • wwayne ha detto:

      Mi ero completamente dimenticato dell’unicorno rosa. Tra l’altro questo dettaglio ridicolo e inutile conferma la mia teoria: Capitan Boomerang è stato messo lì solo per dare un tocco trash. Ed è servito perfettamente allo scopo! : ) Grazie per il commento! : )

  2. Mirko Ciminiello ha detto:

    Bella recensione, complimenti! Precisa, puntuale e azzeccata 🙂

  3. lapinsu ha detto:

    Mitico wayne: hai detto tutto, l’hai detto bene, l’hai scritto con gusto.
    Suicide Squad è un filmone tamarro che puzza di sudore e patatine: per apprezzarlo bisogna a)non essere prevenuti e b)avere lo stomaco adatto per digerirlo.
    Noi, per fortuna, ce lo abbiamo: cresciuti come siamo a “pane e Stallone\Swarzy\Willis” sappiamo bene come si facciano i film d’azione, mica come quelli moderni che li vogliono fare “dark”, “introspettivi”, “con una trama”.
    Sui film d’azione ci vogliono solo muscoli, corse, frasi idiote e figa.
    Punto.
    Suicide Squad ha tutto questo e, pur non privo di difetti, risulta godibilissimo.

    Credo tra l’altro che il film sia stato più osteggiato dalla critica che dagli spettatori, dato che proprio ieri ha sforato il tetto del mezzo miliardo di incassi…

    A latere di tutto ciò, non posso che convenire anche sui tuoi apprezzamente per Margot Robbie che qui, per la prima volta in carriera, è molto brava oltre che molto figa. Il suo personaggio buca lo schermo più di tutti (anche più del Joker, che comunque mi è piaciuto nonostante la scarsa presenza, ed anche più di Deadshot che doveva essere il protagonista indiscusso del film) e lo buca così bene che, ad oggi, è l’unico personaggio per ci la Warner ha già annunciato un film stand alone.

    • wwayne ha detto:

      Non sapevo che la Warner avesse messo in cantiere un film tutto per Harley Quinn. La ritengo un’ottima decisione: il personaggio è molto interessante, e Margot Robbie ha già dimostrato in Suicide Squad di saper reggere un film quasi tutto sulle proprie spalle.
      Hai ragione quando dici che, oltre al Joker, da questo film esce ridimensionato anche Deadshot. Quelli che dovevano essere i veri protagonisti del film sono stati letteralmente spazzati via dal ciclone Margot Robbie.
      Tra l’altro Tom Hardy si sfilò dal progetto proprio perché geloso del troppo spazio riservato a Will Smith: manie da divo, ma lui se le può permettere. Al suo posto hanno preso Joel Kinnaman, e alla fine è andata bene così: lui è un cane e lo sappiamo dai tempi di Robocop, ma nel ruolo dell’innamorato perso di Cara Delevingne ci sta meglio lui di un duro come Tom Hardy. : )
      Il tuo commento è bellissimo, soprattutto nella parte iniziale: mi trovi perfettamente d’accordo, quelli sono gli unici ingredienti essenziali degli action movies. Tutto il resto è una sovrastruttura che soltanto i registi più bravi riescono ad aggiungere senza risultare goffi e patetici. Ayer non è uno di quei registi, lui lo sa bene e quindi ha deciso saggiamente di limitarsi a fare film truzzi. E pochi sanno farli bene come lui! : ) Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  4. GramonHill ha detto:

    Non l’ho ancora visto ma ho la sensazione che al termine della visione condividerò ogni tua singola parola.

    • wwayne ha detto:

      Anch’io sono andato a vederlo relativamente tardi: ben 5 giorni dopo l’uscita. Naturalmente in questi 5 giorni ho evitato accuratamente di leggere qualsiasi recensione, per il timore che contenessero qualche spoiler.
      Per lo stesso motivo ho evitato tutti i trailer e le anticipazioni che la Warner ha diffuso in modo martellante negli ultimi mesi: tra l’altro non apprezzo questo bombardamento continuo, perché chi guarda tutti quei video poi arriva in sala e ha l’impressione di guardare un film già visto. Come successe a me con Alice in Wonderland. Grazie per il commento! : )

  5. Marco ha detto:

    Mi trovi completamente d’accordo. Anch’io ho apprezzato parecchio Suicide Squad, seppure ammetto che una trama un pelino più strutturata non mi sarebbe dispiaciuta. Riguardo al Joker, onestamente me lo aspettavo che la pubblicità martellante che gli è stata fatta fosse solo una manovra di marketing, quindi diciamo che ero preparato alla delusione di vederlo poco nel film. Ad ogni modo, se ti può interessare darci un’occhiata, anch’io ho scritto una recensione.
    https://marotz.wordpress.com/2016/08/18/film-suicide-squad/

  6. cilieginasuccosa ha detto:

    😀😀😀volevo andarlo a vedere! Ma me lo hai stroncato! 😉😉😉

  7. giomag59 ha detto:

    Chiederò a mio figlio di portarmici!

  8. SemplicementeSarah ha detto:

    Lo devo ancora vedere ed ero indecisa se farlo o meno, visto che non amo molto il genere tratto dai fumetti, perchè in genere viene sempre cambiato ad uso e consumo cinematografico come è successo con la serie Van Helsing (almeno da quanto ho letto). non capisco perchè prendere un personaggio dai fumetti e poi stravolgerlo, o si resta fedeli alla narrazione o si prende un soggetto nuovo e si usa quello e lo si sviluppa come vuole.

    • wwayne ha detto:

      Purtroppo oggi manca il coraggio di introdurre qualcosa di nuovo… la crisi spinge i produttori a puntare su storie e personaggi che hanno già un loro pubblico, e quindi sfornano a getto continuo sequel, prequel, reboot, remake, cinecomic, film tratti dai libri eccetera.
      Il pubblico ne ha abbastanza di questo continuo rimasticare roba già fatta (i flop di Robocop e Point Break lo provano in modo molto chiaro), ma i produttori non hanno ancora recepito il messaggio. Quando succederà, tuttavia, sono convinto che ci potremo gustare una novità dietro l’altra. Grazie per il commento! : )

      • SemplicementeSarah ha detto:

        io aspetto con impazienza e timore il nuovo capitolo finale di Resident Evil, spero vivamente che non mi deluda come gli ultimi due. Credo che chi metta i soldi per produrre un film voglia certezze e si sa che ci sono determinati temi che vanno per la maggiore come zombie, vampiri, creature mitologiche ecc, cosi investono solo su quello giusto per accrescere il loro portafoglio e ben poco gli interessa della qualità o di proporre cose nuove.

      • wwayne ha detto:

        Esatto… si ricordano della qualità soltanto a Gennaio – Febbraio, quando si avvicinano gli Oscar. E anche lì, per quale motivo? Perché gli Oscar portano soldi: un film come Il caso Spotlight avrebbe guadagnato un terzo del suo incasso, se non avesse vinto la statuetta più importante.
        Tuttavia, per fortuna qualche volta capita di vedere dei film interessanti anche nel bel mezzo dell’anno: penso ad esempio a Tutto può cambiare, che per me è il film più bello degli anni 10 (e siamo già nel 2016). Se non l’hai visto, te lo consiglio caldamente! : )

      • SemplicementeSarah ha detto:

        Gli oscar, secondo me vanno non tanto ai film migliori, ma a quelli che pagano meglio i giudici. Ci sono attori che vincono la statuetta ma sinceramente non li trovo cosi bravi. Poi non è che porti molta fortuna, mi ricordo ad esempio Marisa Tomei, che vinse con Mio cugino Vincenzo, per poi sparire dalle scene o fare film di terza categoria.

      • wwayne ha detto:

        Diciamo che gli Oscar, più che portare sfortuna, possono distruggere una carriera quando vanno a chi non se li merita. Dopo che hai vinto un Oscar, tutti si aspettano che tu reciti sempre da Dio: se te lo sei meritato non deluderai le attese, se invece hai avuto una botta di culo la tua inconsistenza emergerà impietosa.
        Nel caso specifico Marisa Tomei, oltre che da un Oscar sproporzionato rispetto ai suoi meriti, è stata penalizzata anche dalla scarsa avvenenza: avesse avuto un bel faccino magari ce l’avrebbe fatta a rimanere sulla cresta dell’onda.
        Comunque qualche film decente l’ha fatto anche dopo l’Oscar. Questo, ad esempio, l’ho trovato adorabile: https://wwayne.wordpress.com/2015/11/29/cio-che-conta-davvero/.
        E’ questo che adoro delle mie chiacchierate con te: tocchiamo mille argomenti differenti, citiamo mille film che non potrebbero essere più diversi tra loro, e ognuno di noi torna a casa con una watchlist allungata di almeno 2 o 3 titoli. Grazie di esistere Sarah! : )

      • SemplicementeSarah ha detto:

        Addirittura? Ringrazio, ma non me lo merito. LOL
        Ciò che conta davvero – non l’ho visto, me lo segno per i periodi di magra, tipo vacanze di Natale dove le serie sono in pausa o finite. Adesso mi sono buttata a capofitto in Lies to me e non vedo l’ora (ma ne ho anche il terrore) di finirla. sono alla terza stagione e purtroppo è anche l’ultima. Una cosa che non capisco è perchè serie stupende come Leverage o Lies to me, ecc vengono chiuse e serie di…. come Scream, Scream Queen, PPL vengono portate avanti all’infinito.

      • wwayne ha detto:

        Eh, anche qua purtroppo i numeri sono tiranni… comunque anch’io di recente ho finito una serie tv molto bella: Daredevil. Il calo dalla prima alla seconda stagione è vistosissimo, ma anche nei suoi momenti peggiori si è sempre mantenuta su buoni livelli di qualità.
        Ieri ho provato ad iniziare una nuova serie tv, guardando il primo episodio di Mad Men. La trama è un po’ inconsistente e il ritmo è troppo lento, ma January Jones è di una tale bellezza che ho deciso di proseguire almeno per un’altra puntata: se non altro mi rifarò gli occhi! : )

      • SemplicementeSarah ha detto:

        Sono due serie che non ho mai visto.
        Hai dato un’occhiata a Van Helsing? Il primo episodio non è male per me, anche se ho letto che è stata completamente stravolta visto che in origine era un uomo e non una donna il protagonista. Ho visto Jessica Jomes ma non l’ho trovata un granchè come serie. Volevo iniziare Shadow hunters ma i commenti che ho letto sono per la maggiore negativi quindi nel caso vedo la prima puntata e poi decido

      • wwayne ha detto:

        Non ho visto Van Helsing, ma dato che abbiamo gli stessi gusti in fatto di cinema (e non solo) mi ripropongo di colmare la lacuna. E lo farò molto presto, qualora decida di abbandonare Mad Men. Grazie ancora per la dritta e per il piacevole scambio! : )

      • SemplicementeSarah ha detto:

        Van Helsing è solo alla prima puntata subbed, in italiano non so quando uscirà, però secondo me merita.
        Torno a vedere se riesco a trovare un template carino per il blog, ne vorrei uno più professionale, ma non sono riuscita ancora a trovare nulla. Forse dovrei anche cambiare piattaforma.

      • wwayne ha detto:

        Te lo sconsiglio: WordPress è nettamente la migliore. E poi, sei una delle migliori bloggers di questa piattaforma: perché vuoi fuggire da un regno di cui detieni la corona? : ) A presto! : )

      • SemplicementeSarah ha detto:

        Grazie per il sostegno ma qui ci sono 4 gatti in croce che leggono quello che scrivo, agli altri non interessa. Sul vecchio splinder si che avevo un notevole seguito, ma erano altri tempi.
        Ciao

  9. Denise Cecilia S. ha detto:

    Sono tentata, ma non mi sono ancora decisa.
    Le recensioni negative mi stanno frenando.
    E siccome vado al cinema sì e no una volta al mese, di solito cerco di stare sul sicuro…

    • wwayne ha detto:

      Io invece dipende dagli anni: nel 2011 sono andato al cinema 3 volte (record negativo), nel 2014 addirittura 18 (record positivo). Quest’ultimo record tra l’altro rischia di venire battuto, perché quest’anno sono già a quota 15.
      I 3 film che vidi al cinema nel 2011 sono:

      Un giorno della vita
      Il grinta
      The Fighter

      Sono molto diversi tra loro, ma sono tutti e 3 molto belli: se non li hai visti, te li consiglio caldamente.
      Posso citarti questi dati con così tanta precisione perché tengo un elenco dei film visti dal 2009: ogni tanto lo scorro, e ci trovo dei film bellissimi che mi stupisco di aver dimenticato. Chissà quanti bei film che ho visto prima del 2009 hanno subito quest’infausto destino…
      Comunque fidati, il tuo “jolly” mensile puoi tranquillamente giocartelo per Suicide Squad: dubito che ad Agosto manderanno in sala qualcosa di meglio. Grazie per il commento! : )

      • Denise Cecilia S. ha detto:

        Io a quota cinque, ma ho appena ripreso dopo anni di stop.
        E, oh, lasciati dire che semplicemente adoro il fatto che tu tenga gli elenchi dei film visti: io lo faccio con film e libri, e mi fermo lì solo perché tener conto di tutto il resto sarebbe un po’ complicato.
        (Capita anche a me di scordare certe cose viste o lette che meriterebbero ben più memoria da parte mia, purtroppo però perdo pezzi che manco una coppa dell’olio bucata).

        Penso che stavolta mi butterò.
        E poi naturalmente ti farò sapere 🙂

      • wwayne ha detto:

        Attendo tue notizie allora! A presto! : )

  10. Liza ha detto:

    Nn l’ho ancora visto mannagg😢

  11. Miharu Kudo ha detto:

    L’ho visto proprio ieri sera! L’ho trovato divertente e coinvolgente. Concordo pienamente con te sulla colonna sonora (ho canticchiato per tutto il film) e anche sulla storia di mister J 😂😂😂. Diciamo due ore non spese male dai 😆

  12. pizzaDog ha detto:

    Io invece ti devo confessare che sono rimasto un po’ deluso.
    Non che mi aspettassi un filmone con una trama seria, anzi, ero pronto per l’action ignorante e testosteronico….però non mi ha convinto per niente.
    Troppe sottotrame, troppi elementi d’impiccio [tutta la storia dell’Incantatrice e del fratello sembrano le abbiano messe li a caso], troppi tagli in fase di montaggio [ci sono scene che non hanno il minimo senso], troppi personaggi lasciati in secondo, terso e addirittura quarto piano….
    Mi fa piacere che a qualcuno [a molti leggendo solo i commenti al tuo post] sia piaciuto, io anche volendo abbassare le mie veduto non sono riuscito a digerirlo. E dire che ho digerito di peggio XD

    • wwayne ha detto:

      Ho provato la stessa sensazione guardando Batman vs Superman: avevo adorato (non apprezzato, ADORATO!!!) perfino Batman & Robin, quindi ero convinto che anche quest’ultimo Bat – movie lo avrei guardato con il sorriso dall’inizio alla fine. Al contrario, ne sono rimasto così disgustato da spegnere la tv dopo pochi minuti. Avevo pagato anche 10 euro per il dvd, ma era comunque la cosa migliore da fare: interrompendo subito perdevo soltanto quei soldi, andando avanti perdevo anche due ore della mia esistenza.
      Ero incredulo nel vedere la messa in scena dilettantesca di quel film (incredibile per un regista esperto come Snyder), e soprattutto nell’accorgermi che la sceneggiatura non trovava di meglio da fare che rimasticare per la centesima volta le origini di Bruce Wayne. Inguardabile, semplicemente inguardabile. Come ho letto in una splendida recensione del film (https://nisi89blog.wordpress.com/2016/03/30/recensione-batman-v-superman-dawn-of-justice-di-zack-snyder/), Batman vs Superman fa concorrenza ai peggiori film della Asylum.
      Riguardo alle scene che non hanno senso all’interno della trama, purtroppo ci sono abituato: i film di oggi sono pieni di momenti morti e scene inutili. Anche per questo finisco spesso per rifugiarmi nel vecchio cinema, in cui i registi riuscivano a dire tanto e dire tutto in 90 minuti secchi.
      Tra tutte le scene inutili, la palma d’oro va al tuffo nella cisterna di Joker e Harley Quinn. Oltre che superflua è anche inverosimile: le sostanze chimiche sciolgono i vestiti e non fanno nessun danno alla pelle dei due psicopatici? Ma mi faccia il piacere, come diceva Totò.
      E’ verissimo anche che il film è troppo affollato. Si doveva tagliare Capitan Boomerang, si poteva fare lo stesso con Katana e tutti i militari a parte Rick Flag. Ma Katana mi sta simpatica (adoravo la sua serie a fumetti personale), quindi mi ha fatto piacere vederla anche se l’hanno relegata ad un ruolo quasi inutile. Grazie per il commento! : )

      • Iya'n'Ceres ha detto:

        Anche a me da un po’ fastidio quando si presentano molti personaggi senza approfondirli o dar loro un particolare ruolo o senso. In questo film, Katana è l’esempio perfetto: non parla quasi per niente e sembra avere una storia interessantissima, ma ci viene presentata a parole, quasi di sfuggita, da terzi. È veramente un peccato, perché a me dà senso di incompleto!
        Penso tuttavia che questo non influenzi eccessivamente la visione del film. Tutto sommato, personalmente, anche con le sue imperfezioni l’ ho trovato godibile e divertente.

        Ps: io pure non ho capito come mai Joker e Harley Quinn non si siano sciolti… Però la scena mi è sembrata abbastanza romantica e ho chiuso (mezzo) occhio su questo no-sense! XD

      • wwayne ha detto:

        E’ per questo che adoro l’interazione con altri bloggers: mi permettono di capire cose che a me erano sfuggite. Ora capisco il senso di quella scena: strizzare l’occhio al pubblico femminile, inserendo una scena che nella sua follia ha anche un po’ di romanticismo.
        Ci hai preso in pieno anche quando hai detto che Katana ha una storia interessantissima: nella sua serie a fumetti veniva sviscerata in pieno e con grande maestria, infatti mi è dispiaciuto moltissimo quando l’hanno chiusa. Grazie per il commento! : )

      • Iya'n'Ceres ha detto:

        Grazie a te, anche io adoro questi scambi tra bloggers, per lo stesso motivo! Anzi, grazie anche per avermi linkato il tuo post, così da aver potuto leggere un altro parere! 😉

      • pizzaDog ha detto:

        BVS ha deluso parecchio anche me! La versione estese mette qualche pezza qua e là ma rimane per me un film poco riuscito [specialmente se contiamo l’alto budget, i nomi coinvolti e la fama del franchise].
        La scena della vasca di sostanze chimiche insieme ad altre secondo me erano superflue. Il problema è che hanno cercato di raccontare le origini di tutti ma è una cosa impossibile in un film corale come questo, dovevano tenerselo per un altro film e mostrare solo il minimo indispensabile per il background dei personaggi.
        Katana è figa! Ma visivamente secondo me sono tutti fighi, pure Boomerang ha un certo non so che da pazzoide trasandato, solo che molti di loro sono sfruttati male.

    • kasabake ha detto:

      Sto ancora leccandomi le orecchie per la tua recensione oscillante tra due diverse dimensioni!!

  13. Matt ha detto:

    Ho trovato molto interessante che tu abbia parlato bene di suicide squad, che purtroppo non ho potuto ancora vedere, però ho letto molti articolo di critica. Spero vivamente che non sia andata così male alla DC, vista la brutta impressione che ha fatto a me e ad altri blogger. Che ne pensi del futuro della saga “Justice League”?

    • wwayne ha detto:

      Purtroppo non riesco ad essere ottimista: le basi per la saga della Justice League sono state gettate in Batman vs Superman, e le premesse non potevano essere peggiori, visto che quel film è una ciofeca senza pari. Chiaramente, da appassionato lettore dei fumetti DC, spero vivamente di venire smentito.
      Mi raccomando, quando avrai visto Suicide Squad fammi sapere come l’hai trovato! : ) Grazie per il commento! : )

  14. kasabake ha detto:

    Wwayne! Scopro con una certa sorpresa (in genere rifuggi dal recensire blockbsuter mainstream) che hai scritto un post sul film più chiacchierato del momento, su cui praticamente tutti hanno espresso la loro opinione, sia negli articoli (solo qui su WP ce ne sono a vagonate, compresi quelli dei nostri amici), sia sui commenti, sui social, ovunque… Suicide Squad è l’argomento del momento, per chiunque sia appassionato di cinema o fumetti o di tutti e due e questo senza dubbi per due motivi: una campagna marketing spietata e perfetta (ma ingannatoria) ed un character di copertina di sicuro successo (questo invece corrispondente al vero).

    Conoscendo la storia ed avendo seguito il percorso lavorativo, sapevo benissimo che il Joker non sarebbe stato nè il protagonista e nemmeno membro della squadra e che il film sarebbe stato solo un banco di prova per il futuro ruolo da deuteragonista che avrà nel prossimo film di Batman stand-alone (dove tutto il pubblico adorerà il nuovo Joker, vedere per credere…), quindi assolvo il film dall’accusa di stunt-casting, mentre trovo imperdonabile (per il gioco delle aspettative e per quell’idea di sincerità che, carissimo duca, tu sai che io ricerco sempre nei film) l’aver gettato nel cestino la possibilità di fare davvero un film sui cattivi ed invece ci si ritrova un film buonista, dove i villain aspirano alla bontà come delle crocerossine, tradendo non solo il loro alter-ego fumettistico, ma anche il loro personaggio pubblicizzato.

    Il film mi è piaciuto? Si, perché comunque è un grande spettacolo, ma non è un film semplice, tutt’altro, non è cazzaro, è piuttosto un film con i presupposti di un film complesso e che è poi stato mandato in vacca…mi ricorda insomma quei cuochi alle prime armi, che partono con l’idea di fare un dolce complicatissimo e ad un certo punto vedono la loro torta afflosciarsi di lato, la panna smontarsi e la crema impazzire ed allora farciscono il tutto con cioccolato e zabaione messi là a caso, che ti riempiono le papille gustative e non capisci più nulla: un’ondata di zuccheri e grassi che non ti fanno vedere la struttura che si accartoccia sotto il loro peso (mentre la sincerità di una semplice ciambella, quando è fatta bene, ti conquista).

    Ci tengo a precisare questo, perché Ayer, coem hai scritto anche tu in vari commenti in altre occasioni (come sotto al mio post su Pena),  quando vuole fare un film truzzo e tamarro in partenza, non si complica la vita così, ma è più diretto; inoltre è evidentissimo in questo caso l’intervento dei produttori Warner (come già nel caso di Batman V Superman, dove hanno obbligato Snyder ad inserire dei trailer di fatto dei film successivi…), che hanno sforbiciato, tagliato e rimontato…

    Non un brutto film, quindi, ma di certo un’occasione persa per fare qualcosa che poteva essere grandioso!

    P.S. Il vero villain del film è Amanda Waller, alla quale Viola Davis ha regalato un’interpretazione stupenda, granitica, indimenticabile… E’ chiaro che non vende come Margot Robbie (per me il mio ideale femminino dai tempi di Wolf of Wall Street), ma buca lo schermo…

    • wwayne ha detto:

      Hai ragione quando dici che recensire Suicide Squad è una mossa in controtendenza rispetto al solito wwayne cercatore di perle nascoste. Tuttavia, devi considerare che è quello stesso wwayne che ama alla follia i film tamarri: di conseguenza, proprio non potevo trattenermi dal dire la mia su Suicide Squad, che è destinato a passare alla storia come uno dei film più truzzi di sempre.
      Questo bisogno è aumentato quando mi sono accorto che in rete circolavano tante recensioni negative: in quanto tamarro sentivo il dovere di ristabilire la verità, e di difendere Suicide Squad da questi attacchi esagerati. Stavo per scrivere anche “ingiusti”, ma poi ho cancellato: dei difetti oggettivi il film ce li ha, e quelli della DC le critiche se le sono anche andate a cercare, dato che (come hai scritto tu) hanno orchestrato una campagna di marketing decisamente ingannatoria.
      Comunque, se ci pensi parlare di Suicide Squad non è totalmente fuori dai miei schemi: recensisco film e libri che hanno avuto meno successo di quanto meritassero, e questo film, pur avendo macinato i suoi inevitabili dollaroni, è stato anche bastonato più del necessario sia dalla critica che dai fan.
      Anch’io trovo che ci sia un eccessivo buonismo in Suicide Squad, soprattutto per quanto riguarda il personaggio di Deadshot. Hanno calcato la mano a dismisura sul rapporto tra lui e la figlia, ed è chiaro perché l’hanno fatto: per dare l’impressione che non erano tutti marci, che c’era almeno un membro del team con il cuore d’oro. Come se un personaggio buono dovesse esserci per forza, come se fosse inaccettabile fare un film con soli cattivi e farlo fino in fondo, senza questi compromessi moralistici.
      Bello il tuo paragone culinario e giustissimo il tuo commento su Viola Davis, attrice che ho già avuto modo di apprezzare in tante altre occasioni: recitava bene in Law & Order SVU, e ha recitato benissimo ne “Il dubbio.” Ma in quel film tutti hanno recitato al massimo delle loro possibilità: soprattutto Meryl Streep, che a mio giudizio in quell’occasione ha fornito la performance migliore della sua carriera.
      Sull’ideale femminino invece la pensiamo diversamente: nessuno nega che Margot Robbie sia una stratopassera, ma a me le donne piacciono ben più pettorute… insomma, il mio ideale femminino è più o meno questo:

      Grazie per il commento! : )

  15. The Butcher ha detto:

    Un film che non si prende sul serio e che, nonostante degli errori anche abbastanza evidenti, funzionava per quel che voleva essere ovvero un una pellicola d’intrattenimento.
    Ottimo articolo.

    • wwayne ha detto:

      The Butcher, che piacere ritrovarti sul mio blog! La tua sintesi del film è perfetta, e soprattutto mette in luce un elemento importante: al netto di tutti i suoi difetti, Suicide Squad FUNZIONA. Di conseguenza, su tutti gli sbagli di Ayer (alcuni citati nel post, altri nei commenti) si può tranquillamente chiudere un occhio. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  16. ilblogvuoto ha detto:

    Wow, sei stato generosissimo con questo film. A me non è piaciuto affatto, tant’è che mi sono divertito tantissimo nel criticarlo, quando l’ho recensito. Anch’io, però, apprezzerei un bel cinecomic tamarro. Chissà se Guardiani della Galassia 2 ha preso Stallone per rendersi più tamarro.
    Io, però, se dovessi vedere una proprietà DC usata per una tamarrata, gradirei molto di più Lobo, sia la versione classica che quella moderna, in cui sembra un bravo ragazzo, ma è altrettanto letale.
    Suicide Squad, per me, è un esperimento che fa acqua da tutte le parti che non è riuscito in quello che i film del genere dovrebbero sempre fare: intrattenermi. E parliamo di un universo gestito da Zack Snyder, che non fa proprio capolavori, ma sa metterti scene di intrattenimento puro.

  17. papworld ha detto:

    Bella recensione, anzi, direi che hai fatto la “lastra radiografica” del film. Splendido il commento sagace su Annalynne McCord! Bella anche la stilettata su capitan boomerang. Comunque come accadde per l’era dei film mitologici anche l’era dei supereroi sta iniziando la parabola discendente. Inizia a mostrare i limiti che dopo qualche anno mostrano i film di genere che non sono capaci di innovarsi.

    • wwayne ha detto:

      Anch’io ho la sensazione che l’epoca d’oro dei cinecomic sia prossima alla conclusione. E la prova migliore è costituita proprio da film come Deadpool e Suicide Squad: i produttori si sono resi conto che i supereroi “classici” non tirano più come un tempo, e quindi hanno fatto una variazione sul tema proponendoci questi supereroi sui generis. Con Deadpool hanno fatto centro, con Suicide Squad invece la risposta del pubblico non è stata altrettanto positiva, in termini sia di gradimento che di incassi. E dire che a me è piaciuto di più Suicide Squad. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  18. albertomilan ha detto:

    Sono sempre stato un fan di Will Smith 🔝

    • wwayne ha detto:

      Come darti torto? Io sono forse uno dei cinefili più inesperti in assoluto riguardo a lui: pensa che prima di guardare Suicide Squad l’avevo visto soltanto nella trilogia di Men in Black. Ma quella da sola sarebbe bastata a farmelo entrare nel cuore: il secondo capitolo non mi è piaciuto tanto (mi sono rimaste impresse soltanto le due splendide donne del film), ma il terzo e soprattutto il primo sono davvero di una bellezza indimenticabile.
      Tra l’altro, è incredibile notare come Men in Black risulti perfettamente vedibile anche a distanza di quasi 20 anni dall’uscita in sala: è una cosa rarissima per i film di fantascienza, data la rapidità con cui si evolvono gli effetti speciali. Non a caso il sequel di 1997: Fuga da New York, girato soltanto un anno prima di Men in Black, ha degli effetti speciali che visti oggi sembrano quelli di un videogioco per bambini dai 7 anni in su.
      Tra l’altro la scenografia di Suicide Squad è uguale identica a quella di 1997: Fuga da New York. E’ una delle tante, favolose citazioni di quel genio tamarro che è David Ayer. Grazie per il commento! : )

  19. Deborah Mega ha detto:

    Ho sentito parlare molto di questo film e, dopo il tuo giudizio e l’ottima recensione, mi propongo di andare a vederlo nonostante a pelle e guardando il trailer mi sia sembrato la solita “americanata”. Quanto al cast, Will Smith è sempre una garanzia di successo; ho notato invece che non hai neanche menzionato Cara Delevingne. Premesso che in “Città di carta” non mi è piaciuta neanche un po’, si è trattato di una svista o continua a non essere un’interprete degna di nota?

    • wwayne ha detto:

      Diciamo che, se non avesse quel bel faccino, probabilmente farebbe la comparsa in qualche B – movie. Ma ho visto attori e attrici ancora peggiori. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  20. bluebird90 ha detto:

    Credo che sia arrivato il momento di andarlo a vedere! Mi ero già incuriosita dal cast e dal trailer, ma ora non ho più voglia di aspettare 😎

    • wwayne ha detto:

      Hai fatto bene ad aspettare una settimana: probabilmente nel primo week – end di programmazione avresti dovuto fare una fila chilometrica, e ti sarebbe toccato un posto nelle prime file. E’ proprio per evitare situazioni come questa che sono andato a vederlo di Giovedì. Grazie per il commento! : )

  21. Davide Traversa ha detto:

    Credo che la pensiamo più o meno allo stesso modo, nel senso che, secondo me, Suicide Squad ha raggiunto il suo obiettivo: intrattenere e portare tutti in sala. Che poi la trama sia poco originale e praticamente inesistente e che ci siano parecchie imperfezioni è palese, sotto gli occhi di tutti. Ma non è il peggior film mai partorito in sala come molto critici l’hanno definito. È semplice intrattenimento, niente di eccezionale secondo me, ma comunque “sufficiente” a farti rimanere davanti allo schermo a guardare la tamarragine dei protagonisti.

    • wwayne ha detto:

      Come dicevo a Kasabake, anche secondo me i critici (ma anche alcuni fan) hanno bastonato questo film più del dovuto. Tra l’altro anche nell’articolo che ho linkato nel post viene riportata l’opinione di un critico che lo definisce “il peggior film di sempre”: direi che non ha visto film come Mulholland Drive o The Master, la cui mediocrità è stata perfettamente riassunta da Lapinsù (https://lapinsu.wordpress.com/2014/02/07/the-master-ovvero-il-capolavoro-al-contrario/).
      Probabilmente, al di là dei suoi difetti oggettivi, Suicide Squad paga l’ostilità che molti critici hanno verso i film che sono (come hai detto tu) puro intrattenimento, senza nessuna ambizione artistica e nessuna morale della favola. E certamente paga anche il fatto di essere venuto dopo la trilogia di Nolan, che ha portato i cinecomic ad un altro livello ed è diventato un termine di paragone con il quale nessun film di supereroi riesce a competere.
      Tra l’altro, il fatto che Suicide Squad riesca a far rimanere davanti allo schermo è già un enorme merito: quanti film spingono gli spettatori a uscire dalla sala prima della fine, o a cambiare canale dopo pochi minuti? Suicide Squad invece riesce a mantenere alta la soglia di attenzione fino all’ultimo minuto, e non è affatto poco. In questo Ayer ha tanto da insegnare anche a molti registi considerati autori di serie A. Grazie per il commento! : )

      • Davide Traversa ha detto:

        Sottoscrivo ogni parola, Suicide Squad intrattiene senza impegno, nonostante i difetti, ed credo fosse proprio questo il suo obiettivo. Poi, da grande fan di Nolan, concordo sulla tua riflessione riguardo la trilogia del Cavaliere Oscuro. Il fatto è che quella trilogia va oltre il concetto di cinecomic e, a mio avviso, risulta inutile ed insensato provare a paragonare un film volutamente spaccone e di semplice intrattenimento come Suicide Squad con l’opera cinematografica del regista inglese. Ma molti critici e molti fan non la pensano come noi evidentemente.

  22. Phoebo ha detto:

    D’accordissimo su tutta la linea! Specie riguardo Capitan Boomerang: sulla sciarpa ad agosto ridevo come un matto! 😀

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere che siamo sulla stessa lunghezza d’onda e che il mio post ti abbia fatto ridere. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  23. albertomilan ha detto:

    Visto sabato pomeriggio FANTASTICO 😀

  24. cobain86 ha detto:

    Zac Snyder come produttore sicuramente ha inciso parecchio su molte scelte. Sul fatto che alcuni personaggi fossero da rimuovere, sulla presenza limitata del Joker e altri fattori credo che siano errori di gioventù. Speriamo nel seguito che verrà girato nel 2017.

    • wwayne ha detto:

      Non sapevo fosse già in cantiere un sequel. Spero vivamente che confermino Ayer al timone: come ho scritto nel post, a livello di stile questo film è una sua creatura in tutto e per tutto, e quindi nessun altro regista riuscirebbe a continuare il suo lavoro con la stessa efficacia. Grazie per il commento! : )

  25. Iya'n'Ceres ha detto:

    Ho appena visto questo e mi piacerebbe sapere cosa ne pensi (se ti pare esagerato in tutto, etc):

    Personalmente, pur avendo apprezzato il film (come già sai) non sono riuscita a trovare del tutto sbagliate certe riflessioni… E non ti nego che mi sono fatta anche qualche risata! XD

    • wwayne ha detto:

      Innanzitutto, complimenti per il tuo ultimo post (https://iyanceres.wordpress.com/2016/08/17/primi-numeri-commenti-agli-acquisti-di-lucca-2015-parte-4/): tra l’altro anch’io adoro il Lucca Comics (ci vado ogni anno da quand’ero bambino), quindi puoi immaginare quanto mi si allarghi il cuore soltanto a sentirlo nominare.
      In secondo luogo, anch’io condivido molte affermazioni del video. E’ verissimo infatti che:
      1) Sin City è un film di una bellezza sconfinata;
      2) Lo stesso vale per Margot Robbie, anche se dal punto di vista estetico ho un altro tipo di ideale femminino (per ulteriori informazioni vedere l’immagine qui sotto);

      Volver o no volver al negro..

      A post shared by 🇳🇬 (@bianca.human) on

      3) L’epoca d’oro dei cinecomic è prossima alla conclusione. E la prova migliore è costituita proprio da film come Deadpool e Suicide Squad: i produttori si sono resi conto che i supereroi “classici” non tirano più come un tempo, e quindi hanno fatto una variazione sul tema proponendoci questi supereroi sui generis. Con Deadpool hanno fatto centro, con Suicide Squad invece la risposta del pubblico non è stata altrettanto positiva, in termini sia di gradimento che di incassi. E dire che a me è piaciuto di più Suicide Squad.
      Colgo l’occasione per consigliarti questo interessante articolo sul film: http://movieplayer.it/articoli/il-caso-suicide-squad-tra-critici-corrotti-la-lotta-dcmarvel-e-rotten-_16174/.
      Comunque hai ragione, il video è di una comicità a tratti irresistibile. Tra l’altro i comici che sparano battute restando seri sono tra i miei preferiti in assoluto. Grazie mille per avermelo segnalato! : )

      • Iya'n'Ceres ha detto:

        Grazie per l’apprezzamento e complimenti per i gusti in fatto di donne (anche se una così sarebbe da matti non farsela piacere :Q)!

        Ho letto sia l’articolo che mi hai consigliato sia il post-recensione di Suicide Squad dello stesso sito.
        In generale emerge (così come nel video che ti ho condiviso) un’effettiva spaccatura tra chi valuta il film a sè, come opera che dovrebbe seguire delle regole (ovvero la critica e chi si intende di regia) e chi ha cercato in questo film del puro svago e dei personaggi diversi, chiudendo gli occhi sui tanti difetti (abituati magari anche alle grandi pecche del genere). Personalmente, credo non si possa dare torto a nessuna delle due parti e mi piace un sacco quando si può pensare una cosa ma non dare torto alla controparte! XD

        E con questo chiudo, che sono partita con un “voler parlare poco di Suicide Squad” (infatti ho fatto un “flash post”) ma pare che da giorni non stia parlando d’altro! XD
        Grazie ancora per la possibilità di confronto! 😉

      • wwayne ha detto:

        Con te è sempre un piacere confrontarsi! : ) A presto! : )

  26. CINEBLOG ha detto:

    Mi inchino di fronte a tanta bravura, un commento efficace, pungente e graffiante, a questo punto perché vedere il film?
    Complimenti.

  27. koredititti ha detto:

    Sono in astinenza da film.
    Sono indecisa

    • wwayne ha detto:

      Beh, questo film è molto lontano dai tuoi gusti abituali, ma fino a Settembre sarà difficile che tu trovi qualcosa di meglio in sala: di conseguenza, se vuoi interrompere la tua astinenza in tempi brevi, Suicide Squad è il meglio che ci sia in circolazione! : ) Grazie per il commento! : )

  28. latzabrina ha detto:

    Non avrei saputo dirlo meglio! In quanto a utilità, vogliamo parlare di Slipknot o Katana? La presenza di Killer Croc la possiamo giustificare solo grazie alla battuta più bella del film, “Io sono bellissimo”… Comunque un film godibile, se preso per quello che è: un cinecomic ultra-pop.

    • wwayne ha detto:

      Hai ragione, anche i 3 personaggi che hai citato potevano tranquillamente venire tagliati. Tuttavia, a differenza di Capitan Boomerang almeno qualcosa di utile hanno fatto. Infatti:
      – con il suo atto di ribellione finito male, Slipknot ha fatto capire cosa succedeva a chi pestava i piedi a Rick Flag, dissuadendo gli altri membri del team da qualsiasi progetto di diserzione;
      – Killer Croc è andato ad esplorare la metropolitana allagata: l’avrebbero potuto fare anche i militari, è vero, ma non conoscendo il posto quanto lui e non potendo mantenere una lunga apnea ci avrebbero messo molto più tempo;
      – Katana sarebbe stata inutile quanto Capitan Boomerang, se Harley non raccattasse la sua spada un filino prima dei titoli di coda per fare quel che ricorderai. Invece così è solo indirettamente utile, che progresso! (Ovviamente sono ironico.)
      Tra l’altro gli attori che interpretano Slipknot e Killer Croc sono dei veterani delle serie tv: in particolare ricordo che hanno recitato rispettivamente in Law & Order SVU e in OZ. Te le consiglio entrambe, soprattutto la prima.
      Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  29. Pingback: Disadattati, ma non troppo. | Uno Zibaldino

  30. La Viandante ha detto:

    Mi hai fatto troppo ridere! Il film non l’ho visto e non credo che lo farò, non è il mio genere preferito; ma l’articolo l’ho trovato esilarante!

  31. Gabriele Petroccione ha detto:

    Ottimo articolo wwayne, complimenti! Ho creduto in Margot Robbie dopo averla vista recitare al fianco di Leonardo Di Caprio in ”The Wolf Of Wall Street”, un’attrice bravissima

    • wwayne ha detto:

      Mi fa molto piacere che anche tu abbia notato il talento di Margot Robbie, in pieno sboccio esattamente come il suo fisico. E’ davvero un’attrice in stato di grazia sotto tutti i punti di vista. Grazie mille per i complimenti e per il commento! : )

  32. Non avrei saputo dirlo meglio! Completamente d’accordo con te!

  33. Diego86 ha detto:

    Perfetta la ricetta iniziale, ma secondo me Ayer ha fatto un paio di scazzi esagerati. Uno su tutti? La colonna sonora… Pare presa da una playlist di Spotify di Classic Rock o direttamente da Virgin Radio.

    • wwayne ha detto:

      Io invece, come ho scritto anche nel post, la colonna sonora l’ho apprezzata un casino. Ma c’è da tenere in conto che di quella playlist adoravo praticamente TUTTE le canzoni… lo vedi, io e Ayer abbiamo perfino gli stessi gusti musicali! E poi, sarebbe bastato mettere Bohemian Rhapsody per farmi venire gli occhi a cuoricino… mettiamola anche qui, va’, che iniziare la giornata con i Queen fa sempre bene alla salute:

      Grazie per il commento! : )

  34. GramonHill ha detto:

    Abbiamo criticato gli stessi aspetti, solo che io ne ho parlato male e tu bene XD
    Penso sia uno di quei film brutti che può piacere proprio per via della sua imperfezione. Solo che io non ho trovato quel quid che me lo facesse apprezzare.
    Ottima recensione 😉

    • wwayne ha detto:

      Contraccambio i complimenti: ho letto il tuo post su Suicide Squad (https://gramonhill.wordpress.com/2016/09/13/suicide-squad-un-film-completamente-inutile/), e mi sono accorto di tanti dettagli che mi erano completamente sfuggiti. Ad esempio, il debito con 1997: Fuga da New York: come ho scritto in un commento precedente, avevo notato che la scenografia era uguale identica a quella del mitico film con Ken Russell, ma non mi ero reso conto dell’altra gigantesca citazione, ovvero l’innesto della bomba sottopelle.
      Concordo con te anche sull’eccessivo buonismo del film, incarnato soprattutto dal personaggio di Deadshot. Hanno calcato la mano a dismisura sul rapporto tra lui e la figlia, ed è chiaro perché l’hanno fatto: per dare l’impressione che non erano tutti marci, che c’era almeno un membro del team con il cuore d’oro. Come se un personaggio buono dovesse esserci per forza, come se fosse inaccettabile fare un film con soli cattivi e farlo fino in fondo, senza questi compromessi moralistici.
      Se vogliamo anche El Diablo, nonostante il nome e il look, viene coinvolto in questa deriva buonista con quella battuta sul fatto che la Suicide Squad è diventata la sua nuova famiglia.
      Il tuo post mi ha fatto allargare il cuore quando hai nominato Daredevil: è il mio supereroe preferito da quando ero bambino. Lo amo così tanto che ho apprezzato anche il film con Ben Affleck (ora che ci penso, sarebbe stato bene in questa classifica: https://wwayne.wordpress.com/2014/06/19/i-10-film-che-tutti-odiano-tranne-me/), e chiaramente quando è arrivata la serie tv, che è diecimila volte meglio, sono andato in brodo di giuggiole. Se non l’hai vista, te la consiglio caldamente: ha un brusco calo di qualità dalla prima alla seconda stagione, ma è comunque ottima. Grazie per il commento! : )

      • GramonHill ha detto:

        Sono contento di aver acceso il tuo interesse nominando Daredevil. È un film mediocre ma che ricordo con vivo affetto. La serie tv è davvero, davvero tanta roba. La seconda stagione non l’ho ancora terminata ma la prima è magistrale. Vincent D’Onofrio è magistrale.

      • wwayne ha detto:

        E infatti la seconda stagione regge a malapena il confronto con la prima soltanto nelle scene in cui appare lui. E’ davvero un grande attore. Grazie ancora per il piacevole scambio! : )

  35. Mi piace un sacco il tuo modo di scrivere!

  36. gianni ha detto:

    che si sia arrivati al cinepanettone dei cine-fumetti?

    • wwayne ha detto:

      Ho apprezzato moltissimo il tuo intervento, perché nella sua brevità sviluppa un parallelismo molto calzante. Suicide Squad infatti condivide molti elementi con il cine – panettone: la bellona di turno messa a fare la co – protagonista, la colonna sonora volutamente trendy, le tamarrate che si susseguono senza posa… non ci avevo pensato, ma hai perfettamente ragione: Suicide Squad è davvero il cinepanettone dei cinefumetti. Grazie mille per l’ottimo commento! : )

  37. mim597 ha detto:

    Non ho visto il film ma ho sentito dire è ho anche letto che è inferiore alle aspettative… Cmq già solo dal trailer Margot Robbie mi sembra perfetta per il ruolo! 😂

    • wwayne ha detto:

      Esatto, non potevano scegliere attrice migliore! Riguardo alle aspettative, se sono diventate così gigantesche è perché la Warner ha “pompato” questo film all’inverosimile, facendo uscire un’anticipazione dietro l’altra e facendo credere che segnasse il ritorno in grande stile del Joker. Quando gli spettatori si sono accorti che le cose non stavano affatto così, si sono giustamente inferociti. Tuttavia, se giudichiamo il film in sé per sé, tralasciando la disastrosa campagna di marketing che l’ha accompagnato, c’è comunque di che essere soddisfatti. Grazie per il commento! : )

  38. skybluette ha detto:

    Bella la tua recensione che come avrai notato é molto simile al mio commento in merito… Ti ringrazio anche d’avermi continuato a seguire dopo i vari aggiustamenti al blog … Sai l’ho fatto da poco e non ero certa di come impostarlo … Grazie

    • wwayne ha detto:

      Non si nota affatto che sei una blogger esordiente: se vai a leggere i miei post del 2008, ti accorgerai che all’inizio ero un blogger mooolto peggiore rispetto a te! : ) Grazie a te per i complimenti e per il commento! : )

  39. skybluette ha detto:

    Ho modificato l indirizzo del blog, seguimi se ti va…
    http://riflessicinema.wordpress.com

  40. skybluette ha detto:

    Ciao! Sono andata a vedere I magnifici sette, lo hai visto tu cosa ne pensi? Ti va dileggere la mia recensione? https://riflessicinema.wordpress.com/2016/09/29/i-magnifici-sette-per-gli-amanti-del-genere/
    Ciao Grazie!

    • wwayne ha detto:

      Non ho visto il film, ma ho adorato la tua recensione. Anche perché hai citato 3 attori a me molto cari:

      – Yul Brynner, di cui ti consiglio di vedere Il mondo dei robot;
      – Charles Bronson, di cui ti consiglio di vedere L’assassino di pietra;
      – Vincent D’Onofrio, di cui ti consiglio di vedere Run all night.

      Quest’ultimo film tra l’altro l’ho anche recensito quando uscì: https://wwayne.wordpress.com/2015/05/10/una-bella-sorpresa/. Grazie a te per il commento! : )

  41. GothamRogue ha detto:

    Great review! In regards to the Joker, I never really believed he was going to be in the movie very much so I wasn’t disappointed. Their main problem was focusing on him so much with the trailers and print ads that it led other people into being tricked. Besides Harley Quinn and Captain Boomerang, my other favourite performance was Amanda Waller. She perfectly captured the character. I read one reviewer who said that this was the worst movie they had ever seen and after watching it I could not believe what they said. Guess they haven’t watched very many movies? Just a simple matter of people feeding into the negativity. I’m hopeful for the sequel nonetheless. Bring it on!

    • wwayne ha detto:

      I’m sure Warner will bring it on: a lot of people panned this movie (and some of them exaggerated, as you said), but Suicide Squad grossed an incredible amount of money anyway, and at the end of the day this is all what companies care about.
      I completely agree with you about Amanda Waller. Viola Davis gave us a stunning performance, and the script helped her a lot, because her character had a prominent role in some of the most memorable scenes of the movie. The scene I liked most is the one in which all of a sudden she starts shooting the cops all around her: the contrast between the ferocity of her act and the calmness of her facial expression deeply stroke me. Thank you for your compliments and for your comment! : )

  42. the Lost Wanderer ha detto:

    Ho visto anche io Suicide Squad e, facendo un bilancio dei pro e contro, direi che è più o meno “in equilibrio”. Si, a tratti diverte ed in effetti ha delle buone musiche messe nel punto giusto. Margot Robbie/ Harley Quinn è semplicemente bellissima e bravissima, ed anche i personaggi di Amanda Waller e di Incantatrice (a parte alla fine) erano molto interessanti. E ti dirò di più: Capitan Boomerang aveva il suo perchè: era stato scelto perchè considerato “supercriminale” ma è un “criminale da 4 soldi”, ed infatti quando viene disattivata la bomba nel suo corpo la prima cosa che fa è scappare XD (quella scena è bellissima, peccato che viene rovinata con il suo ritorno ^^”).

    Ma… il trailer è fuorviante (è più figo del film stesso, come è già successo con Batman v Superman), l’idea di una squadra di supercriminali è interessante, ma poi all’atto pratico non sono dei criminali/assassini ma solo “persone che hanno fatto scelte sbagliate con un briciolo d bontà nei cuori”, e la minaccia finale è confusionaria (per non parlare del combattimento -_-”) e come confermato dall’ENNESIMA presenza di una Ultimate Edition (-_-”) ci sono anche buchi della trama. Tu dici che la trama in film del genere non è così importante, ma non sono d’accordo. In film del genere, la trama è semplice ma è più o meno logica: prendi “The expendables”. Un film leggerissimo, pieno di esplosioni, botte, spacconate… ma i protagonisti sono di un certo tipo e fanno cose logiche per il loro carattere. Nella Suicide Squad viene a mancare l’idea di base che dovrebbero essere un branco di str***i egoisti. E’ tutto un “volemose bene” che non esclude il divertimento, ma che personalmente mi ha lasciato l’amaro in bocca: hanno cercato un film modello “Guardiani della Galassia” (ovvero squadra improbabile che alla fine sovverte i pronostici) ma senza avere i giusti personaggi per quel tipo di storia. POtevano, anzi dovevano osare di più… e non ne hanno avuto il coraggio. Per me è una scommessa persa.

    Scusa lo sproloquio… alla prossima!

    • wwayne ha detto:

      Sono totalmente d’accordo: in Suicide Squad c’è un buonismo esagerato, soprattutto per quanto riguarda il personaggio di Deadshot. Hanno calcato la mano a dismisura sul rapporto tra lui e la figlia, ed è chiaro perché l’hanno fatto: per dare l’impressione che non erano tutti marci, che c’era almeno un membro del team con il cuore d’oro. Come se un personaggio buono dovesse esserci per forza, come se fosse inaccettabile fare un film con soli cattivi e farlo fino in fondo, senza questi compromessi moralistici.
      Siamo sulla stessa lunghezza d’onda anche per quanto riguarda I mercenari: li adoro anch’io, e infatti dedicai una recensione molto appassionata al terzo film quando uscì al cinema (https://wwayne.wordpress.com/2014/09/04/adoro-questuomo/).
      Il tuo non è stato affatto uno sproloquio, anzi è stato un commento bellissimo e ricco di spunti interessanti. Grazie per averlo condiviso sul mio blog! : )

  43. cobain86 ha detto:

    Vedremo quando uscirà il Bluray e potremo godercelo sui nostri divani. Un film godibile, anche se pecca di eccessivo buonismo come anticipato da the lost Wanderer.

    • wwayne ha detto:

      Critica sulla quale sono pienamente d’accordo. Condivido anche la tua impazienza riguardo all’uscita del Director’s Cut: ho letto che Suicide Squad è stato pesantemente mutilato in fase di montaggio, e sono proprio curioso di vedere come sarebbe venuto nella versione integrale. Grazie per il commento! : )

  44. Cooking Dona ha detto:

    Questo film mi è piaciuto moltissimo, ma proprio tanto! La cosa che ho apprezzato di più è stata la colonna sonora, due tipi differenti di musica, canzoni fra le più belle mai scritte nella presentazione dei personaggi, nelle loro caratterizzazioni e la musica sinfonica nel momento clou.
    Apprezzo in modo particolare quei film in cui la colonna sonora è parte integrante dei personaggi, nasce e vive con loro, li descrive e ne racconta pregi e difetti, cogliendone l’anima più profonda.

    • wwayne ha detto:

      Non avevo fatto caso a questo particolare, hai davvero un ottimo occhio. La tua osservazione conferma il grande e accuratissimo lavoro che sta dietro a Suicide Squad. E sono totalmente d’accordo con te: un film che ha una colonna sonora “in tema” ha davvero una marcia in più. Grazie mille per il bellissimo commento! : )

  45. ch3o ha detto:

    Ti dico, a me sto film m’ha fatto venire un sonno ma un sooonnnoooo…l’ho trovato noioso e inutile e anche pointless (anche se come sottolineato non é necessario in un film d’azione).

    • wwayne ha detto:

      Sicuramente non è uno dei film più utili nella storia dell’umanità. Ed è vero anche che, se la trama non ha un reale scopo a parte quello di intrattenere, il film può tranquillamente risultare noioso. Tuttavia, se riesci ad accettare la scarsa utilità di Suicide Squad e l’inconsistenza della sua sceneggiatura, se riesci insomma a prenderlo come un film di puro intrattenimento, potresti trovarlo insospettabilmente piacevole. Tutto questo per dirti: dagli una seconda chance, secondo me non te ne pentirai! Grazie per il commento! : )

  46. Themoc ha detto:

    Film molto trash e deludente. Chi crea la sceneggiatura dei film sui supereroi non capirà mai che se prima non costruisce una storia degna di essere chiamata tale non creerà mai un prodotto che il grande pubblico ricorderà a lungo e non snobberà. Non serve a niente mettere superpoteri, quattro scene di combattimento e la belloccia di turno se la tua storia fa acqua da tutte le parti.
    Uno dei pochi film che è riuscito bene a tema superpoteri è stato “Lo chiamavano Jeeg Robot”.

    • wwayne ha detto:

      A mio giudizio chi ha creato Suicide Squad non aveva neanche l’ambizione di essere ricordato a lungo: voleva semplicemente realizzare un film di intrattenimento, anche a costo (come hai detto tu) di intrattenere scivolando nel trash.
      Riguardo a Lo chiamavano Jeeg Robot, è piaciuto molto anche a me; tuttavia, a mio giudizio il miglior film italiano del 2016 è stato un altro, il molto sottovalutato My father Jack. Corro a rispondere all’altro tuo commento! : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...